Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

A letto con il Dottor Stranamore: l’herpes genitale

di Dottor Stranamore

Mi sforzo sempre di essere divertente, o alme­no lieve, nel parlare ogni mese di una croce di­versa. Questa volta tocca all’ herpes genitale, che però di divertente non ha nulla, neppure un nomignolo buffo su cui scherzare …

Come appare? Inizialmente del prurito, poi si formano delle bolle di siero, anche molto pic­cole, poi queste si rompono e resta solo la le­sione che forma una crosta che guarisce nel tempo. Questa è la fase visibile, fastidiosa, di questa infezione, ma vedremo più avanti che l’affare è più complicato. Dove appaiono le lesioni? Genericamente nel­la zona dei genitali (da qui il nome) quindi sul pene, soprattutto sul glande, e all’ano, anche nella zona intorno ad esso. Da non confondere con l’herpes simplex, che è la comune “feb­bre” al labbro, o con l’herpes zoster che è quello chiamato “fuoco di sant’ Antonio”, che sono malattie diverse, seppur con origine e manifestazioni simili. Iniziamo a dire che l’origine è virale e che il virus è presente nella pelle anche quando le lesioni scompaiono. E che quindi si è conta­giosi anche senza la presenza visibile della malattia. In questa fase, detta latente, si può trasmettere il virus, con i contatti sessuali non protetti, con una probabilità variabile dalla quantità di virus (e vedremo poi come dimi­nuirla) e per periodi imprevedibili che statisti­camente si possono quantificare in una decina di giorni distribuiti nell’arco di un anno. Quindi c’è più probabilità di contagiare quan­do la malattia non è visibile perché, quando appaiono le lesioni, di solito ci si astiene istintivamente dai rapporti sessuali. Al di là dell’osservazione delle lesioni, per la diagnosi esistono due tipi di esami. Uno è la ricerca degli anticorpi nel sangue che, a se­conda del laboratorio che lo esegue, può esse­re più o meno affidabile. Esame semplice, poco costoso (circa 8 euro di ticket in Lombar­dia), si può eseguire di routine assieme agli al­tri esami, secondo la frequenza e le modalità dei rapporti che avete. Se esiste invece già una lesione allora è utile eseguire la ricerca del Dna virale, che è un metodo molto affidabile seppur costoso (circa 40 euro di ticket in Lombardia) e che non tut­ti i laboratori eseguono. Una volta accertato di avere il virus cosa si può fare? Per fortuna esiste da anni un far­maco, l’Aciclovir che, anche se non elimina il virus, lo riduce quantitativamente. Curarsi è doppiamente utile: primo diminuisce la fre­quenza e l’estensione delle recidive, cioè quante volte saremo “fermi” per lesioni e quanto tempo ci metteranno a guarire; secon­do, più importante, abbassando la replicazio­ne virale, cioè la quantità di virus prodotto, abbassa la possibilità di contagio anche nelle fasi in cui non sono presenti lesioni (!!!). C’è da dire che gran parte dei casi di infezio­ne non avverrebbero se si usasse sempre il preservativo, perché le modalità di trasmis­sione sono molto simili a quelle dell’HIV. Ma in alcuni casi potrebbe essere in zone non pro­tette, come la piega fra le natiche, e uno sfre­gamento del pene che potrebbe apparire una pratica “soft”, tenera, coccolosa e quindi sicu­rissima, potrebbe già invece essere a rischio di trasmissione, nei due sensi di trasmissione. Quindi diciamo che facendo i test, curandosi nel caso di infezione, astenendoci da rapporti in presenza di lesioni e usando il preservativo come già facciamo per l’Hiv abbiamo già fatto abbondantemente il nostro dovere. Abbiamo detto che l’Aciclovir non sradica il virus: aggiungiamo anche che la pomata è po­co attiva e che la cura efficace è quella in pil­lole, e che la frequenza dei cicli di sommini­strazione dipende dalla frequenza delle recidive e dalla loro durata. Qui il medico esperto quello dei centri MTS (malattie trasmissione sessuale) come continuo a ricordare, con la sua esperienza saprà consigliare al meglio!Importante: si diceva una volta che si fosse contagiosi solo durante la fase iniziale del prurito e che quando apparivano le bolle e poi le croste non si potesse più trasmettere il virus. Non è vero, si è sempre contagiosi in tutte le fasi visibili della malattia e, come già detto, anche in un 3% dei giorni in cui non appaiono lesioni, perché si liberano  inopinatamente, maledettamente, delle particelle virali. A queste fasi latenti si deve la maggior parte dei contagi, per cui astenersi quando invece la lesione è presente è un fatto istintivo per tutti. Va da sé che se vi siete ritrovati un herpes avete buone possibilità di essere stati contagiati anche con l’Hiv, per cui decidetevi di fare anche “quel” test, e iniziate a fare sempre uso di preservativi almeno da questo momento in poi. Vi avevo detto che questo mese non sarebbe stato divertente, e non mi ci provo neppure a dire qualche battutina che vi faccia trarre un sospiro di sollievo. Voi usate sempre il preservativo e tutto quanto avete letto oggi vi potrebbe riguardare molto meno. Io l’ho già detto, ma si vede che non è bastato, se ancora c’è gente che non fa sesso sicuro e che si infetta. A costo di essere nauseante continuerò a martellare: PRE-SER-VA-TI-VO!Il prossimo mese parleremo di una COSUCCIA, leggera seppur a volte dolorosa, la gonorrea, detta anche scolo. Che ormai si cura da decenni con gli antibiotici, ma non per questo è da sottovalutare, se non volete essere delle bombe biologiche ambulanti (o meglio inginocchiate), perché si tratta di un’infezione molto contagiosa.

Sempre Vostro, Dottor Stranamore.

 

Attenzione: Si cita come fonte tecnico-scientifica l’articolo del Sig. Pigi Mazzoli sulla rivista Pride nel luglio 2002 che sentitamente si ringrazia.

Advertisements

12 Risposte to “A letto con il Dottor Stranamore: l’herpes genitale”

  1. buongiorno ho un grave problema …mi servirebbeo delle informazioni…non vorrei contagiar nessuno se questa mlattia fosse contagiosa…
    l mia ex ragazza, con la quale son stato per sei mesi, dunqu avendo rapporti senza profilattico , mi ha appena detto di avere l erpes genitalis,
    suppongo quindi di averlo anch io,
    mi han detto omunqu di andar a far delle visite presso un centro ospedaliero per le malattie infettive…
    le vorrei chieder comunque se in futuro quando avro una nuova ragazza, se avessi io questa malattia (ed è sicuro penso che io la abbia, pur non mostrando i tipici sintomi)…
    potro avere rapporti senza profilattico con le mie future ragazze (qualora il rapporto si protragga) o dovro sempre aver rapporti col profilattico e quindi non potro mai avere figli???
    mi potrebbe spiegar meglio la situazione e a che problemi vado in contro??
    perche son seriamente preoccupato…
    andro sicuramente comunque a far le analisi previste per il problema…
    attendo una risposta al piu presto se possibile

    grazie

    Distinti Saluti
    M.M.

  2. Caro marco, l’unica risposta che ti possiamo dare è la seguente: vai in un centro per le malatie sessuali pe toglierti ogni dubbio! Non solo per curare te stesso, ora e quando avrai una recidiva, ma per evitare di passare il problema alle tue partner!
    Ecco gli esami che dovrai fare, tratti dal pezzo sopra: “Uno è la ricerca degli anticorpi nel sangue che, a se­conda del laboratorio che lo esegue, può esse­re più o meno affidabile. Esame semplice, poco costoso (circa 8 euro di ticket in Lombar­dia), si può eseguire di routine assieme agli al­tri esami, secondo la frequenza e le modalità dei rapporti che avete. Se esiste invece già una lesione allora è utile eseguire la ricerca del Dna virale, che è un metodo molto affidabile seppur costoso (circa 40 euro di ticket in Lombardia) e che non tut­ti i laboratori eseguono”.
    Non abbiate paura di andare dal medico RAGAZZI SVEGLIATEVI!

  3. Volevo un informazione..ma il virus dell’herpes labialis può infettare i genitali e diventare quindi herpes genitalis? Grazie per l’attenzione

  4. giualia io l’ho preso proprio così, ragazze astenetevi dal sesso orale se avete l’herpes.

  5. puo’ essere che un uomo che e’ stato trattato con chemioterapia possa aver trasmesso l’herpes genitale alla donna? grazie

  6. avrei un problema… ho delle bolle nel pen… mi sa dire che medicina utilizzare o cosa fare x risolverlo??? grazie

  7. ragazzi anche io l’ho preso a causa di un rapporto orale, invito anche io le ragazze ad astenersi assolutamente da questo tipo di rapporti se hanno l’herpes (idem ovviamente per gli uomini).

  8. volevo sapere una come si deve comportare quando crede di avere l’herpes genitale…il ginecologo mi ha dato una cura pasticche e crema…non mi è sembrato allarmato da questo virus…io li per li non ho fatto domande ma poi mi sono preoccupata…ho avuto pochi ragazzi e con il mio attuale ragazzo abbiamo fatto sesso non protetto solo due volte a dicembre…volevo sapere come mi devo comportare ora?ho paura di rifare sesso…posso andare al mare? fare la ceretta?insomma quando posso riprendere una vita normale?devo fare analisi specifiche???io sinceramente ho tanta paura…

  9. buongiorno dottore, ho letto attentamente puanto ha scritto. Potrebbe spiegarmi meglio questo punto? “Va da sé che se vi siete ritrovati un herpes avete buone possibilità di essere stati contagiati anche con l’Hiv”……mi preoccupa. grazie

    • questo passaggio dell’articolo preoccupa molto anche me: va da se che se vi siete ritrovati un herpes genitale avete buone possibilità di essere stati contagiati anche con l’hiv… vorrei anche io capire meglio questo punto! grazie

      • infatti non capisco. se l’herpes si può prendere anche usando il preservativo, non capisco come le due infezioni siano necessariamente collegate.
        Inoltre ho letto di donne positive all’herpes che hanno avuto rapporti e figli (pur se qualche volta con taglio cesario) senza che il fattore hiv entrasse proprio in gioco.

  10. è possibile fare sesso con preservativo avendo l’herpes labiale ?!?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: