Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Se tu mi trascuri

Di Chica Mala

Dal Corriere della Sera del 20 giugno 2008 – Cronaca di Milano pag. 7

Lite tra ottantenni, lei scappa di casa per un “ragazzo” che ha 76 anni

Il pensionato Pietro pensava di fare un favore all’amico, ospitandolo in casa. Adesso è pentito: sua moglie se ne è innamorata e l’ha piantato in asso, andando a vivere con quello. Pietro ha 82 anni. Sua moglie che chiede la separazione e metà della casa, ne ha uno di meno. L’amante invece è un “giovanotto” di 76 anni. Pietro non riesce a farsene una ragione. Al suo avvocato ha confidato che la moglie non l’ha fatto per sesso: “mi ha accusato di esser di poca compagnia. E che l’altro la portava a ballare”. Pietro è disperato. Piange anche davanti alla TV. Ma è pronto a dare battaglia: “lei vuole i miei soldi per divertirsi e fare la bella vita con quello. Piuttosto do fuoco alla casa”.
Sarebbe una storia come tante, non di quelle che leggi sui giornali ma quelle che senti tutti i giorni dal parrucchiere, da conoscenti e alle volte anche da amici. Fa specie però che i protagonisti siano dei signori maturi.

 

Allora è proprio vero che, quando ti senti trascurata, quando il tuo uomo ti da per scontata perché tanto tu sei sempre li, a cucinargli pranzo e cena e a lavagli le mutande e lui non ti porta mai fuori a farti svagare, può venirti lo “svarione” quando conosci qualcuno che invece quelle attenzioni che tanto desideri te le serve su di un piatto d’argento, anche se hai 120 anni.

A questa allegra ottantaduenne è partita letteralmente la brocca! Ha incontrato uno che, al “tramonto”, le ha fatto tornare la voglia di vivere…. Non me la sento di biasimarla.

 

 

Annunci

27 Risposte to “Se tu mi trascuri”

  1. Secondo me siamo noi che sbagliamo, a pensare che il cuore non batta uguale anche a 80 anni. In un certo senso i sentimenti e peggio ancora il sesso in età avanzata sono ancora tabù.
    E sentirsi trascurate fa male ad ogni età!
    Ciao

  2. infatti cincia. l’età in queste cose è solo un dettaglio anangrafico

  3. “tanto tu sei sempre li, a cucinargli pranzo e cena e a lavagli le mutande”

    guarda volevo trattenermi dal rispondre ma non ci riesco…

    allora…

    normalmente a pranzo si é al lavoro quindi non devi cucinare x nessuno…
    le mutande non le lavi tu ma la lavatrice, inoltre sappi che ci sono uomini che riescono persino a stendere i panni mentre la loro donna prepara la cena…
    mentre voi preparate la cena, noi possiamo: pulire casa (aspirapolvere, straccio, bagni, etc.), portare giú l’immondizia, fare lavori di casa, riordinare armadi e cassetti, pagare le bollette, stendere i panni, svuotare la lavastoviglie, stirare, etc

    quindi per favore risparmiati la parte di “donna che fa tutto in casa come una schiava mentre il suo uomo non fa un cavolo”

    poi magari sono io una perla rara ed il resto dell’universo maschile é ai livelli da te descritti, ma non oso pensarlo…

    inoltre fammi capire, c’é per caso un numero minimo di uscite settimanale o di mazzi di fiori al di sotto del quale vi sentite trascurate? guardare l’email ogni giorno dopo cena per 15 minuti vi fa sentire trascurate? una partita alla settimana é giá troppo? non farti ballare con uno sconosciuto sudato ed arrapato che ti infila la gamba tra le cosce o la mano intorno alla vita é per caso un motivo per sentirvi trascurate? ma poi voi pensate di non trascuraci mai a noi uomini? eddai, su…

    inoltre vorrei farti notare che ci sono donne che ai loro uomini non permettono assolutamente di usare: lavatrice, lavastoviglie, ferro da stiro, aspirapolvere, straccio e fornelli, della serie: non mi entrare in cucina che mi fai solo casino, non passare manco l’aspirapolvere che l’ho passata ieri, poi casa é pulita, porta fuori l’immondizia e sti lí seduto a non rompere… per poi lamentarsi con le amiche e dire “il mio uomo non fa nulla in casa”

    e poi “può venirti lo “svarione” quando conosci qualcuno che invece quelle attenzioni che tanto desideri te le serve su di un piatto d’argento”….. ma dai, per favore, troppo facile… ma che ragionamento é?!?! saresti in grado di lasciare il tuo uomo con cui condividi la viata (e amgari casa) da anni per uno che ti porta a cena 2 volte a settimana? ma un minimo di retrospezione non te la fai? ma magari aprlaci col tuo uomo, invece di sparare a zero e scappare…

    adesso mi invento un nuovo slogan da farci gli adesivi: piú vita vera, meno fiction…

    un abbraccio 😉

  4. no caro amico non son o d’accordo
    tu parli da uomo ferito
    pezzo di pane
    lei se n’è andata
    e tu non hai resistito..

    così cantava Marco Ferradini 20 anni fa…
    quando qualcuno è così accanito come lo sei tu..che fai un commento più lungo del post stesso c’è qualcosa che non va.
    Peccato sprecare la tua vena crativa qui e non farlo nel tuo blog…davvero un peccato 🙂

  5. Sono in piena sintonia col pensiero di Gandalf, apparte per una cosa: la massaia migliore sono io, e guai a chi mi entra in cucina metre “creo” 😆

  6. chica: touchè?……. 🙂

    fauchone: ….tu sei single non fai testo! ehhe…. 😀

  7. Be’ che Gandalf e Fauchone siano perle rare non si discute..evidentemente invece il signore 80enne di cui sopra, secondo sua moglie, era manchevole in qualche cosa. Non penso però che ciò che determina l’insoddisfazione sia così facilmente quantificabile (come x mazzi di fiori/mese, y cene fuori/anno, ecc). E non credo il post intendesse proporre la fuga come panacea per tutti i mali al posto del dialogo. A me ha fatto riflettere sul fatto che come dice Battiato “i sentimenti non invecchiano quasi mai con l’età”. Ed è una verità a suo modo consolante.
    Ciao

  8. Come al solito Cincia. ha colto in pieno lo spirito del post. Non è intenzione di nessuno fare un trattato sociologico. Questo è riportare una notizia ed esprimere un parere del tutto personale. Per carità, discutibile quanto volete ma soltanto un’opinione. Da qui a scagliare un’anatema a tutto il mondo femminile…direi che è un pò un’esagerazione.
    Certe volte mi domando se la gente pensa che io sia totalmente deficiente. Può darsi che mi esprima male. Boh!

  9. chica, dire “tanto tu sei sempre li, a cucinargli pranzo e cena e a lavagli le mutande” é esprimersi male, anzi é proprio un anatema a tutto il mondo maschile…

    touché?!?!

    e poi se non si commentano le notizie sulla base delle proprie esperirnze, su cosa lo dobbiamo fare, sulla base delle stupidaggini che si vedono nei film e si leggono nelle favole?

    boh? vabbhe, se dobbiamo raccontarci le stronzate allora parliamo della gregoracci e briatore…

  10. aggiungerei che non sempre chi va via (uomo o donna che sia) ha ragione: a volte e forse spesso lo fa per codardia o per capriccio o perché gli va e basta…

    e per la cronaca non sono affatto ferito, quanto piuttosto deluso della poca intelligenza mostrata dalla donna con cui ho condiviso 5 anni 5 della mia vita

    ma forse dovevo farmi venire lo svarione… 😉

  11. ecco forse un bel blog di gossip ti è più congeniale… ti ripeto la tua esperienza non è vangelo..a questo mondo ci sono centinaia di milioni di persone con esperienze diverse dalla tua..
    quello che mi fa riflettere ogni volta che ci scontiamo è la tua categoricità e il tuo astio..davvero..non li capisco

  12. leggendo questo post mi è venuto in mente solo un pensiero: dopo tanti anni di matrimonio e visto l’età, tu (donna in questo caso) non puoi lasciare il tuo uomo mi sembra ridicolo dai….poi, che l’amore non ha età è un conto ma ti devi rendere conto che non hai più vent’anni.

  13. gandalf: forse la persona che va via è solo stufa di aspettare un qualcosa che il partner non gli dà o che magari gli sta dicendo da un sacco di tempo ma non capisce ugualmente….cerca di metterti nella testa dell’altro/a e capire le sue motivazioni.
    Non ha sempre torto chi fugge, ma forse chi rimane….

  14. desy, ma io ho proprio appena detto il contrario: non ha sempre ragione chi fugge, ma spesso ha torto…

    forse a volte quelle cose che chiede e non ha o le ha giá e non le vede, o le ha giá e ne vuole di piú oppure non ha il diritto a chiederle perché magari sono pretese assurde

    cmq tutta questa discussione dimostra ancora una volta che tra uomini e donne non si puó ragionare: é un pó come convincere un comunista che il fascismo é buono, e viceversa… il trucco sta nel sottopportarsi, non nel capirsi…

  15. gandalf: è normale commentare in base alle proprie esperienze, perchè si riflette ciò che si è vissuto. Ma tu batti sempre e soltanto su una cosa sola….questo è il punto.
    Il mio touchè per chica era riferito proprio a questo…come dire ci risiamo….ecco che vomita livore.

  16. non lo nego, ma chica non ha fatto di meno con i suoi commenti sugli uomini… 😉

  17. gandalf però c’è una differenza……tu la tua esperienza personale la applichi a tutto il genere femminile, chica facendo un discorso sui generis permette l’ introduzione di eccezioni…… 🙂

  18. eh ma io ancora non ne ho trovate di eccezioni alle mie argomentazioni, anzi… rimango sempre piú convinto di una cosa: avete fatto il ’68 per ottenere diritti ma liberarvi degli oneri, e con gli oneri avete perso anche la voglia e le palle di portare avanti una vita vera in due…

  19. brava ha fatto bene!
    e quell’altro poteva svegliarsi prima.
    20 o 100 anni non c’entra….anzi..forse + vedi la fine vicina, + capisci che la vita te la devi vivere tutta.
    braf braf

  20. ….vedi? il livore è sempre in agguato…….

  21. minchia!!!!! sempre con sti luoghi comuni! baaaaaasta eccheppalle!!!

  22. perche’ l’uomo che si fa cucinare e lavare le mutande cos’e’, un luogo provincia…??? 😉

  23. Va bene, gli uomini che si fanno cucinare e lavare le mutande esistono, ma sono una minoranza, e siccome siamo sfigate ce li siamo beccati tutti noi. Va meglio così?
    Gandalf rilassati…
    Ciao

  24. no guarda, mi stai semplicemente dimostrando che un dialogo con voi e’ impossibile…

    ci rinuncio… davvero… impossibile…

    vado farmi da mangiare, ad attaccare la lavatrice, svuotare la lavastoviglie e stirare 3 o 4 camicie vah…

  25. Abbi tanta belin di pazienza, con te non si dialoga manco dandoti ragione.
    Chiudo.

  26. fare inalberare anche la cincia… suvvia!

  27. ecco bravo gadalf vai a fare un po’ di mestieri và….che è meglio, altrimenti non se ne esce vivi con te.
    ciaoooo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: