Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Gli uomini non cambiano

 

 di Trippi

Gli uomini sono quello che vediamo sin dall’inizio, non mettono una maschera per averci. A quello provvediamo noi! Quando ci sentiamo sole, o abbiamo paura di restare sole, ci mettiamo delle tende davanti agli occhi che ce li facciano sembrare più appetibili e gradevoli. Ma loro sono e restano quello che sono. Coerenti al proprio personaggio.

Alcune di noi, poi, vedono chiaramente i difetti, ma li giustificano e ammantano di nobili motivazioni e presupposti: precedenti rapporti falliti, una madre invadente, un carattere duro e puro all’apparenza ma profondamente sensibile (talmente in profondità che se ne accorgono solo loro).

Stamattina ho trovato una chiamata non risposta sul cellulare, era una mia cara amica, che aveva provato a contattarmi da presto. Ho capito subito che c’era qualcosa che non andava. Arrivata in ufficio ho provato a contattarla inutilmente, finchè mezzora fa c’è riuscita lei. Mi ha comunicato quello che era nell’aria già da un pò e che avevo premonizzato sarebbe accaduto presto: nella notte ha lasciato il fidanzato.

La scena se non si trattasse di un’amica sarebbe anche divertente:

Lui ieri ha provato a contattarla un paio di volte, ma lei non ha sentito il cellulare (ci voglio credere), non riuscendo a rintracciarla per voce, le ha mandato un sms (strano), lunghissimo (ancora più strano), in cui le anticipava che sarebbe andato a cena dai suoi, che aveva il cellulare quasi scarico e la rinviava all’indomani.

Lei ha provato a contattarlo più volte inutilmente, cellulare spento. Dopo mezzanotte, poichè lui era sempre irrintracciabile, si è piazzata sotto casa sua, lui è arrivato all’1.40, è sceso dalla macchina ma non l’ha vista subito. Quando ha realizzato la presenza è sbiancato e le ha chiesto che ci facesse li. Lei ha dato il via all’interrogatorio con quel tono gelido e quell’espressione di pietra che riusciamo a indossare noi donne in certe circostanze:

Dov’eri? Dai miei

Fino a quest’ora? Piantala dov’eri? Dai miei sono andato via ora

Piantala dov’eri? Dopo essere andato via da casa dei miei ho fatto un giro

Con chi eri? Da solo

Piantala con chi eri? Con un’amica (a questo punto il pallore vira sul verde e inizia a tremare)

Sei innamorato? No

Ti piace però? No (ma qualcosa nella voce si incrina)

Avete scopato? No è un’amica

Non ha investigato oltre, ha girato i tacchi e se n’è andata dicendo addio.

Quando un’amica telefona e ti racconta le sue disavventure amorose in genere taci e ti fai scappare ogni tanto un commento come “non so che dirti..”, la gamma delle mezze frasi spazia poi dal “davvero?” al “e lui?”. Ma in realtà la tua idea te la sei già fatta da un pezzo. Hai assistito alla realizzazione di una relazione sbagliata in partenza, hai visto l’incapponirsi della tua amica nel volerla ammantare di possibilità, di se, di ma e di aspettative che per te avevano tutte le caratteristiche della perdita di tempo. Perchè è inutile cercare di cavare sangue dalla rape, lo sapevano persino gli antichi, che infatti ci hanno fatto un proverbio. La tua amica ha voluto credere a tutti i costi in una storia persa, una storia fatta con i frammenti di vita che lui le elemosinava attaccati con lo sputo della sua tenacia. Per quanto lei abbia cercato di costruirci un bel soprammobile, un bell’orpello, questo rimaneva pur sempre un puzzle appicicato a sputo!

E si che questo orpello ha resistito a lungo, tanto da farmi esclamare non più di due giorni fa, “Lui dovrebbe essere un cretino per chiudere, non ho idea se sia innamorato, ma penso che una situazione una situazione così comoda non la troverà mai più nella sua vita!”:

la storia è iniziata nell’ottobre dello scorso anno, intervallata da una serie di rotture e riappacificazioni dettate dall’esigenza di lui di “pensarci su” e di “fare di nuovo il single per un week end”!

Una di queste rotture è durata oltre un mese, dopo di che sono tornati insieme per un paio di settimane in cui lui  è “meno stronzo”, “cambiato”, “più disponibile”!

Dopo un paio di settimane di questo idillio lui parte per cuba, per un mese! Lei lo saluta promettendogli di andare a prenderlo all’aeroporto. Mentre lui è via gli rubano il furgone del lavoro e una volta ritrovato si occupa lei di sbrigare tutte le pratiche e di sottrarlo alla carissima custodia delle autorità.

Al rientro di lui partono insieme per una vacanza in Spagna, naturalmente, visto che lui di mare se n’era fatto in abbondanza a Cuba hanno girato le città iberiche, che si sa ad agosto viene bene!

Una sera in cui viene a ballare con me e il Signore delle tempeste viene scippata di borsa con documenti e chiavi di casa. Ma lui molto carinamente, al telefono, prima di crollare addormentato nella propria casa a una 30ina di km di distanza, le ha elargito un preziosissimo consiglio sbarrare la porta d’ingresso con un tavolo pesante!

Non chiedetemi perchè lei stesse con lui, penso fosse innamorata, non trovo altra spiegazione. Come ho detto nell’attacco del pezzo, noi donne a volte non ci rassegnamo ad accettare la conclusione o l’inconsistenza di una relazione. Secondo me è un problema di presupposti e di intenti, crediamo e tentiamo di gestire la persona con cui ci relazioniamo e non il rapporto. Mentre in realtà il nostro partner ha le proprie esigenze e un proprio passato che vanno considerati rispettati e incoraggiati. 

Senza annullarsi, ma arricchendosi.

Annunci

14 Risposte to “Gli uomini non cambiano”

  1. no, gli uomini non cambiano! siamo noi che vogliamo credere che succederà. Noi vittime della sidrome “io ti salverò”

    letture consigliate alle amiche:

    donne che amano troppo

    inutilie piangere sul cuore spezzato

    gli uomini vengono dalla terra, le donne pure

  2. anni fa, quando funzionava la sua relazione itinerante con un tipo di Caserta che lavorava a Treviso, e io mi scontravo con il muro di gomma di un cattolico intagralista mi costrinse a comprare Gli uomini vengono da marte, le donne da venere. Temo però che lei si sia fermata a pagina 3: con Caserta è finita da un pezzo e smacco difficile da digerire, temo stia per dare a un’altra quello che lei tanto desiderava: sposarsi! mi viene in mente un altro titolo: PERCHE’ AGLI UOMINI PIACCIONO LE CURVE E LE DONNE ADORANO I DIAMANTI
    http://libreriarizzoli.corriere.it/libro/miller_alan_s-kanazawa_satoshi-perche_agli_uomini_piacciono_le_curve_e_le_donne_adorano_i_diamanti.aspx?ean=9788838489280

  3. Tutti cambiano, maturano, crescono, non sempre come ci si aspetterebbe, ma ad ogni modo succede. Sicuramente questi cambiamenti non sono drastici, nel senso che se sei carne non puoi diventare all’improvviso pesce e viceversa. Anche se non sono poi così tanto d’accordo che gli uomini non indossino maschere per averci.
    Le donne tendono spesso a giustificare i difetti, le mancanze, del proprio uomo, in parte perchè sono alla ricerca dell’amore eterno (e si sa che in amore si amano anche i difetti dell’altro) ed in parte, proprio come dicevi, a volte si ha solo così tanta voglia di non essere sole, o meglio di voler essere in due, che si finisce qualche volta per accettare anche l’improbabile.

    trippi, Ho letto la presentazione del libro che indicavi. Non sono mai stata particolarmente interessata al genere, ma mi è piaciuta questa frase “La psicologia fa comprendere perché le donne spendono una fortuna in scarpe e perché gli uomini riescono a scommettere sulle cose più assurde” 😀

  4. Alhandra: quando dico che gli uomini non cambiano, intendo dire che non siamo noi a cambiarli, se stiamo insieme a una persona con l’obiettivo di farla diventare un’altra, totlamente diversa da quello che è ma più simile ai nostri desideri, beh, stiamo sbagliando noi, non loro! Certo che le persone cambiano, si evolvono, maturano, imparano, smussano spigoli e tirano fuori difetti tutti nuovi. siamo umani, ma non si può stravolgere la persona e la sua personalità. Questo è un difetto tipico di noi donne, ammettiamolo!

    Sono manuali di Self help, che tutte arriviamo a consultare come oracoli in certe fasi della vita e a riderne in altre, come per gli oroscopi e altre divinazioni miracolose!!

  5. Chica: carino lo spot!! peccato che ne lei ne io si abbia sky… magari chiamo la redazione e la segnalo!! Comunque il problema per lei non è la questione delle corna, perchè ti cito le sue parole “il tradimento lo può fare lui, ma lo posso fare anche io, no il problema è la sua mancanza di disponibilità, lui non c’è mai quando ho bisogno di lui”. Poi ha aggiunto: “nonostante sappia benissimo dei miei problemi economici e lavorativi, non offre neanche il caffè. Se poi ho bisogno di sfogarmi o di parlare dei miei problemi a lui non va mai bene, conlui bisogna avere sempre l’umore di chi sta per partire a fare una gita sulla neve!”.
    E’ un’altra prospettiva, rispetto a quella del tradimento e delle bugie, è quella della goccia che ha fatto traboccare il vaso della mia amica. La totale inaffidabilità del suo partner in più occasioni e circostanze! Purtroppo si è dovuti arrivare a questo punto e per come la conosco temo che non sia stata ancora messa la parola fine alla storia:
    https://crisal1de.wordpress.com/2007/10/19/lo-schema-di-una-relazione/

  6. @trippi: si, è vero.
    nn conosco ovviamente la storia della tua amica, ma credo che poter contare sul proprio uomo, che sia per un supporto morale o un aiuto pratico, sia una delle cose più importanti in una relazione.
    divertente il video, ma neanche io ho sky. 🙂

  7. il problema è che quando una donna ama un uomo, vive solo d’emozioni.
    non sopporta il dolore di lasciarlo, perchè spera spera spera.

    credo che vada bene cosi, perchè credo che sopportiamo solo quello che vogliamo e possiamo sopportare. se una vuole sopportare tanto, allora significa che ne è in grado…

    purtroppo è difficile capire in determinate situazioni, cosa è la via migliore.

    a me una volta è capitato che un mio fidanzato mi chiese se gli davo il permesso di tradirlo…. gli dissi di si, è lui era scioccato e non voleva più tradirmi…
    cmq qualcosa si era rotto. OVVIAMENTE.

  8. ups ho sbagliato: se gli davo io il permesso di tradire me. ecco cosi è giusto 🙂

  9. hai pienamente ragione quando parli del “vedere i difetti e sull’ addurre motivazioni varie per giustificarli”, anche se c’è un momento all’ inizio di una storia in cui non si vedono, perchè le infautazioni sono come due fette di prosciutto sugli occhi…rendono cieche.
    Io personalmente, in un caso simile, sono andata avanti perchè convinta delle mie idee nonostante ci fossero persone che mi sconsigliavano di farlo, forse perchè + lungimiranti di me???….ma mi hanno lasciato fare. mi son fatta male…..ma mi hanno lasciato fare , credo sia questo l’ aspetto importante….d’ altronde…….si dovrebbe imparare dai propri errori.

  10. Alhandra: per me un uomo deve essere innanzitutto presente! Così per la mia amica. Mi meravigliava che si accontentasse di stare con una persona che era assente pure quando stava con lei!

    Pytta: si noi intorno vedevamo benissimo, facile quando guardi dall’esterno, non altrettanto quando sei tu la persona coinvolta. Se vedi un’amica sbagliare, puoi dire quello che pensi del suo uomo, ma fino a un certo punto. Perchè poi, visto che è il suo uomo, rischi di allontanarla. Non puoi far altro che stare li, con le bende. pronta a metterle su in caso di necessità! Come ha fatto lei con te quando nei hai avuto bisogno!

    Lune: bellissima questa del permesso di tradire!! Penso che la maggior parte degli uomini ne approfitterebbero, al tuo posto rivaluterei il tipo! 😉

  11. […] digressione: no non è uno nuovo, è lo stesso, no non è cambiato, si è emh adeguata lei, e ora vivono insieme (sono arrivati al 3° tentativo e alla convivenza, […]

  12. Ciao Ragazze, mi interessa molto questo dibattito perchè sto vivendo da anni una situazione simile.
    vi racconto in breve:
    Quasi 7 anni fa, all’eta di 20 anni conobbi Stefano… e fu da subito alchimia, perfetta chimica tra di noi, armonia. Nel tempo abbiamo costruito un rapporto davvero stupendo: quello stare bene e essere te stessa completamente che ti fa dire..questa persona è la persona giusta.
    Purtroppo nonostante questi bei presupposti, dopo pochi mesi si è rotto qualcosa per sue insicurezze..poi dopo quache mese ci siamo ripresi poi ancora per sue insicurezze lasciati etc etc…cosi per sette anni. anni in cui sia io che lui abbiamo avuto altre storie , ma alla fine siamo sempre tornati una dall’altro, sempre come se ci fossimo visti il giorno prima anche se era da 2 mesi 6 mesi un anno che non ci sentivamo. Entrambi abbiamo l’impressione che è come se in questi sette anni non ci fossimo mai lasciati.
    Ora dopo sette bellissimi mesi di rapporto intenso e appagante in cui lui mi ha dato l’impressione di essere cambiato del tutto o quasi, improvvisamente se ne è venuto fuori ancora con i suoi dubbi le sue paure.
    Dice che non sa quel che prova , che lui è cosi si fa terra bruciata intorno, si allontana a un certo punto dalle persone e alla fine le perde..è come se godesse…si sente grande se le persone soffrono per lui e provano rabbia…
    Mi rendo conto che chi legge ste cose dice “Ma questo è pazzo”
    Ma credetemi…lo conosco meglio di me stessa e so che stefano è buono , fragile e sensibile . è vittima della sua insicurezza che non gli permette di lasciarsi andare.
    Nei rapporti come in tutte le cose della sua vita, università amici etc
    Ora , dopo l’ennesima botta non so che fare…
    ho riflettuto e ho capito che alla fine l’amore è una cosa relativa, che è difficile capire i prorpi sentimenti…che io probabilmente troppo impegnata a fare da mamma, sorella, psicologa non mi sono mai concentrata su me stessa a domandarmi cosa io volessi.
    Ora lho fatto e ho capito che non so cosa provo..nemmeno io ho tutte queste certezze…ho sopravvalutato il mio amore. come lui, troppo abituato ad avermi scontata, ha sottovalutato il suo.
    Ieri sera parlando a lungo mi ha ammesso che nelle sue 3 storie importanti è sempre stato cosi…
    La sua ragazza è sempre stato il suo mondo…tutto…mamma, sorella, amica, confidente…e dopo un po nella sua testa l’amore si trasforma in amicizia.almeno cosi voleva credere per sentirsi meno legato.
    Ragazze non vorrei perderlo, vorrei invitarlo a ragionare.
    E’ ovvio che se non cambia con una persona cosi instabile non voglio passare la mia vita
    ma prima di lasciarlo andare voglio essere sicura…
    sicura che lui non possa cambiare…
    Ora è da domenica che ci siamo lasciati e lui continua a chiamarmi…ha bisogno di me. Ma io ho bisogno del mio di spazio per capire meglio. Ragazze che devo fare?
    aiutatemi vedo che siete persone molto intelligenti e spero in consigli utilissimi da parte vostra. bacissimi raf

  13. Ciao Raffa, ti leggo solo ora, ma anche le nostre vite nel mentre sono cambiate, abbiamo spostato il blog su un’altra piattaforma e forse anche noi, come il tuo Stefano ci siamo un pò disamorate. Non so cosa dirti se non che la verità la conosci benissimo. Come la conosce la protagonista di questo racconto, ma a volte è più comodo tapparci occhi e orecchie perchè non ci piace quello che vediamo e sentiamo. Non esiste una formula magica per la felicità, non esiste l’uomo perfetto e l’uomo sicuro, quello che non deve chiedere mai è solo uno spot televisivo d’altri tempi. Da persona disincantata non posso che consigliarti di lasciarlo cuocere nel suo brodo, ma lascia che questa volta si bruci davvero, fagli capire che non sei li a disposizione come il cane di pavlov, pronta a farti venire l’acquolina in bocca ogni volta che lui fa suonare la sua stramaledetta campanella. Il consiglio da donna a donna è di fermarti a riflettere su quello che vuoi davvero da questa relazione, se ci sia davvero spazio per due persone nella vita di quest’uomo, non farti trarre in inganno dalle stronzate tv alla sex and the city, tu non sei carrie e lui non è Mister big. Non so come andrà a finire perchè non so cosa vuoi veramente, cerca di capirlo e non permettere che lui ti distragga mentre lo fai. Un abbraccio e un in bocca al lupo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: