Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

la lista delle priorità

E’ innegabile quanto l’ argomento uomini in una chiaccherata tra donne sia un must.
Che sia il punto di partenza, di arrivo o un lido solo sfiorato un riferimento c’è sempre……e sono le sfumature a renderlo sempre eternamente interessante.

Qualche tempo fa parlando con una mia amica ci siamo rese conto di quante poche cose si dovessero dare per scontato relazionandosi con le persone.
L’ errore più grande che si possa commettere, ad esempio, è pensare che certi nostri standard comportamentali possano appartenere anche al background altrui. 
Lo spunto ci era stato fornito da una precedente discussione sviluppatasi in ambito igiene personale; io, nella mia  ingenuità, avevo affermato quanto ritenessi inconcepibile, soprattutto al giorno d’ oggi, che una persona potesse avere  “un.rapporto.pessimo.con. acqua.sapone.deodorante.ed.emanare.
quindi.odori.socialmente.poco.attraenti”.

La mia amica dopo essere scoppiata a ridere ha cominciato a snocciolarmi le sue esperienze al riguardo ed alla fine mi ha posto una domanda topica:
“…oltre a chiederti cosa vorresti da un uomo e le qualità che dovrebbe avere, ti sei mai chiesta in che ordine vorresti fossero? cioè, hai mai compilato una priority list?”
Osssantocielo……sono rimasta temporaneamente basita e senza parole.
Credo che ad ognuno di noi sia capitato, almeno una volta, di descrivere la persona che si vorrebbe al proprio fianco, con un piccolo svantaggio però: la nostra mente lavora e vive anche di ideali, quindi ciò che si elabora risulta in parte irrealizzabile già di base. 
Il punto sarebbe riuscire capire a quali caratteristiche non si saprebbe proprio rinunciare. A quale di esse si riconoscerebbe il primato indiscusso del primo gradino del podio?
Personalmente sto tentando di stilare la mia priority list da circa dieci giorni, ma un ragno dal buco ancora non l’ ho cavato.
Ho assegnato solo i primi due posti:
– igiene personale……e chi darà per scontato più nulla?
– l’ intelligenza. ma non un’ intelligenza stile Einstein, ma quella di una mente aperta, sveglia e libera di pensare, capace di soddisfare e continuamente stuzzicare la mia curiosità.

Qualcuno potrà obiettare dicendo “ma come????e la simpatia? la bellezza? la ricchezza?il buon gusto? l’ ironia? la forza d’ animo? l’ altruismo? la virilità? la dolcezza? il romanticismo? la gentilezza? il fascino?e una laurea????? e caratteristiche fisiche varie?……e chi più ne ha più ne metta”……..converrei con gli obiettori, tutte qualità meritevoli, ma io non riesco ad ordinarle.
Tralasciamo le qualità che definisco da principe azzurro, cioè la ricchezza e la bellezza, già che ci sono aggiudico il terzo posto della lista all’ ironia………ma poi?….mah…….forse sono solo convinta di non poter accettare ogni invito fattomi presentandomi con penna, calamaio ed una lista da spuntare per ogni parola detta, per ogni sguardo lanciato, per ogni forchettata di pasto ingurgitato ed ogni bevuta fatta dal bicchiere.
Probabilmente i punti fermi saranno anche pochi…..ma al momento sono sufficienti.

pytta

Annunci

12 Risposte to “la lista delle priorità”

  1. Proporsi ovviamente al prossimo (uomo o donna, a seconda) con una lista è cosa disgraziata.
    Poi però accadono cose disgraziate peggiori e allora torni a pensare alla lista. E ti riprometti di farla e soprattutto sottoporla la prossima volta.

    Immagino la priority list del maschio medio… ah ah ah ah

  2. Credo che l’alchimia di un rapporto uomo-donna sia ben più complessa di un semplice elenco…

  3. @Chit: è una vera e propria impresa|

  4. cristian:una sorta di circolo vizioso insomma! la prima volta senza, capitano tutta una serie di eventi e quindi te ne prepari una, ricapita tutta un’altra serie di eventi disgraziati, la accartocci e vai avanti senza………………….uhhhhh
    sarei decisamente curiosa di conoscere il parere del “maschio medio”…..ehhe

    chit:….io infatti a questa lista nn ci avevo mai pensato! e anche dopo avermi suggerito l’ idea non c’è stato nulla da fare.
    NISBA……………non fa per me!

  5. Pytta: non posso mettere in fila le qualità di un uomo, perchè in effetti come molte non so quello che voglio, ma piuttosto quello che non voglio. Qui si che sono capace:
    non voglio un uomo che alza le mani (contro chiunque, animali compresi),
    Non voglio un uomo che non si stima,
    non voglio un uomo che mi tratta come una deficiente,
    non voglio un uomo che ha un altra donna,
    non voglio un uomo che non sa stare in mezzo agli altri,
    non voglio un uomo che non sa ridere di se stesso, oltre che degli altri,
    non voglio un uomo che pensa solo al lavoro e parla solo di quello,
    non voglio un uomo che non sa neanche avvitare una lampadina,
    non voglio un uomo più depilato di me…

  6. trippi: appunto…..non sono l’ unica a nn riuscirci………..

    fauchone:difficile che?

  7. @trippi: triste sapere che la maggior parte delle persone non sa cosa vuole, ma sa cosa NON vuole…

  8. pytta: difficila fare una lista di priorità.
    Più facile, come ha fatto trippi, fare una lista di ciò che non si vuole, anche se, partendo dai fondamentali (presupposto che abbia una decente igiene personale etc), è complicato trovare dei termini assoluti.
    Magari lo stesso identico “neo” può risultare fastidioso su una persona ed essere un gradevole vezzo su di un’altra…
    Quindi, ribadisco:

    …diffiiiicile…

    😀

  9. ciò che nn capisco io è:
    se è difficile fare una lista di ciò che si vuole (ed è palese la difficoltà visto che nessuno di noi ci è riuscito o ha voluto) perchè invece è così semplice fare una lista di ciò che nn si vuole? le due cose non sono speculari?

  10. Fauchone: sono perfettamente d’accordo con te! soprattutto su quello che può essere un neo su uno e un vezzo su un altro!!
    Pytta: non penso si possano condiderare speculari, il fatto che a me non piaccia il riso non implica automaticamente che mi piaccia la pasta o la carne.. ma solo che per quanto possibile eviterò di mangiare il riso!! Ps è solo un esempio.. in realtà adoro il riso!!

  11. più o meno la mia lista di cio che NON voglio è come quella di Trippi.
    cosa voglio? quali sono le mie priorità?
    non lo so ancora…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: