Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Indovina chi c’è dietro l’angolo?

Di Chica Mala

Ufficio

 mattina

 pausa sigaretta

Chica Mala: “..e allora io gli ho detto che non mi interessa avere uno che mi scarrozza in giro e mi paga  la cena o la serata io ho bisgno di un UOMO, che ci sia quando ne ho bisogno e rimanga lì  anche quando non ne ho”

Zio Bubi: “Ma si Sister, se ti accontenti di stare con un coglione, dietro l’angolo ne trovi quanti ne vuoi”

Ieri sera c’è stata la mia vera e propria riapparizione dopo la recentissima “dipartita” del mio ultimo “fidanzato”. Location: ZOO LATINO; compagne di avventura: CAMPANELLINO E LA MENTIROSA.

A parte il pietoso rito iniziale al quale mi hanno sottoposto tutti quelli che mi chiedevano: “ma LUI dov’è?”, “uuuuh, come mai?”, “ooooh mi dispiace” e via discorrendo, il clou viene raggiunto quando un baldo ometto, che  conobbi tempo fa per lavoro e del tutto estraneo al mondo salsero, mi individua, mi scansiona ai raggi x e poi si avvicina per salutarmi.

Iniziamo a parlare di conoscenze comuni, di lavoro, di evoluzioni nelle rispettive vite e  nel frattempo ci spostiamo al bar dove mi offre da bere.

In buona sostanza ho passato quasi tutta la sera con “zavorra pagante” al seguito e i frutti raccolti, sono stati la serata spesata in toto (comprese le bottigliette d’acqua delle quali necessitavo per reidratarmi) e messaggini della buonanotte a profusione una volta lasciato il locale.

Cinisello Balsamo con il suo Zoo Latino non è proprio dietro l’angolo per me che sono Corsichese ma è senz’altro ambientazione scientificamente valida ai fini della sperimentazione.

Il modus operandi è sempre lo stesso:

1. Approccio simpatico e sornione

2. Rifornimento di alcolici illimitato

3. Sequela di complimenti banali e scontati

4. SMS privi della benchè minima utilità

Advertisements

38 Risposte to “Indovina chi c’è dietro l’angolo?”

  1. ben tornata nel mondo………………. 🙂

  2. ma allora ci sei ancoraaa chica….cmq lo zio bubi ha completamente ragione, è proprio vero di c******i dietro l’angolo ce ne sono molti.
    Cmq riguardo allo sfruttare la persona che hai incontrato ieri, ti posso soltanto dire che: HAI FATTO BENE!!!

  3. Grazie pytta e desy. Però non l’ho sfruttato. ho solo constatato il fatto che ci sono persone che pensano di tenerti in scacco semplicemente pagantoti la serata, la cena, o la bevuta. Non è che uno va in malora per qualche biglietto da 10 euro. Le vere sanguisughe che sfruttano sparano alto! Mica si accontentano di un paio di cuba libre e un paio di bottigliette d’acqua.

  4. ho sentito 10.000 volte questi discorsi, ma mai la spiegazione di un modus operandi corretto..in un passato che non mi appartiene più, quando organizzavo feste ed eventi, ho scientificamente sperimentato che i modus operandi validi erano nel 99% dei casi: un fisico da modello, oppure vestiti da 2mila euro addosso e macchina da almeno 50mila parcheggiata fuori (non mi riferisco a me stesso, purtoppo)..nel restante 1% dei casi lei era ubriaca (motivo x cui vi offriamo da bere)..

  5. eh..i tempi cambiano, c’è la recessione, c’è l’inflazione, c’è chi si svende a poco prezzo più di quanto si facesse prima. Il target si è decisamente ridimensionato. purtroppo

  6. su questo devo darti ragione, il mercato si è molto inflazionato, a tutto vantaggio della superficialità dei rapporti, e questo da ambo le parti..chi più ne subisce gli effetti negativi sono sicuramente le 30enni..

  7. concordo con esopazzo: vorremmo sapere qual e’ questo modus operandi che aprirebbe i vostri cuori e… beh… vabbeh dai e basta… 😉

  8. Gandalf: nessuno vi chiede promesse d’amore che non volete e non sapete mantenere, nessuna vuole essere mantenuta da voi.. cosa vogliamo, o meglio, cosa non vogliamo l’abbiamo scritto in più riprese, mi sembra che qui non si parli d’altro!!

    https://crisal1de.wordpress.com/2008/02/26/la-formula-delluomo-perfetto/
    https://crisal1de.wordpress.com/2007/07/19/disperati-e-non/

  9. VEDIAMO…

    1. uno che la faccia divertire,
    2. uno che la faccia parlare perchè in grado di reggere una conversazione,
    3. uno che tro**i regolarmente.

    >> Bon, con me prendi tre e paghi uno quindi sto a posto… 😉

    4. Noi chiediamo solo un pò di raffinatezza, di educazione, di galanteria, di rose rosse (dalle 13 in su, mai pari), di auto che ci vengono a prendere a lavoro (ogni tanto), che non ci facciate pagare la metà del biglietto del cinema, che offriate sempre voi al ristorante e non facciate finta di aver dimenticato il portafoglio, insomma che vi occupiate di noi.

    >> A parte il lato materialista delle varie richieste (specie quella del portafoglio) che filtra a priori uomini educati e galanti ma che per mancanza di grosse risorse economiche mancano di raffinatezza nel vestire, possono vergognarsi della loro auto mezza scassata e non possono permettersi di di pagarvi sempre la cena al ristorante (e non aprlo per me…)… ma se a volte non ci lasciate manco arrivarci ad invitarvi a cena!!!!

    5. Beh per quanto possiamo e vogliamo essere naif anche noi.. ammettiamolo, se lui dovesse portarci nella pizzeria sotto casa al primo appuntamento (in seguito va bene, per carità, ma NON subito TI PREGO!!!!), ci rimarremmo male..

    >> No vabbeh qui siamo a livello Paris Hilton… Non riesco a commentare oltre… Scusate… OH! MA DICO!!! Fatevi venire in mente che forse siete voi che non ci fate venir voglia di portarvi nel ristorante di lusso!!!! Ma guarda fatemi stare zitto…. Miiiiiiiiiiiii 🙂 Posso permettermi di pagare una cena di lusso a tutte voi messe insieme una volta al mese, ma con queste richieste del piffero, scudate…. mi fate passare la voglia, giusto a dimostrazione che aveva ragione de Andre’: dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior…

    Fatemelo dire ancora una volta: magari siete voi che non ci fate venire voglia di altro se non una possibile notte sotto le lenzuola, ed anche li’ guarda…

    No no no, scusa trippi ma hai esagerato 🙂 te lo dico con tutto il cuore…. saro’ stato un po’ (volutamente) pesante nella mia risposta (ironica dai…) ma che pretese sono? daiiiiiiiiiiiiiiiii……

  10. Ma che poi, lo sapete cosa vuol dire “che vi occupiate di noi”?!?!?!

    No dai che non lo sapete veramente…

    Preoccuparsi di voi non significa portarvi a cena e pagarvela, ma chiamarvi magari solo per sentire la vostra voce con la scusa del “che fai” (sono le 15:00 di mercoledi, cosa vuoi che faccia: lavoraaaaaaaaaaaaaa :-).

    Preoccuparsi di voi significa chiedervi quale film volete andare a vedere e sceglierlo minsieme, e non pagarvelo…

    Preoccuparsi di voi significa portarvi anche uno solo del vostro fiore preferito che non deve per forza essere una rosa, e non comprarvi 13 banalissime rose rosse che son capaci tutti a farlo…

    Preoccuparsi di voi significa prepararvi magari un piatto di pasta scotto a casa piouttosto che una cena del caxxo in un ristorante affollato con camerieri noiosi…

    Preoccuparsi di voi significa voler uscire solo con voi, voler stare con voi, voler baciare solo voi, e non provarne 3 nello stesso mese per decidere quale sia meglio…

    Preoccuparsi per voi significa non baciarvi la prima e manco la seconda e forse manco la terza sera, invece di farvi godere di piacere gia’ alla seconda…

    Ummaronn ma che devo sentire…

  11. gandalf, tu come al solito esageri ma devo dire che il secondo commento te lo quoto in pieno. Io più o meno intendo questo quando dico che un uomo si deve preoccupare per me.
    A quanto pare però incontro solo uomini con il terrore che mi dimenti lo spazzolino da denti nel loro bagno dopo una notte passata a casa loro…… (e non sto parlando dell’avventura spot).

  12. Gandalf: sai qual’è il tuo problema? non hai idea di cosa sia il senso dell’umorismo, l’ironia e tantomeno l’autoironia! Quando imparerai a non prenderti troppo sul serio.. farai un grande passo avanti. Quanto alle tue risposte, se vuoi la serietà, sono stata 13 anni con una persona che aveva non un modello base di 106, ma il superbase perchè non poteva permettersi altro. non mi ha comprato ne la casa ne la cucina nuova, perchè non aveva bisogno di comprarmi. Ancora adesso mi fa piacere offrire qualcosa al bar al mio uomo e la mia generazione per fortuna è autosufficiente e non ha bisogno dell’elemosina di un uomo. Ciò nonostante se qualche volta, in una grande città come milano, un uomo ti sorprende aprendoti lo sportello o facendoti una galanteria ne rimaniamo affascinate. Ma giusto il tempo di una serata, perchè se dietro la facciata c’è il nulla cosmico rimane solio quello. Il nulla appunto. E vabbè che apprezziamo le ginestre, i fiori nel deserto, ma come ho scritto ieri a Chica, per citare Obama, hai voglia di mettere il rossetto a un maiale, rimane sempre un maiale!

  13. Spero che questo sabato vada meglio!
    Buon we a tutti

  14. @Gandlf: come ti ho già detto su FB, più il tempo passa e più io e te sembriamo fratelli gemelli… nel modo di pensare, nel modo di vedere talune cose, nella sfiga sentimentale ricorrente.

    @Trippi: non si tratta di scarsità di umorismo e di eccessiva serietà nei contenuti, ma solo una reazione a cose successe, il cui contesto (forse) ha una somiglianza impressionante con i concetti cui Gandalf ha espresso critiche acide e severe.

  15. Gandalf e Cristian: parlare di questi argomenti con le donne è come giocare a calcio in un campo minato.
    Potrei scrivere un trattato di Etologia femminile (basato su esperienze dirette ed indirette – tra l’altro ho una sorella), composto di numerosi volumi e arricchito con note, commenti, appendici, richiami ad esempi pratici, e la conclusione sarebbe…BOH?! ma chi capisce cosa vogliono veramente le donne?!
    Se “offri” le vuoi comprare, se non offri sei un miserabile, se apri loro lo sportello sei poco virile, se non glielo apri sei maleducato..e mi fermo qui..
    Ciononostante rimango sempre affascinato dalla poliedricità e complessità del pensiero femminile..

  16. bhe ma penso che si tratti di :
    ti attira una donna/uomo o meno.
    Se ti offre da bere o fa un gesto galante qualcuno che ti “interessa” (e qui subentra il subconscio) a pelle….allora fa piacere e ne apprezzi il gesto , ne sei entusiasta.
    Lo stesso gesto, se fatto da qualcuno che a pelle non ti garba…la cosa diventa pesante e quasi molesta.
    🙂

  17. come diceva Oscar Wilde: le donne non vanno capite, vanno amate. Ma, come mi ha fatto notare lo Zio Buby, era di un’altra sponda…

  18. oppure come dice il marito della mia cara amica K: “la Mujer quiere carino” e allora “dale carino” (ovviamente la enne di carino dovrebbe avere la cediglia)

  19. @Chica: puoi tradurre per favore?

    @EscoPazzo: non sono mai contente. E quando non c ela fanno più, ti fottono. O meglio, si fanno fottere da un’altro eh eh eh

  20. Cristian e Luca: concordo pienamente, le donne sono volubili, come canta la famosa aria del Rigoletto di Verdi, ma non sono capaci di ammetterlo, e pongono la questione su un (falso) piano oggettivo-comportamentale, piuttosto che sul vero piano soggettivo-estetico, pertanto qualsiasi cosa faccia il tipo “repellente” è sbagliato, mentre un Raul Bova potrebbe metter loro anche una mano “di dietro” (gesto in assoluto più odiato dalle donne) ottenendo per tutta risposta un sorriso eccitato..

  21. e poi non capisco una cosa, parlan di Raoul… ma perché questi piace a tutte, indistintamente a tutte, non se en salva una che fosse uan, mentre io a certe piaccio e ad altre no? sará forse il fascino dell’attore? cioé se Raoul non fosse stato un attore, le donne si sarebbero innamorate uguale di lui?

  22. Cari Gandalf, Escopazzo e Cristian: vi rispondo con una frase di Bukowski “non piangere perchè la tua donna ti ha lasciato, ne arriverà un altra.. e ti lascerà anche lei!”.
    Si perchè se ragionate in questo modo, non mi sorprende, piuttosto che stare a sentire queste stronzate, una pereferisce stare sola! Mano sul sedere da Raul Bova? Ma rileggete quello che scrivete?

  23. Il fiato me lo conservo per la vecchiaia.
    traduzione per cristian: la donna vuole amore…e allora dalle amore. punto.

  24. sherazade: ti adoro! come adoro bukowsky.
    “ragazzi” tutti: uscite dal tunnel perfavore!

  25. Scusatemi, non picchiatemi ma intervengo a “gamba tesa” sull’argomento.

    Ometti è inutile che vi affanniate, le donne vogliono ne più ne meno quello che vogliamo noi, nono è possibile generalizzare, ognuno è diverso e reagisce in modo diverso.

    Esiste la donna che sbava per Bova, come esiste l’uomo che sbava per la velina di turno.

    Esiste la donna che si fa desiderare, come esiste l’uomo che fa il prezioso.

    Esiste la donna affamata di sesso (si, quello a vagoni, come diceva Guccini) esiste l’uomo che si comporta allo stesso modo.

    Esiste la donna paranoica come esiste l’uomo che si fa un sacco di “pippe mentali”.

    Boh, per esperienza vi dico che, si uomini e donne sono diversi ma, non è possibile generalizzare.

  26. @EscoPazzo:
    no bhe…io non intendevo solo la bellezze esteriore ..che conta ma fino ad un certo punto e mediamente è soggettiva.

    Più in generale certi atteggiamenti galanti e attenzioni (la patta sul sedere no, non credo rientri proprio fra questi) sono gradite quando chi le fa è “già” gradito a pelle. viceversa si crea un atteggiamento di sospetto (“oh ma che vuole questo” ecc).

  27. Raoul Bova non mi piace.
    Secondo me ha ragione Luca, il gradimento è a pelle, e ci fa accettare certe attenzioni solo se di base c’è attrazione (ti tocca sulla spalla il collega che ti scoccia, dici uff, ti tocca sulla spalla il collega che ti intriga, ti parte il brivido).
    Mi associo all’invito ad uscire dal tunnel, anzi come diceva un amico dei tempi che furono, “uscite dai fumetti!”.
    Ciao

  28. è difficile riuscire a non generalizzare nelle poche righe di un post, cmq non era certo questo il mio intento, ammetterete però che certe affermazioni sono percentualmente più vere di altre, riferite singolarmente a ciascuno dei sessi.
    Chica mala, ammetto che personalmente non avrei mai adottato il modus operandi del “baldo ometto” che ti ha tanto infastidito, e che è probabilmente discutibile, ma…pensa un attimo se al posto del “baldo ometto” ci fosse stata un bel pezzo di ragazzo che a te piace molto in senso generale (sia caratteriale che estetico), non credi che la serata sarebbe finita “diversamente”?
    P.S.: io nel tunnel ci sto benissimo, mi ripara dal sole, dal vento, dalle intemperie, dal facile mutare esteriore degli accadimenti, e ci si possono leggere tranquillamente i fumetti… ;-P

  29. no, non sarebbe finita diversamente. L’ho provato in più occasioni. Quando il baldo ometto è stato di mio gradimento, diciamo che l’ho indotto a ricercarmi, a fissare un appuntamento, a bbiamo parlato e poi, dopo, è successo quello che volevo io e quello che voleva lui. punto.

  30. Bentornata nel club “meglio soli che male accompagnati!” ma anche in quello del: “tutti son ancora più liberi di provarci!” (per quest’ ultimo mi procurerei una mazza chiodata anti scocciatori 😉 )

  31. sai che c’è? Nessuno si sente più responsabile per quello che dice: snobismo, calcolo, egocentrismo e vigliaccheria, uniformando categorie intellettuali e classi sociali, hanno fatto delle parole un titolo senza più credito alla borsa del significato….wordless

  32. che ….. se non ti piaceva ,potevi
    1 non farlo avvicinare
    2 non fargli spendere una cifra , intrattenendolo,quello si chiama entranoous…. non ho parole……

  33. Mi sono imbattuto in questo stupido blog per caso..sono un assiduo frequentatore del locale di cui parli…sono rimasto sconvolto, no che dico…disgustato dal tuo pessimo post e davvero rabbrividisco al solo pensiero di poter incrociare un persona così disgustosa arrogante e falsa come te..”zavorra pagante” dici..bhè sai che ti dico..che per un uomo in fondo pagare da bere è proprio come pagare una prostituta e che, per una donna..ma intendo una come te (in quanto rispetto le altre donne) farsi pagare da bere da ciò che definisci “zavorra pagante” è proprio come farsi pagare dopo una prestazione sessuale di cui..ne sono certo..sei maestra..fai davvero schifo, per fortuna che la persona con cui stavi si è accorta in tempo e ti ha mollata..

  34. Ciao Zeno: ti rispondo io che non sono l’autrice del post, ma una persona che la conosce e sa in che momento è nato. Come hai scritto nell’attacco sei capitato in questo stupido blog per caso, altrimenti capiresti. La storia da cui usciva la mia socia era proprio con uno che aveva bisogno di fare la zavorra pagante, per pulirsi la coscienza e avere a fianco un pezzo d’arredamento. Il ruolo non stava bene a Chica mala e la storia è finita. Quello che è avvenuto in quella serata è una sorta di ricerca sul campo, il bisogno di dimostrare a se stesse che è troppo facile allinearsi, essere banali scontati e prevedibili: e vuoi trovare un uomo che ti paghi da bere ne trovi a bizzeffe, se fai la gatta morta, ed eccone la dimostrazione. Ma se non sei quel tipo di donna, se sei autonoma, indipendente e pensante preferisci pagarti l’ingresso e da bere e questi uomini ti lasciano solo l’amaro in bocca. E ti assicuro che l’autrice del post non rientra ne nel modello mantenuta ne nel modello badante. Fatti un giro nel blog e nella nuova versione.. chissà che tu cambi idea

  35. Ciao Trippi, ok mi dici “Fatti un giro nel blog e nella nuova versione.. chissà che tu cambi idea..” se mi dai le coordinate web..posso farmi il “giro” di cui dici, ok ?
    Grazie Zeno

  36. ciao Zeno, sulla prima versione di molto rumore per nulla ci sei già (nasceva a luglio del 2007, cancro come gran parte delle autrici e autori) l’indirizzo internet è https://crisal1de.wordpress.com. a questo indirizzo https://crisal1de.wordpress.com/valio-la-pena/ trovi una lista di post che per noi vale la pena leggere; poi è arrivato molto rumore per nulla 2 http://moltorumorexnulla.blogspot.com/ e l’articolo uno http://larticolouno.blogspot.com. Sono tutti blog a più mani amministrati da me e Chica mala, in cui scrivono diverse persone. Tratti iniziali in comune: l’amore per la Salsa e la precarietà sentimentale e lavorativa! Una delle prime avvertenze a chi capitava su queste pagine era di non prenderci troppo sul serio, perchè noi non lo facciamo, ci divertiamo a fare “molto rumore per nulla” perchè la vita es un carnaval..
    Besitos


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: