Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Bimbi? No grazie!

 di Trippi

Tra ieri sera e stamattina toccata e fuga in città della mia amica sardo/milanese/texana Mandrinella. Lei, nata ad Asti, cresciuta tra il Piemonte (fino ai 10 anni) e la Sardegna (fino ai 20), una lunga convivenza in un monolocale della milanesissima Paolo Sarpi (dove i cinesi erano già tanti ma non c’erano tutti i casi di adesso). Un matrimonio americano e ora abita da 8 anni a Houston, dove è una delle vicedirettrici di un Wal Mart, i superstore in cui puoi comprare, e restituire dopo averlo disintegrato, qualsiasi oggetto ti suggerisca l’umana immaginazione!

Mandrinella è una delle mie più care amiche, quella con cui sognavo California da ragazzina, quella con cui avevo pianificato, parlando in inglese per non farci capire da un’altra amica, la fuga da casa.

E’ l’amica con cui pattinavo tra i vicoli e le buche della strada, quella con cui bevevo le parole del padre sul comunismo tra una sessione e l’altra di ascolto di “Radio Mosca”. Con lei condividevo il sogno di un viaggio on the road, dal texas al messico, e gli stessi obiettivi di carriera, la stessa concezione della vita di coppia. Era quella che come me pensava che matrimonio e figli fossero un qualcosa che forse, chissà, ma per ora “NO, grazie!”.

Ora che quell’orologio biologico è diventato una sveglia biologica, ci siamo ritrovate ieri, uno sguardo complice, un sorriso e una speranza di “essere ancora in tempo” prima che sia troppo tardi.

Nello stesso tavolo a mangiare con noi “pizza e capuccino without foam” due quarantenni senza figli. La prima, americana, donna in carriera, appagata e soddisfatta della sua singletudine riversa le sue cure amorose su un tavolo di blackjack. La seconda, italiana, sposata da 10 anni dopo anni di fidanzamento, durante i primi anni di matrimonio non ha voluto figli e ha riversato tutte le sue amorose cure materne su un nutrito numero di cani e un gatto che accudisce e coccola come dei bambini.

Mentre stavo li ad ascoltare i fiumi di parole dell’italiana amorosa sulle imprese dei suoi piccini sentivo l’eco di mille discorsi simili nelle cene con le coppie di amici sposati e riprodotti sulle mirabolanti imprese compiute dai propri pargoli, novelli Eiffel del lego o Mirò del pasticcio sul muro. Manco a dirlo, mi si è accapponato il nuraghe sulla shiena, ma che ve lo dico a fa?

Lettura consigliata a me e alle donne sull’orlo di una crisi di maternità mancata:

 

Corinne Maier (psicanalista francese, madre di 2 bambini) “No kid. Quaranta ragioni per non avere figli”, Bompiani editore, in uscita in questi giorni!!

In una classifica “ridotta” una parte dei 40 motivi per non scegliere la maternità rilevati dalla psicanalista Corinne Maier

 

1) Il parto è una tortura
2) Diventerete dispensatrici ambulanti di cibo
3) Lotterete per continuare a divertirvi
4) Perderete i contatti con gli amici
5) Dovrete imparare un linguaggio da veri idioti per riuscire a comunicare con i vostri figli
6) I figli uccideranno il vostro desiderio
7) I figli suonano la campana a morto della vostra vita di coppia
8) Fare figli è da conformisti
9) I figli costano
10) Verrete ingannati pensando che non esista niente come un figlio perfetto
11) Sarete inevitabilmente delusi dai vostri figli
12) Tutti si aspetteranno che voi siate una madre prima che una professionista e una donna
13) Le famiglie sono un incubo
14) I figli mettono fine ai vostri sogni dell’infanzia
15) Non smetterete di desiderare la completa felicità per la vostra prole
16) Stare a casa a badare ai figli è incredibilmente noioso
17) Dovrete scegliere fra maternità e carriera
18) Quando arriva un figlio, di solito scompare il padre
19) Ci sono già troppi bambini sul pianeta
20) I figli sono pericolosi: vi portano in tribunale senza pensarci un secondo.
(fonte corriere.it)
Annunci

14 Risposte to “Bimbi? No grazie!”

  1. dieci anni fa mi colpì un forte desiderio di maternità..ando piano piano scemando, ora è decisamente vicino allo zero..
    i bammini mi piacciono ed io piaccio a loro ma, a piccole dosi..

  2. ma poi la fuga da casa?
    l’avete fatta o no? 🙂

    ** vabeh io i sento ancora una bocia…però i bambini mi piacciono un sacco…se sono degli altri. più che altro mi piace sempre meno il mondo in cui dovranno vivere, non so se avrei mai il coraggio di fare questo “torto” a mio figlio….costringerlo a vivere in questo povero mondo**

  3. piuttosto, in una coppia affiatata dove va tutto bene, ci si ama, si compra casa, etc etc etc insomma ALLA GRANDE, se lui i figli non li vuole e lei si, che si fa? chi e’ che deve rinunciare? lui, lei o entrambi e lasciarsi?

    e’ facile dire io non voglio figli se si e’ single o acoppiati con chi la pensa allo stesso modo, ma se cosi’ non e’?

  4. Chica: Mai ticchettato prima.. pensavo di essere malata o poco donna!!Come scusante usavo il fatto che essendo la sorella e la cugina più grande ho fatto la mamma prima del tempo.. Anche a me non piaccioni i figli degli altri, soprattutto quando sono maleducati!!

    Joe: si l’abbiamo fatta. Sapevano persino in che negozio io e la mandri ci fossimo fermate a comprare lo spazzolino da denti e le mutande che avevamo lasciato a casa scappando in tutta fretta! Da scriteriate psicolabili ridiamo ancora adesso al ricordo della telefonata della mamma francese di una nostra amica che con un italiano tutto suo ci supplicava di tornare a casa “Mandrineglie torn a cas ta mere piaanssce abbracciande le scissciobelle” (il cicciobello) questo per dare un’idea delle donne bambine che eravamo!!

  5. Gandalf: e chi ti ha detto che io e la mandri eravamo single? No lo eravamo!! L’altro in entrambi i casi voleva il matrimonio e i figlio.. noi abbiamo continuato a non volere. le sotri sono finite. dopo tanti anni in entrambi i casi, con tanta sofferenza e difficoltà. Ma sono finite. E’ così, una coppia si regge su obiettivi comuni, può essere la casa, un lavoro, un figlio, i viaggi. Ma l’obiettivo deve esserci sempre, quando lo si raggiunge deve subito subentrarne un altro.. altrimenti la coppia non ha più senso! Ecco perchè moltre coppie basate sui figli scoppiano quando questi crescono e vanno vi adi casa, o una volta fatta carriera o una volta comprata la casa. perchè poi.. che fai?

  6. trippi, parlavo in generale, non nel vostro caso specifico…

    il problema é che non cominci una relazione pensando subito ai figli, possono passare anni prima di affrontare il discorso, e quando sei in una situazione idilliaca in cui ti ami alla follia, tutto va bene, tutto ok, etc etc e non potresti vivere senza, ecco che uno dei due vuole un figlio e l’altro no: che fai? sarebbe un peccato lasciarsi, no? e chi rinuncia dei due?

  7. Ci sarà pure qualche pro da qualche parte. Ad esempio mio figlio mi ricambia i bacetti pure quando dorme. Mica è poco!

  8. Alianorah:L’autrice del libro ha due figli!! E’ una mamma!!Ci mancherebbe cha non abbia punti a favore. Mia mamma ha deciso di avermi da sola, quando le single non esistevano! Una donna con le palle! Io e la mia amica mandri non abbiamo avuto figli e neanche la volgia di farli forse, semplicemente perchè non avevamo accanto la persona giusta. Quella con cui non avremmo preso in casa neanche un gatto! O forse non era il momento.. non so cosa ci sia scasttato ora.. forse è solo paura di rimanere soli! Cerco di razionalizzare e spiegare questo cambiamento ma si sa quando si trata degli altri siamo bravissimi, ma non quando si tratta di noi!

  9. non è semplice ma sono d’accordo con te che le cose si vogliono e si fanno in due per il resto, ogni testa è un tribunale, quindi anche ogni storia, rivisito il proverbio 😉

  10. L’età e la condizione mi portano sempre più lontano dal discorso figli.
    E mi si creda, è ciò che temo di più attualmente.

  11. Occhi: verissimo ogni storia è a se, siamo noi che tendiamo a ripetere gli stessi schemi di comportamento, sbagliando!!

    Cristian: le tue paure sono le mie. Mi dico che non ho un lavoro stabile, che non sarei in grado di mantenerlo. ma poi mi chiedo se non siano scuse anche queste!

  12. Cristian: ps ovviamente mi riferisco alla mia etrà e condizione! Quanto alla tua, mi tiene aggiornata Chica e sono certa che troverai a breve una persona speciale perchè tu sei una persona speciale!!! Un bacio da una delle tre vipere!!

  13. sono certa che troverai a breve una persona speciale perchè tu sei una persona speciale!!!
    Amen! :mrgreen:


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: