Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Oggi è il giorno dell’ambiente, gli altri 364 no!

 

 

Di Trippi

se siete a casa potete ciucciarvi una full immersion patetico ecologista o emotivo terroristica su National Geografic Channel, Discovery Channel, Sky cinema mania (“una scomoda verità”, “microcosmos il popolo dell’erba”, “il popolo migratore” attenzione attenzione un intervista esclusiva a Jovanottti). Tra gli “eventi a Tema” se siete a Roma la mostra di Chris Jordan, il concerto in piazzza del Campidoglio “Nat Geo Music live: musica per l’ambiente (pensavo che al massimo la musica fosse d’ambiente).

Certo ben vengano tutte queste iniziative, ma qualcuno mi spiega che senso hanno queste giornate? Un pò come le domeniche ecologiche hanno il potere di farmi saltare il nervo e alterare il ph della pelle. Anche perchè tutti come emeriti pecoroni ci mettiamo in fila in bici, a piedi o sui pattini e andiamo a farci depositare sulla pelle, in pieno centro città, le polveri accumulatesi nei giorni precedenti e quelle che emettono tutte le macchine autorizzate a circolare con deroghe di vario tipo e titolo!! Se vogliamo parlare dell’ecopass che abbiamo in esclusiva qui a Milano poi, mi scappa proprio una grassa risata! Ah si altro che ecopass, ecotass, perchè basta pagare e si circola, ovvio, non pagano i soliti furbi o se ne strafregano allegramente quelli che i problemi per fare quadrare i soldi a fine mese non ce li hanno e vanno in giro con quei cosoni ambulanti di SUV, hammer & Co! I comuni sfigati che usano i mezzi dell’atm invece si divertono con la roulette russa dei vagoni e dei percorsi della metro!! Infatti non passa settimana in cui non si butti qualcuno tra le rotaie preso dalla disperazione!! E ci credo! Siete mai saliti su un vagone nell’ora di punta? Se volete mettere alla prova la vostra capacità di sopportazione del prossimo o siete in vena di corsi di sopravvivenza niente di più indicato che un tuffo nella giungla cittadina tra le 8 e le 9.30 del mattino ( o viceversa tra le 5 e le 7 del pomeriggio)! tra effluvi dentali e ascellari, spinte e compressioni varie, flussi di gente che emigra dal treno verso l’esterno, beh auguro al povero malcapitato che non conosce le dinamiche di non dover o voler sperimentare percorsi alternativi!! Si perchè se si è una piccoletta come me, per esempio, si può essere trascinati effetto sandwich dalla folla senza neanche bisogno di mettere i piedi per terra, basta stare nel mucchio e non voler cambiare direzione!!

Non accusatemi di aver poco spirito ecologista, non è così!! Riciclo da oltre 10 anni, faccio raccolta differenziata, appena posso lascio l’auto a casa e vado a piedi o in bici! Ma non mi si pigli in giro con ste giornate dell’eco-coscienza e del pianeta da salvare quando lo smaltimento della spazzatura non dico di una regione, ma di una città è una emergenza da 14 anni!

Quando poi leggo queste notizie, poi, la risata non è più grassa, ma ecosostenibile e mi ritrovo a rotolarmi sul pavimento!!

Chiunque lavori o abbia lavorato in una grande azienda sa che ‘ste boiate sulle linee guida, le home page verdi con piante più o meno rigogliose e impegni sempre al futuro sono come il protocollo di Kyoto. Qualcosa di cui tutti parlano, tutti rispolverano nelle grandi occasioni, ma per il resto del tempo sta li come lettera morta cui nessuno si cura ma si guarda e si passa!!

Annunci

5 Risposte to “Oggi è il giorno dell’ambiente, gli altri 364 no!”

  1. sono d’accordo con te!

  2. mi perdonerà chi, per lavoro, mi e ci costringe ad audit (e pre-audit) per la certificazione ISO 14001….
    uah uah uah uah
    la grassa ed ecosostenibile risata la dedico a loro 🙂

  3. sono d’accordo col titolo scelto.

  4. Occhi: 😉

    Chica: secondo me tu ieri hai vinto il premio della più ecologica d’europa!! Con tuttti gli sbattimenti avanti e indietro tra site manager e co… La tua camicetta a furia di riciclare sembrava un cassonetto per la raccolta differenziata!! ahahah! Viva i magazzini ecosostenibili!

    Antonio: pensavo proprio al paradosso di Napoli e alla ridicolaggine di questi risvegli che appunto valgono un giorno!

  5. trippi: si..i magazzini abbandonati a loro stessi fino a che l’ente che ti deve dare la certificazione non viene a fare un’ispezione…questo si! che serve per minimizzare l’impatto sull’ambiente! evviva l’ipocrisia!!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: