Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

quesito di Pytta & Chica Mala a 4 mani

Di Chica Mala & Pytta

paletto

Questa mattina ci chiedevamo se, all’inizio di una frequentazione sia saggio mettere i cosiddetti “paletti”. O meglio, il fatto di volere subito chiarire determinate cose tipo “devi sapere che io non sto a lungo con un uomo/donna” oppure “sappi che io mi ritengo libera/o, quindi tu puoi fare ciò che vuoi e viceversa” o ancora “la nostra è solo una frequentazione, prendiamola per quello che effettivamente è”.

Il punto è questo: se poi la storia diventa qualcosa di più? se proprio la persona che aveva affondato e cementato tali oggetti delimitanti è quella che decide di mettersi in gioco? 

se chi si è trovato di fronte allo “sbarramento”, nel momento in cui l’altro si appresta a toglierlo non è più disposto a passare oltre?

..Qui, le considerazioni della Pytta:

Oggi ho imparato una vecchia ma grande lezione grazie alla Chica e allo Zio Buby.

GLI UOMINI O STANNO SOPRA O STANNO SOTTO, O FANNO I PRINCIPI O TI RENDONO PRINCIPESSA.

Questo sempre…..aggiungo io.

Indipendentemente dal rapporto che si instaura con essi, indipendentemente dal tipo di liason.

La domanda è: E’ GIUSTO FARE DELLE PREMESSE AVVIANDO UNA RELAZIONE CON UN UOMO? METTENDO IN CHIARO CIO’ CHE SI PUO’ OFFRIRE E CIO’ CHE NON SI PUO’?

Io ho sempre creduto di si, perchè sono sempre stata convinta che fosse un modo per preservarsi dalle delusioni.

Ora come ora però, a tal domanda non saprei cosa rispondere.

Le evoluzioni della mente sono imprevedibili, i voli pindarici dell’anima sono il rischio dietro l’angolo.

Se si casca due sono le cose: o ci si rialza…o si casca di brutto

Annunci

10 Risposte to “quesito di Pytta & Chica Mala a 4 mani”

  1. mai dire mai…

    battute a parte… la mia migliore amica ha iniziato una relazione dove lui aveva messo in chiaro non dei paletti ma piuttosto dei tralicci della luce, eppure lei li ha voluti ignorare: li vedeva, era no li’, ma li ha ignorati, e s’e’ fatta male… Inutile dire: ma lui pero’ mi ha dato l’impressione che… perche’ tanto l’ impressione era una cosa ma i paletti comunque rimanevano li’, ben visibili… Quindi lei era ben conscia che aveva attraversato il confine, si era semplicemente fatta delle illusioni sul fatto che lui magari i paletti avesse semplicemente dimenticato di rimuoverli… e invece no: lui ci aveva persino messo un allarme a raggi laser al confine, che prontamente e’ suonato e l’ha fatto b attere in ritirata…

    e se lui non avesse messo i paletti? beh, la mia amica si sarebbe comportata allo stesso modo… e sarebbe andata a finire allo stesso modo…

    in entrambi i casi la mia amica si sente o si sarebbe sentita in diritto di parlar male di lui: nel primo caso perche’ lui, dice lei, ha dato l’impressione di essersi dimenticato dei paletti per poi ricordarteli quando passi il confine (ma lui era gentile, amorevole, ma lui si comportava come uno che ama, ma, ma , ma…), nel secondo caso perche’ lui non avrebbe messo in chiaro le cose dall’inizio e quindi sarebbe risultato stronzo nel farcela credere mentre invece non voleva nulla piu’ ch equalche sana scopata…

    il tutto per dire che i paletti servono solo per farsi incolpare di qualcosa di diverso, ma alla fine una colpa te la danno comunque, quindi come caschi caschi, caschi male…

  2. parole sante Gandalf, con l’aneddotto della tua amica i fai una parafrasi perfetta di ciò che intendevamo

  3. hee hee heee
    adesso vado davanti lo specchio a darmi un po’ di bacetti allora 🙂

  4. Secondo me è inutile metter le mani avanti, tanto poi se si deve cadere, si cade e ci si fa male lo stesso. Ogni storia è a sé, per cui se si decide di viverla, bisognerebbe partire con la mente libera e senza troppi preconcetti. Anche se non è facile.

  5. alianorah: infatti non è facile….esattamente come si è dimostrato.
    la carogna sulle spalle c’è ancora, magari non sarà piena come all’ inizio della giornata……ma quel quarto rimanente pesa ancora.
    …….questa volta mi sa che ho leggemente toppato. avrei dovuto lasciar correre e vivere tranquillamente, tanto cmq sono stata trascinata dagli eventi……
    hehe………..poco male. almeno in questo caso il tempo di chiarire il tutto c’è.

  6. alianorah: forse si, ti fai male lo stesso ma tra sbucciarmi le mani e “pestare il muso” in terra… beh fa meno male la prima.

  7. I paletti, io li metto solo sul lavoro. Quelli che metto nella vita privata non sono dichiarati, mi limito a qualche semplice regola che non ha bisogno di essere dichiarata. I castelli in aria se la persona mi piace me li costruisco sempre e comunque, a prescindere da qualsiasi premessa, poi se e quando il principe ritorna rospo e il castello implode.. mi lecco le ferite e riparto. Comunque si cada ci si rialza, sempre. Cambiano i tempi con cui lo si fa, a volte subito con un saltello e ci si guarda intorno con la speranza che nessuno si sia accorto di niente, altre volte serve qualche benda.. ma passa.

  8. Chica volevo segnalarti che il tuo indirizzo flickr è sotto la voce sesso, vabbè che ci sono degli uccelli, ma sai com’è qualcuno potrebbe fraintendere!!

  9. se posso dire la mia ..sono d’accordo con alianorah… non credo sia giusto mettere paletti di nessun tipo..le cose vanno come devono andare..e le illusioni bene o male se una persona ci piace..ce le facciamo cmq..tanto vale viversela..senza troppe paturnie!
    come va..va… alla fine se va male..per forza di cose ci si rialza! 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: