Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Lo scarto dalla norma o della imprevedibilità erotica

scarlet + woody

Di Trippi

Venerdì sera sono andata a ballare in un posto in cui non ero mai stata prima, il Picasso di Vergiate, vicino a Sesto Calende (dove c’è un altrro locale molto bello e famoso, La Marna). Occasione: il compleanno di una ex compagna di corso del Signore delle tempeste. Il locale e la musica, bellissimi, le donne presenti tutte in gran spolvero partivano dal gradino più basso di gran bel pezzo di gnocca a troione, ma su tutte valeva il concetto, impossibile non notarle. Non dico che mi sia presa la sindrome del brutto anattrocolo, sarei bugiarda,  ma comunque come ogni donna penso di aver fatto la radiografia all’abbigliamento, agli accessori e alle capacità danzanti di ogni persona di sesso femminile presente.

Ecco perchè quando mi è capitato tra le mani il pezzullo di Aldo Cazzullo (e ho fatto anche la rima) in cui spiega per quale motivo gli piaccia Scarlet Johansson (dalla rubrica “quello che gli uomini non dicono” in Io donna del Corriere della Sera 12/04/2008 pg 46), ho pensato di riproporlo in queste pagine.  Per citare il mio ex capetto (quello che si ammazzava a solitari) “a mio modestissimo parere che peraltro condivido” vale la pena di essere divulgato e celebrato come un tantra, i grossetti non sono miei, a differenza delle sottolineature.

“La bellezza non è mai uguale a se stessa, ogni epoca com’è noto ha avuto il suo codice estetico. Le donne rosee e tonde di Tizianao o di Renoir oggi sarebbero oggetto di scherzo. Ma anche le donne ossute e distanti delgi anni Settanta sono ormai desuete. Oggi, l’industria dello spettacolo e dell’immaginiazione erotica prevede che la donna sia innanzitutto lunga, sia pure a discapito della sua femminilità, ed eccessiva: nelle labbra, nello sguardo , nel tratto. Donne pensate e (ri)fatte per essere viste da lontatno, in tv, da sottou n palco, e quindi molto diverse dalle donne vere. No conosco un solo uomo che preferisca una storia con queste donne di carta o di plastica che con la vicina di casa. Ma, dopo averlo scritto, ho ricevuto mail e messaggi increduli, tipo: “Vorrei vedervi di fronte a Claudia Schiffer”. Ma il putno non è questo. E’ evidente che la Schiffer sarebbe una vicina di casa quanto mai desiderabile. Ma la Schiffer non abiterebbe mai in un quartiere piccolo o medio borghese come il nostro. E’ destinata a rimanere una donna immaginaria; che per giunta non lascia molto all’immaginazione.

Ma, come tutte le regole, anche quelle che in tempi banali disciplinano la bellezza possono essre contraddette. Lo dimostra il successo di Scarlett Johansson. Che non rientra nei parametri: è piccola e rotondetta. Ma la sua arma è proprio lo scarto della norma. l’età indefinibile. L’imprevedibilità, anche erotica. Mentra una Aida Yespica non cela troppi misteri, da Scarlett non sai mai cosa aspettarti.

 

Lo so che magari se stiamo passeggiando in città e passa una delle tantissime modelline che in questi giorni impestano la città e ci fanno sentire brutte e inadeguate, loro girano la testa sul collo in una piega talmente innaturale che non ci si spiega perchè non gli si spezzi (il collo) sul momento, senza bisogno del vostro intervento.

 

Annunci

5 Risposte to “Lo scarto dalla norma o della imprevedibilità erotica”

  1. In tema di personaggi VIP adoro Eva Mendes e Jada Pinkett Smith, la signora Smith.

    Entrambe abbastanza fuori stardard

  2. Beh la mendes scusami tanto è una gran bella figliola.. se no lo è lei.. noi comuni mortali che siamo?

  3. Mio figlio adora Scarlett.

  4. […] Di Trippi Venerdì sera sono andata a ballare in un posto in cui non ero mai stata prima, il Picasso di Vergiate, vicino a Sesto Calende (dove c’è un altrro locale molto bello e famoso, La Marna). Occasione: il compleanno di una ex compagna di corso del Signore delle tempeste. Il locale e la musica, … Source: Lo scarto dalla norma o della imprevedibilità erotica […]

  5. alianorah: tuo figlio conferema di avere davvero buon gusto!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: