Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Giocattoli da adulti

di Trippi

A Natale presi dall’enfasi degli acquisti il Signore delle Tempeste e la sottoscritta non solo hanno inondato i rispettivi nipotini, cuginetti & co di moto, ferrari e SUV giocattolo radiocomandati, ma hanno comperato un modellino di auto che va con una miscela a base di benzina per il loro  proprio sollazzo!

modellino

Pensavamo a un passatempo divertente in attesa di risalire sulla tavola da surf, da rivendere dopo essercisi divertiti un pò… ma nessuno dei due immaginava in che vortice di dipendenza da “Nitro” ci stavamo cacciando. A peggiorare le cose ed aggravare la “scimmia” poi, ci si è messo pure il comando elettronico del piccolo demonietto: sensibile ai disturbi elettromagnetici, è impazzito per ben due volte infischiandosene dei comandi e ha preso possesso della macchinetta che è andata  a schiantarsi, per ben due volte, a tutta velocita, contro un muro!

l’appeso

Un pò come sta facendo un amico di salsa, surf e ora anche di test di guida notturni. Premetto subito che è fidanzato stabilmente da ormai 6 anni, la sua relazione come una nave che naviga a vista, tra alta e bassa marea si è trascinata fino a oggi, evitando scogli salseri e iceberg affioranti. Lui e la sua donna hanno lavori che rendono quasi impossibile la frequentazione. Mentre il primo ha un’attività in proprio che sta decollando proprio in questo momento (ergo niente orari) la seconda lavora part time su turni e le ore si concentrano soprattutto nei fine settimana.

Il giovine solitario chiama l’altro ieri nel passaggio tra il 3° e il 4° Negroni Sbagliato. Ha biascicato qualcosa sull’approfittare per “caricarsi certe valigie” in assenza della sua donna, ci ha preso un pò in giro perchè non ci eravamo uniti alla sua prodezza piratesca. Il giorno dopo, più sobrio, tra salto e un testacoda del demonietto racconta di essere in crisi con la fidanzata e di sentire fortemente il peso di questa relazione inconsistente…

Insomma la sera prima i drink li trangugiava in compagnia di un’altra! Dice di volere il salto di qualità con la fidanzata storica, si rende conto che l’unico modo per portare avanti una storia tra persone che hanno orari paralleli è la convivenza… subito dopo ormai completamente disinteressato alle prodezze del modellino ammette che quest’altra gli piace davvero.

Ma allora io mi chiedo la sua relazione attuale, quella che dura da sei anni, non è nient’altro che una comoda ciabatta? Qualcosa di caldo e pratico da portare senza impegno finchè non si trova la scarpa che ci fa impazzire?

D’altro canto però la nuova storia non è l’equivalente della macchinina per me e il signore delle tempeste? Un passatempo in attesa della bella stagione che però può rivelarsi più impegnativo di quanto si potesse pensare all’inizio, assumere vita propria e causare uno schianto pazzesco al cuore e al portafogli?

Annunci

3 Risposte to “Giocattoli da adulti”

  1. Un sacco di uomini e donne, non stanno insieme solo per il piacere che la cosa dona, semplicemente perchè hanno il bisogno di sentire che qualuno è accanto a loro, per il gusto di dire: “sono sposato/a” “sono fidanzato/a”. Ci sono persone che, senza un compagno/a si sento inutili, si deprimono, soffrono. Nemmeno innamorati dell’amore ma innamorati dell’idea dell’amore.

    e allora oggi mi sento di percorrere un altra via:

    “così amo la mia castità, ora, perchè è la pace che viene dall’unione dei sessi. Mi piace essere casto, ora. Amo la castità come i bucaneve. Amo questa castità che è come un intervallo di pace dopo l’oragasmo del sesso, che è ora tra noi come bucaneve forcuto di bianca fiamma. E quando verrà la primavera, quando la nostra unione verrà, allora potremo fonderci e rendere la fiamma splendente, gialla e splendente. Ma non ora, non ancora! ora è tempo d’esser casti; è così bello essere casti; è come un fiume d’acqua nell’anima mia. Ora che scorre tra noi, amo la castità. E’ come acqua fredda e pioggia. Come possono gli uomini desiderare quelle odiose relazioni platoniche! che pena essere come Don Giovanni, incapaci di mai trovar pace nel sesso, quando la piccola fiamma s’accende, impotenti, incapaci di essere casti nei freddi intervalli, come sulla riva di un fiume!”
    “Bene, tante parole solo perchè non posso toccarti…se potessi dormire tenedoti tra le braccia, l’inchiostro si seccherebbe nel calamaio. Potremmo essere casti insieme, proprio come possiamo giacere insieme. Ma dobbiamo rimanere separati per qualche tempo, ed è senza dubbio il modo più saggio di agire. potessimo soltanto essere sicuri…”

    D H Lawrence
    L’amante di Lady Chatterley

  2. Cara Trippi, essendo un bimbo posso solo darti un consiglio per la tua macchinina e non per il tuo amico. L’affarino infernale come lo chiami tu è sicuramente disturbato da differenti onde radio che puoi evitare con due piccoli accorgimenti, utilizzare sempre pile molto cariche nel radiocontrollo ed evitare quando la piloti che si allontani più del dovuto se no perdi ricezione.
    Quand’è che me la fai provare?

  3. Grazie simoncello!!Ormai abbiamo sostituito le pile usa e getta con le ricaricbili, che sono anche più ecologiche!! Speriamo non risucceda!! Quando tu finirai dimontare la tua, faremo una GARONA!!! Besitos


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: