Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Brambilla come Twiggy

o come Giovannona Coscialunga ?

Il caso minigonna infiamma la “popolana della libertà” Carfagna

Di Chica Mala

1625568.jpg

Da quando la stilista Mary Quant ha lanciato, negli anni ’60 la minigonna, questo capo ha  a volte  fatto scandalo e a seconda dell’epoca è stato un must oppure decisamente fuoi moda.

Ora però, grazie alla neo coordinatrice della costituente del nuovo partito di Berlusconi, Mara Carfagna, diventa materia politica.

La Carfagna, che simpaticamente ricordo ne “la domenica del villaggio” insieme a Mengacci, in un’intervista al settimanale CHI, bacchetta la presidentessa dei circoli delle libertà Michela Brambilla per le mise inappropriate che sovente sfoggia in pubblico.

La Carfagna, afferma di amare le minigonne ma aggiunge che le usava quando faceva spettacolo, dice inoltre che “c’è un abbigliamento adatto a ogni occasione”. Tutto questo per criticare la collega che mostra volentieri lo stacco de coscia.

Penso a tutte queste ex soubrette come la Carlucci, la stessa Carfagna, la Mussolini che faceva i filmetti di serie B, che adesso vanno in giro col tailleur della signorina Rottermeier.

2.jpg

Niente da dire su Gabriella e Alessandra in questo senso..ma “Mara.. Mara! prima di rilasciare interviste che vanno a criticare, prima il look, poi le competenze professionali di una tua compagna di partito (lo so compagna non è la parola più appropriata)  pensaci su bene, non sei più nel modo dello spettacolo, l’hai detto tu stessa; allora evita di fare l’angolo del bigodino con Signorini”

Chissà cosa ne pensa Silvio delle “sue prime donne”.

Da parte mia, come donna, non mi sento offesa dal reggicalze in bellavista della Brambilla.

Annunci

8 Risposte to “Brambilla come Twiggy”

  1. E nemmeno io mi sento offeso. Anzi. Ce ne fossero con lo stesso look.

  2. ho letto anche io il pezzo e ho avuto la tua stessa reazione Chica.. ma si sa.. in questo nuovo gioco dei vasi comunicanti tra politica e showbiz.. che chi va e c’è chi torna. sarà per la legge del contrappasso ma dalle soubrette con stacco de coscia o apertura di paracadute (la Carlucci) al look azzimato o viceversa dal completino benedetto dall’Opus Dei al completino da ballo della Pivetti. Preferisco mille volte quest’ultima. Lo dico senza ironia! Giusto per ribadire che l’abito non fa il monaco!
    Demonio: 😉

  3. sei una criminale solo a proporre il paragone: la carfagna è femmina!

  4. Antò: non intendevo proporre una gara a chi ha le cosce più tornite… ma va bene lo stesso

  5. Quella l’ho indetta io!!

  6. Ilona Staller è partita da pornostar ed è finita in parlamento…
    non è che lei vuole fare la strada inversa?

  7. beh, la pivetti adesso va a ballare dalla carlucci….

  8. Assolutamente non trovo niente di offensivo in una autoreggente in mostra, ma forse farebbe meglio a cercare consensi mostrando le sue doti intellettive e non le cosce. E’ indubbiamente un personaggio di spettacolo, oramai tutti i nostri politici lo sono, ma penso che sia meglio lasciare far parlare di sé, per i piccoli “scandali”, solo le pop star, non chi dovrebbe rappresentarci.
    E sono perfettamente d’accordo che l’abito non fa il monaco, ma è anche vero che la prima impressione in genere instrada il nostro giudizio.

    ps: la Pivetti anche dalla Carlucci!? Partecipa ad una qualunque trasmissione, ma non sanno più cosa farle fare!? 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: