Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Pacchi, pacchetti e contropaccotto!!

pacchi 

di Trippi 

acc, lo so che ultimamente ho latitato, ma sto facendo i lavori per il nuovo appartamento. “Appartamento? Quale appartamento? Ma non abiti in un monoloculo?” direte voi!. Eeeh ci sono novità, grosse novità… anzi, 65 mq di novità. Raddoppio. Si è liberato un appartamento nella scala accanto alla mia, 3° piano, triesposto,  praticemente diroccato. La padrona di casa di casa mi ha fatto un offerta che non potevo rifiutare: “Dottoressa Trip, visto che ormai il suo fidanzato è in pianta stabile da lei, e non riesco a capacitarmene, perchè non venite a dare un’occhiata a questo meraviglioso bilocale con cuciona semiabitabile, sgabuzzino e parquet in camera, vista parco delle cave e LUMINOSISSIMO? per i primi tre mesi, visto che è da risistemare pagherebbe lo stesso prezzo che paga adesso, poi raddoppiamo l’affitto ma vuole mettere la differenza? E poi ormai siete in due!”

Sarà stata la luminosità, sarà stato il terzo piano, sarà stata la voglia di spazio, sarà stato il vantaggio di poter traslocare passando per la soffitta( il cui ingresso è proprio di fronte al mio appartamento) facendo passare la mia cianfrusaglia da una scala all’altra con un carrello, ma forse, ancora meglio, la voglia di vedere il Signore delle tempeste armeggiare con gli attrezzi per la ristrutturazione…

mi sono fatta abbindolare!

I lavori di ristrutturazione sono iniziati ai primi di gennaio, l’impianto elettrico, le piastrelle della cucina, la tinteggiatura  delle stanze era quanto avevamo messo in preventivo di cambiare o migliorare, ci siamo ritrovati SURPRISE, a prolungare i tubi per lo scaldabagno, cambiare le tubature in STAGNO dell’acqua in cucina, a dover raschiare la pittura precedente perchè si sfaldava e sfogliava, dovere ridipingere termosifoni e porte perchè scrostati e arruginiti, a dover buttare e sostituire gli zoccolini e i paraspigoli! Una casa Kinder, con la sorpresa dentro.

Un cadavere travestito da moribondo!!

La casa ci ha riservato un universo di difetti, finivi col rimediare a uno, iniziavi con l’altro. Il tutto peggiorato dalle mie pessime condizioni fisiche (problemi alla schiena e a un piede) che mi hanno reso più che inutilizzabile: un peso morto!

Per farla breve ora i lavori sono finiti (insomma, finiti, quasi finiti, manca un pezzo di zoccolino, una o due porte da imbiancare, qualche ritocco alla pittura, qualche placchetta e qualche interrutore..), passo il tempo ad inscatolare e pulire i mobili, ma non posso ancora trasportare niente, perchè non abbiamo ancora stipulato il contratto. La padrona di casa prima di darmi il secondo mazzo di chiavi e farmi traslocare vuole parlarci.

La vedremo intorno alle 6 e mezza! Secondo il Signre delle tempeste lei considera l’affitto dimezzato da quando ci ha dato il 1° mazzo di chiavi, a gennaio per fare i lavori, ora vorrebbe partire con l’affitto intero, secondo me può darsi che ci possa rimproverare di aver protratto troppo a lungo i lavori, ma da che mondo e mondo si paga l’affitto da quando ci si entra. Se mi viene dato un appartamento in condizioni disastrate e mi si dice che mi verrà fatto un prezzo di favore per rimetterlo a posto per me significa che inizio a pagare da quando entro dentro, a un prezzo di favore!

Per voi??

Comunque devo solo portare pazienza per qualche ora.. nel mentre vedo se riesco a disdire la parrucchiera per domani pomeriggio.. e spero di iniziare a portare i pacchi, pacchetti e non un pacco pacchetto e contropaccotto!

Advertisements

11 Risposte to “Pacchi, pacchetti e contropaccotto!!”

  1. O che bello, hai ristrutturato la casa, alla padrona, gratis e senza avere il contratto.
    Mmmmm complimentoni!!!

  2. Se vuoi puoi finire di ristrutturare anche la mia….

  3. acc!! non mettermi la pulce nell’orecchio!!
    comunque ci ho pensato anche io.. visto che la padrona è la stessa, al massimo mi faccio defalcare l’importo della risgtrutturazione dall’affitto del monoloculo1! 😉

  4. simoncello ha ragione peró: sti lavori doveva farli la padrona, tu restavi dov’eri e appena traslocavi iniziavi a pagare tutto l’affitto..

    e cmq quando metti mano ad un appartamento é cosí: inizi col dire faccio questo e questo e poi ti trovi coi muri spostati, lasciatelo dire da me che sto ristrutturando un appartamento di 140mq, un incubo a volte

    vai avanti con la consapevolezza che quando sará tutto finito te lo potrai godere appieno

  5. Confermo la tesi di entrambi.. infatti ieri pomeriggio ha cercato di far passare l’idea che dovevamo pagare l’affitto anche per il periodo della ristrutturazione…. le abbiamo detto che a quel punto non capivamo più dove stesse l’affare, se non per lei. Vabbè ci ha dato il secondo mazzo di chiavi e quelle della soffitta. Ci siamo lasciati con l’intesa di rivederci lunedì per la firma del contratto.. speriamo di non trovare altre sorprese!
    Intanto ho annullato la parrucchiera e proseguo il lavoro di pulizia delle finestre. Non vi dico la puzza di candeggina!

  6. Mmmmm, non capisco, c’è qualcosa che mi sfugge…cosa centra la soffitta.
    ………………………………………..
    AHhhhh adesso ho capito dopo che gli hai ristrutturato l’appartamento grande che la PADRONA affitterà a qualcun altro, ti manderà ad abitare in soffitta, così gli ristrutturerai anche quella!!!
    Però questo si che è un vero affare……..si…..per la padrona…
    ciapet….

  7. E poi ormai siete in due!
    Simil cose mi sono detto io fine 2003, “oramai siamo in due“, quindi via all’acquisto di 145 mq di casa con annesso (ovviamente) mutuo ventennale. Salvo poi scoprire dopo 4 anni che in due non si era più… ma il mutuo è rimasto.

    Per fortuna le situazioni non vanno a finire tutte così.

    Tornando al tuo caso, ristrutturare abbastanza profondamente un appartamento “non tuo”, la trovo una cosa quanto mai azzardata e poco intelligente (accettami senza offesa 🙂 ).
    Semmai, visto che “siete in due” avrei preso in considerazione un acquisto, cui legare un discorso mutuo (se necessario): paghi il mutuo (leggi affitto) per una cosa comunque tua (prima o poi eh eh eh).

  8. Caro Cristian, la Dr.sa Trippi la sa lunga, fidati; io stavo solo scherzando, (non si era capito che mi piace punzecchiare eh) vedrai che tra le sue peripezie e salti mortali con avvitamento quadruplo, tra un parrucchiere ed una danza salserea riuscirà a risolvere la situazione in bellezza….
    Al massimo ci sono sempre le roulotte!

  9. @Simoncello: non mi pare di aver messo in dubbio le capacità della Trippi (che tra l’altro non conosco, quindi a maggior ragione…).

  10. Cristian: Il dott/prof/ing Simoncello mi conosce bene personalmente, conosce il signore delle tempeste (non ricordo se ha conosciuto pure il mio ex). Mi ha fatto da consulente quando ho cercato di acquistare casa e mi prende bonariamente in giro ora che mi sono arresa all’affitto. Acquisterei volentieri ma non sono nelle condizioni economiche per farlo!! Spero di riuscirci… prima o poi! L’obiettivo è comunque quello!
    Besitos

  11. […] incontrato “casualmente” le prime volte qualche mese fa, durante il trasloco dal mio monoloculo del 5° piano all’appartamento attuale (stessa palazzina scale diverse), poichè usavo le […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: