Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Conoscersi, capirsi e sentirsi liberi di scegliere

A grande richiesta,ecco il primo e vero post dello Zio Buby!

 

Argomento? Eccheccazz…non avete letto il titolo?

 

Non ho la presunzione di sentirmi un luminare sul tema dei rapporti di coppia, anzi, per citare il sommo poeta Caparezza, iodellavitanonhocapitouncazzo.

Ma essendomi trovato single ad un passo dalle nozze e costretto a dovermi confrontare con l’altro sesso nella “ricerca” di una compagna, vorrei mettere a disposizione dei tanti frequentatori di questo blog il sunto dell’esperienza acquisita in questi mesi; chissà che non serva a qualcuno per schiarirsi le idee…

In caso contrario, sarò pronto a subire la fitta sassaiola dei dissensi.

Partiamo dal fatto che per natura l’uomo (inteso come genere umano) non è fatto per stare da solo. L’orgoglio single, scusate la troppa sincerità, è un’emerita cazzata. Se così fosse, il genere umano sarebbe estinto già dall’uomo di Cro-Magnon in poi, ed ora a fare la voce grossa sarebbero probabilmente gli scarafaggi.

Se la razza umana è arrivata evolvendosi fino ai giorni nostri è la prova tangibile che non sbaglio. Quindi, cari lettori e lettrici, non mentite a voi stessi, siamo tutti alla ricerca della famigerata “altra metà della mela”.

Proprio a causa dell’evoluzione, l’uomo, in quanto unico animale fornito di intelletto, ha sviluppato un “sistema” per cui raggiunto un certo grado di maturità si mette alla ricerca dell’altro sesso,dapprima per esplorane la realtà, le mille differenze e sfumature (questo solitamente accade nell’adolescenza al sorgere dei primi pruriti sessuali) fino a che in età adulta, decide di accoppiarsi con quella che in teoria dovrebbe essere l’anima gemella, con la quale metterà al mondo degli eredi che a loro volta seguiranno lo stesso percorso.

 

Veniamo ai giorni nostri,il 60 – 70% della popolazione mondiale ancora si comporta così, specialmente nei paesi del terzo mondo, dove il metter su famiglia è una questione di sopravvivenza.

Per chi come me fa parte del rimanente 30 – 40% e vive in un paese civilizzato ed industrializzato incomincia il calvario…Perchè alla soglia dei 33 anni sono ancora single?

 

Errore di valutazione? Ecco la prima delle cause.

Eppure ero pronto a fare il grande passo, mutuo, casa arredata di tutto punto e prenotazione della sala per il rinfresco. Cosa è andato storto? La risposta è semplice, mi sono reso conto, forse un po’ tardi lo ammetto, che non era “LEI” la mezza mela che cercavo.

Ho impiegato 13 lunghi anni, ma alla fine l’ho capito! Ammesso con estrema onestà l’errore mi sono ritrovato single.

In quel momento avevo due alternative: spegnere la mente e farmi trasportare dal turbinio delle illusioni oppure ricostruire mattone su mattone una nuova esistenza.

Dapprima ho spento il cervello, vivendo ogni momento come se non ci fosse un domani. Ma puntualmente il domani arrivava e portava con se l’insoddisfazione di una vita senza meta. Fu a quel punto che capii che era ora di rimboccarsi le maniche, era ora di fare i conti con me stesso.

 

COSA VUOI DALLA TUA VITA ZIO BUBY?

Mmmmhhhh…..

Intanto se non sai dove stai andando fermati e cerca di capire dove sei finito.

Una volta capito dove sei finito trova il modo di uscirne prima che sia troppo tardi.

Uscitone, cerca di capire chi sei e quanto vali, sinceramente.

Se pensi di valere poco, rifonda te stesso al fine di diventare una persona migliore.

Se non ce la fai da solo, circondati di persone che possano aiutarti ad esserlo ed evita chi ti da sempre ragione.

Ripensa ai tuoi errori con estrema onestà e non vergognarti di ammetterli.

Ascolta le altrui esperienze e falle tue, il giorno che toccherà a te saprai come comportarti.

Decidi quanto deve valere una donna per stare con te.

Cosa più importante,decidi tu e non lasciare che siano gli altri a decidere per te.

 

Le donne con cui sono uscito in questi mesi non hanno capito. C’è chi mi ha etichettato come presuntuoso, arrogante e snob. Un mio caro ex-amico mi considera un senza palle solo perchè non esco il sabato sera con l’intento della caccia grossa. Secondo lui non è naturale un atteggiamento come il mio. Ma come dice la mia cara sister chica mala, quando si pesca a strascico si tira su un po’ di tutto…Compresi copertoni e scarpe vecchie. No grazie…

Ho la presunzione di non essere considerato un pezzo di carne. Sono un essere senziente con idee e sentimenti.

Io le donne le rispetto fino a prova contraria e quando smetto di rispettarle smetto di vederle. Lascio volentieri agli altri maschietti le donzelle che mi vedono come un oggetto sessuale, certo mi fa piacere, ma non credo sia il genere di donna per cui investire tempo ed energie. Per non parlare di quelle che hanno avuto paura delle mie idee!

 

Eppure a sentirle parlare cercano tutte un uomo che sappia quello che vuole, maturo e lungimirante…

 

In tutta sincerità vi dico che mi sento meno solo io di chi ha 2/3 appuntamenti galanti a settimana, a proposito vorrei mettere in guardia queste persone: non lamentatevi se il giorno dopo il telefono non squilla, e soprattutto non lamentatevi se a quarantanni vi accorgerete di aver commesso l’ennesimo errore di valutazione. Potrebbe essere davvero troppo tardi…

 

Dedicato a Pytta,con tanto affetto.

 

Zio Buby.

Annunci

25 Risposte to “Conoscersi, capirsi e sentirsi liberi di scegliere”

  1. Anch’io sister…mucho mucho!

  2. Grande Zio Buby, confermo quello che ci siamo detti davanti a una tazza di caffè con te e la Chica questa mattina, è la paura di restare soli che ci spinge a caricarci le prime buste della monnezza senza neanche tentare un minimo di selezione o apputno di “raccolta differenziata”. Ieri sera ho visto il film Rue de Plaisirs e li la scelta della persona sbagliata non è deleteria, è proprio LETALE!!! La protagonista finisce infatti con il morire per gli errori del proprio compagno! Per fortuna nella vita reale non si finisce con il morire, ma a volte un pò si, lo si fa!!

  3. Non fosse per la differenza di età (3 anni se ho ben capito), io e te, zio Buby, saremmo fratelli gemelli. Almeno negli ideali.

    Bel post.

  4. p.s. per la cronaca: lo zio buby si è deciso ad iscriversi ad u corso di latino-americano per principianti.. ma questa è un altra storia..uno dei miei ..o dei suoi prossimi post 😉

  5. Un’incoraggiamento alla zio Buby, che la vuelta e il cross siano con te.

  6. caro zio Buby……grazie della dedica…..ho letto molto attentamente.

  7. zio Buby, io e te siamo nelal stessa situazione, o quasi (fatti raccontare da chica un riassunto): 35 anni, 5 anni di fidanzamento, mega-appartamento in ristrutturazione, intenzione CHIARISIMA di sposarsi ma nulla ancora fatto in attesa di spostarci nella nuova casa, la maggior parte dei mobili giá posseduti, progetti, etc. etc. e poi bum!!! mi lascia, io provo a far qualcosa ma troppo presto, e quando forse é ora di agire per riprendersi il tutto mi rendo conto che no, mon é + quello che voglio perché lei si é dimostrata quello che non voglio: in un momento difficile (veramente difficile: tanti soldi per la nuova casa, incidente in moto, operazione, riabilitazione, concorso per un nuovo lavoro quindi tanto studio, seguire i lavori di casa nuova, nuovo lavoro, morte del nonno di lei, morte di mia nonna, la vita di tutti i giorni, etc etc) lei che fa: SI SENTE SOLA!!!!!! Io come un mulo ad andare avanti, nonostante i suoi scazzi su minchiate incredibili, stanco e distrutto ma pur convinto di perseguire il fine ultimo (finire casa, traslocare, sposarsi) e lei SI SENTE SOLA, punta i piedi, non si sente amata e invece di supportarmi si lamenta, mi lascia, mi dice che non mi ama, che non vuole sposarsi e ricominciare, poi peró mi accusa di non aver fatto nulla per riprendermela e si sente anche in diritto di essere delusa perché invece di riconquistarla mi son messo a cazzeggiare su internet…

    Eppure, anche se dovrei essere ancora distrutto e provato da tutto ció (e lo sono stato) la voglia di stare da solo é poca e la “caccia” é ricominciata nonostante tutto…

    peró anche io non sono un pescatore a strascico: non ci riesco, non mi viene bene, ed infatti di venerdi sera alle 23:30 sono a casa a bloggare invece di rimorchiare con il mio amico quarantenne e single che mercoledi sera mi dice: scusa ora ti saluto che ho un appuntamento, con una? dico io, si, qui in centro?, no su chat tra 40 minuti, vado sennó magari non mi trova…

    la cosa che mi fa specie é la seguente: le donne si lamentano degli uomini, gli uomini delle donne, sar;a quindi che il futuro dell’umanitá é nelle mani di quei pochissimi che si lamentano della stessa cosa, si incontrano si capiscono e si piacciono?

    la mia opinione é che oggi nessuno é disposto a fare sacrifici per il bene comune della coppia: ci si prova ma poi si scoppia percé lo si vive come un peso… e questo lo si nota giá dal primo appuntamento, in cui si mettono in chiaro, volendo o no, tutte le cose su cui non si transige: ah guarda io alla pizza con le amiche tutti i giovedi non ci rinuncio, a guarda io la domenica allo stadio sempre, ah peró io ho un cane e sti cazzi che sei allergico, ah guarda io fumo a letto e se non ti va vai in bianco, ah ma qui, ah ma li…

    ooohhhh, take it easy, relax, non é una guerra, c’é tutto il tempo del mondo (come dici tu) di conoscersi e capirsi per poi poter scegliere, ma non costringermi a scegliere giá da subito sbattendomi in faccia le condizioni…

    bon, forse mi sono un pó perso nel discorso… 😉

  8. che tristezza…cmq da come parli sembri esserne uscito…dev’essere stata dura!sei un grande,in bocca al lupo!

  9. gandalf: ……a volte penso che più che paura di perdere la propria libertà si abbia paura di perdere le proprie abitudini per acquisirne delle altre.
    assurdo non trovi?

  10. Buby sei un grande…un me al maschile. Solo che io sono single da sei anni, e con sta testa che ho ci rimarrò almeno per altri 600. Meno male che non son nata ai tempi dell’uomo di Cro Magnon.

  11. Grazie alianorah,sono contento si sapere che siamo in tanti a pensarla allo stesso modo,chissà che i nostri buoni propositi non siano premiati un giorno.Gandalf,permettimi un consiglio,continua a lavorare su te stesso…La strada sarà lunga ed in salita ma è quella giusta.Non guardarti indietro se non per non commettere,se mai tu ne abbia commessi,gli stessi errori.Il mio grido di battaglia è “il mio fine è di fare di ogni fine un buon inizio”.A buon intenditor…Cristian,grazie dell’incoraggiamento per il corso di ballo!
    Siempre Adelante bella gente!

  12. pytta, vero, é questo il motivo per cui molte persone restano insieme nonsotante tutto o si riprendono quello perso, sintetizzato alla grande dalle “bruttissime” parole di califano

    Tu ormai pe’ me sei l’ultima occasione;
    sei giovane, sei bella e me stai bene,
    te pare poco dì, te pare poco, nun devi ave’ paura io nun gioco,
    io qui sto rilassato e chi se move,
    fori fà pure freddo e come piove…

    FORI FA’ FREDDO E COME PIOVE

    e qui torniamo al discorso del chi si accontenta gode cosí cosí…

    Buby, chi non ha mai commesso errori? Ma il prezzo pagato deve essere proporzionale, perché se é vero che il totale é la somma delle parti, nel commettere gli errori ho notato una cosa ricorrente: si sbaglia un poco ma non si paga, si sbaglia un poco ma non si paga, si sbaglia un poco ma non si paga, si sbaglia un poco ma non si paga, .., si sbaglia un poco ed alla fine si paga tutto insieme un prezzo troppo alto.

    Bisogna avere il coraggio di spazzare via le foglie morte
    http://thegios.blogspot.com/2008/03/angoli.html

    chica, mi sa che mi son dilungato cosí tanto che il tuo riassunto non serve piú 😉

    UN BUON WEEKEND A TUTTI

  13. grande zio buby bel post, spero che ci sarà occasione di leggerne altri. devo dire che ,per quel poco che ti conosco, hai avuto una bella forza nell’affrontare quello che ti è successo, con tutto quello che ne comporta ovviamente.
    Farò tesoro delle tue parole, come quelle della chicamala e della pytta.

    P.S. ben arrivato 🙂

  14. Heiii stiamo diventando una bella famiglia allargata 😀

  15. Avrei così tanto da commentare che non scrivo nulla. 🙂

  16. ma che e’ oggi, tutti impegnati al lavoro? 🙂

  17. idem qui!!!! 🙂

    buona serata che alemo mper me e’ finita!!!!!!!!!! 😉

  18. oh, ma non dite niente che ho cambiato foto? 😉

  19. io l’ho vista..complimetoni!

  20. altra giornata di duro lavoro vedo…

    pure qui guarda si son svegliati tutti come gli orsi in letargo con l’arrivo della primavera… 🙂

  21. e caro zio Buny,
    son pensieri saggi i tuoi, quelli che iniziano quando inizia una maturità diversa
    vero ci sono uomini che non hanno età, come nel web ne trovi di 60 anni pronti a far di tutto…a far che poi?
    posso dirti meglio averlo capito prima? e si dopo le decisioni sarebbero state più difficili
    sicuro è che il logorarsi per trovare non lo trovo giusto, essere se stessi sempre e sempre in meglio
    e la vita porterà le risposte 🙂
    e leggendo posso dire che le fondamenta per meritarle non mancano..
    come diceva Bernie…la fede fa tutto avverare 😉
    buona giornata

  22. Immagino che lo Zio Buny sia io…
    Beh,a dire il vero caro/a irish cofee di risposte non ne ho avute ad ora,ma quanto meno mi sono risparmiato di pormi altre domande in futuro.
    A proposito di miracoli,tu ci credi ancora?

    Salutoni!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: