Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

finalmente sappiamo..

.. dove si “nascondono” i single tra i 35 e i 40 anni

di Chica Mala

3184_img1.jpg

Da uno studio condotto per la commissione Europea emerge  il profilo del cliente delle prostitute straniere:

  • Età compresa tra i 35 e i 40 anni;

  • con un lavoro fisso;

  • single;

  • livello di istruzione medio-alto.

La ricerca mette in evidenza che, i fruitori dei servizi delle prostitute, prediligono le orientali e le est europee, perchè a detta loro sono meno sbrigative e danno più affetto rispetto alle connazionali, interessate solo al guadagno; inoltre per i clienti la provenienza è garanzia che queste donne portano il “dovuto rispetto” al maschio proprio per il loro retaggio culturale.

Alla base di tutto quindi il bisogno di dominare e il rifiuto dell’emancipazione femminile.

Ma.. sarà in parte colpa nostra? (di noi italiane intendo! aggressive e cazzutissime)

 Siamo state noi a contribuire al fenomeno?

Non voglio crederci!

 

Annunci

26 Risposte to “finalmente sappiamo..”

  1. Risposta sbrigativa alla tua domanda finale: si.

    perche’ guardiamoci in faccia: le italiane sono delle gran rompicoglioni E in termini di rapporto qualita’/prezzo, se mi si passa quest’espressione, non reggono il confronto. E bruxelles, dove vivo io, ne e’ la conferma.

    Qui le italiane – che in italia se la tirano come se ce l’avessero solo loro – affrontano la concorrenza di donne di ogni nazionalita’ europea e non. Il risultato e’ che l’italiana che arriva qui e si comporta come in italia, prende schiaffi su schiaffi da uomini che possono tranquillamente scegliere ragazze e donne molto, ma molto meno problematiche, molto, ma molto meno rompiballe (in tutto), ma molto, ma molto, piu’ gentili, disponibili, intraprendenti, vivaci, aperte culturalmente (e non mi riferisco al letto), rispettose.

    E di fatti, tra i miei amici italiani qui, NESSUNO e’ fiidanzato/sposato con italiane. Tutti con fiamminghe (le migliori: belle e sofisticate come le italiane, ma 80% meno rompicoglioni in tutto), con spagnole (comunque meno complicate e piu’ solari e semplici) e con donne dell’est.

    L’emancipazione non c’entra, cara Chica. E’ che le donne italiane scassano le balle. Tutto li’.

  2. demonio: schietto come sempre!

  3. Non per spezzare una lancia a favore delle italiane, ma qualche settimana fa, ho sentito dare una risposta simile a quella fornitaci or ora dallo schietto Demonio da una serie di uomini più o meno giovani, più o meno bavosi che andavano a trascorrere tempo und vecchiaia in mete conosciute più per la “disponibilità” e l’affetto” che dimostrano le donne locali e le relative “famiglie”!
    Ben venga la concorrenza di donne che sono emancipate quanto le italiane, che sono sullo stesso piano, o magari, come le donne scandinave sono ben oltre in termini di parità. Il problema delle italiane, e prevedo che lo sarà a breve di altre donne in altri paesi in cui la strada per l’affermazione al femminile è tutta da compiere: è l’affermazione personale. In Italia le donne sono frustrate perchè sono castrate. All’estero si riesce a conciliare meglio il lavoro con la maternita, con l’appagamento professionale. L’Italia, tolte le grandi città,e a volte neanche quelle, rimane ancora un grosso paesotto in cui l’affermazione al femminile va bene purchè non riguardi la propria donna o il proprio capo (non dico poi il vocio che circonda le donne “emancipate” nelle piccole realtà di provincia). Ma non mettiamoci, o metteteci sullo stesso livello con chi è sottomessa per ben altri opportunistici motivi! In quei casi, come avevo già detto, sospendo il giudizio a tempi più maturi.

  4. andrò fuori dal coro ma, secondo me, si tratta solo di mancanza di cultura da parte del maschio (sì, “maschio” e non “uomo”…)

  5. trippi, ma io mica parlo di andare in tailandia per sfruttare le giovincelle locali. Parlo di concorrenza a parita’ di tutto.

    Concordo pero’ con te sul fatto che l’italia possa essere castrante per le ambizioni femminili. Ma non credo che il tutto sia riconducibile a questo. Il problema e’ che la donna italiana e’ comunque abituata ad un certo tipo di atteggiamento da parte dell’uomo italiano, che sia come sia, e’ sicuramente in media piu’ galante, e intrigante di molti altri. ma quando l’uomo in questione si rende conto che con molto meno sforzo puo’ ottenere di piu’ (tipo: aprire la portiera significa con una fiamminga che sei un vero signore quando in italia invece e’ il minimo) beh, siete finite.

  6. ah, e comunque sulla questione della prostituzione mi sono gia’ espresso in passato: riapriamo le case chiuse. E’ la cosa migliore da un punto di vista sanitario (sia per le prestatrici dei servizi sia per i clienti), da un punto di vista fiscalee da un punto di vista di ordine pubblico.

  7. Demonio mi hai frainteso. Ho detto che la frase sulla fatica di relazionarsi con le proprie connazionali l’ho sentita in un servizio tv proprio sulla thailandia. Tra l’altro tra gli “ometti” c’erano italiani, inglesi, tedeschi, americani etc etc.. mi ha fatto specie che dicessero tutti quanto sia più semplice avere a che fare con le disponibili signorine locali. Piccola curiosità: non parlavano mai di prostituzione, ma di fidanzate etc etc!!
    Quanto al resto del discorso parlavo della diversa disponibilità delle europee del nord, sud e dell’est. Sicuramente le donne del nord europa sono meno complicate di noi , ma hanno a che fare con uomini meno complicati, lavori meno complicati strutture sociali e infrastrutture meno complesse. Quelli che per loro sono diritti acquisiti da noi sono ancora adesso frutto di battaglie i cui esiti non sono affatto scontati! Il lavoro per una donna con figli è un’impresa impossibile se non è coadiuvata da qualche parente (che i figli te li rovina, viziandoli in modo disgustoso). Con le spagnole non vedo differenze. Le francesi: ho convissuto con una che era ipocondriaca da paura, una volta l’ho dovuta accompagnare in taxi in ospedale perchè sospettava una gravidanza extrauterina.. la sera poi snocciolava dai blister una serie infinita di farmaci. Era impossibile stare dietro a tutte le sue paturnie farmacologiche..
    Per le donne dell’est la mi mancano termini di confronto.. è troppo presto per parlarne! Sul posto di lavoro ho avuto un’assistente bulgara, non so se sia un caso o meno, ma non era autonoma per niente, mancava poco che dovessi schedularle anche quando andare in bagno. Senza contare che un paio di volte me la sono trovata seduta per terra, senza scarpe, a chiaccherare con dei colleghi. Va bene la disinvoltura ma a tutto c’è un limite! Se è questa la semplicità che cercate…

  8. Trippi, ma mi stai portando esempi di mentecatte!!!

  9. colpa mia se capitano tutte a me?!

  10. certi comportamenti me li aspetto da un uomo, mi pare il minimo..
    e quando l’uomo in questione mi ruba l’ascensore in ufficio, o mi vede con le braccia stracolme di buste e mi passa davanti quando io ho aperto la porta a fatica con un colpo di coscia.. beh divento una bestia, e forse faccio anche paura…ma chissenefrega!
    sto parlando di persone che si presume abbiamo un livello di istruzione e una posizione nella societa’ abbastanza elevati e che in quanto a educazione fanno veramente schifo: evidentemente hanno bisogno della donna da trascinare peri capelli mentre brandiscono la clava. puoi avere anche tre lauree ed essere uno stimato professionista ma se sei un meschino e un povero coglione tale rimani .

  11. grande chica, io concordo. e tra l’altro sono anche abbastanza contento di questo andazzo, perche’ nel regno dei ciechi, quello con un occhio solo e’ re. E io sono re.

  12. + gentili + disponibili + intraprendenti + vivaci + rispettose + aperte culturalmente …..tutte le altre le hanno tali qualità.
    ma credo che tu sia già un passo avanti da questo punto di vista……vivi in belgio, sei schietto….avrai già ammazzato un sacco di persone con le tue osservazioni, quindi la cernita di una compagna ti sarà risultata più semplice e veloce.

  13. E io che appartengo alla range di età citato nel post e non faccio uso di donzelle a pagamento mi devo preoccupare?

    Per carità non parlatemi di donne di questi tempi… ghghghghgh

  14. Guardate, io concordo totalmente con il primo post di Demonio: cioè, è colpa delle italiane.
    Io personalmente sono un fruitore delle prostitute: beh, mai andato, che io possa ricordare, con un’italiana, mentre impazzisco letteralmente per le ragazze dell’est, tutte con le qualità su menzionate.
    E non solo. La più brutta di loro potrebbe concorrere ai concorsi di bellezza delle nostre, ma non è quella la cosa che mi piace di più. Con diverse di loro ho costruito un rapporto, nel tempo di simpatia e anche “amicizia”, diciamo.. ci siamo scambiati i numeri, ci sentiamo anche così, quando capita, la sera ci si vede anche a prescindere, magari per bere una birra d’estate o mangiare una fetta d’anguria.. Ma guardate che, quello che per me vale per quelle dell’est, per altre lo rappresentano le spagnole, altri le brasiliane, altri ancora le sudamericane…
    Ergo……
    Io spesso immagino che mi sposerò una ragazza rumena. (Tra l’altro anche nelle discoteche rumene o brasiliane non c’è paragone alcuno rispetto alle nostre classiche vecchie disco…)
    Curiosità: sono esattamente il tipo di maschio descritto nell’indagine, anzi, con un cultura e reddito decisamente più alto che medio..

    Ultimus

  15. il problema è l’ inverso.
    le donne saranno pure rompipalle in italia, ma significa che gli uomini italiani non hanno le palle da far rompere, significa che sono degli eterni indecisi, vogliono fare gli avanguardisti e aperti culturalmente e sessualmente,,, come le belle zoccole a autoreggianti e niente mutande (che igienicamente , fa anche un po’ schifo)…. però sti emancipati voglio vederli se l’ hanno mai visto uno che si fa una pera a due cm da loro e sono rimasti seduti, o se ste donne fiamminghe aperte su ogni fronte lascerebbero i loro pargoli a frequentare gente che si fa le pere… le donne italiane e intendo Donne no sottospecie e ibridi, le palle non te le rompono,,,, al massimo ti evirano!

  16. ultimus: sai, nell’ambiente che frequento tante ragazze sognano di sposare un cubano o un dominicano e alcune ci riescono anche. Li trovano più calorosi e affettuosi dei nostri connazionali. Io però tendo a valutare anche i contro e ce ne sono parecchi te lo assicuro-.

  17. Cristian: io penso che siano tantissimi gli italiani della tua età che non hanno bisogno di pagare per il sesso. Non do un giudizio di merito o di valore, non è questo il punto, ognuno faccia ciò che coscienza gli dice. Il problema che mi pongo è un altro. Quando andare con donne a pagamento diventa un abitudine, non è che il cliente matura immaturità relazionale. Siamo talmente abituati a questa società consumistica, a comprare tutto che anche quando potremmo avere gratuitamente, pur di non fare il minimo sforzo.. prendiamo l’amore a pagamento! Usa e getta. Mah!

    Ultimus: il discorso che ho fatto qui sopra vale a maggior ragione per te. Siamo diventati così emotivamente tirchi da no volerci metter in ballo. Se abbiamo ruoli di responsabilità o da dirigenti poi e siamo circondati Yes men e da lacchè, ci abituiamo a maggior ragione a ricevere solo si. siamo talmente presi da noi stessi, dal nostro prezioso tempo e dal nostro piacere da non volerlo condividere o donare a altri? E paghiamo quei si e un finto piacere di una che fa sesso di mestiere. A me fa tristezza! Quanto poi alle relazioni miste ho già espresso il trippipensiero tempo fa https://crisal1de.wordpress.com/2007/10/31/1-su-1000-ce-la-fa/

    Let it be: rientri perfettamente nel termine cazzutissimo utilizzato da Chica mala ne post per descrivere le donne italiane. Domanda: sei una donna?

  18. giovani, io non dicevo di andare a puttane invece di avere relazioni stabili con le italiane. Dicevo di avere relazioni stabili con le non-italiane, perche’ sono meno rompiballe. E portavo ad esempio i numerosi casi dove le italiane soffrono la concorrenza di pari livello di altre donne.

    Sulle mignotte, ribadisco la liceita’ di andarci, e vorrei vedere le case chiuse legalizzate. Uno che va a puttane non e’ per forza uno che e’ abituato a yes-men. Ne’ e’ uno che non sa mettersi in gioco sentimentalmente. Non cadiamo nei cliche’

  19. Demonio: ho scritto che sull’andare con le prostiture non davo ne giudizi di valore ne di merito. Ho sottolineato quello che può essere un problema, ma non per noi donne, per l’uomo stesso. Chi ne fa da una tantum una una sempre! Senza andare tanto lontano, perchè per quanto sia circondata da gente bizzarra penso rientri comunque nella media, mi viene in mente un amico del mio ex, andava regolarmente a zoccole, perchè a detta sua faceva prima. Se doveva uscire con una donna significava perderci tempo prima di portarla a cena, pagare il conto, riportarla a casa e poi magari rimaneva comunque a bocca asciutta. Forse i clichè ci pensano proprio gli uomini ad appiccicarseli sopra!!

  20. questo perche’ le donne italiane in quella fascia di eta’ ti degnano di uno sguardo solo se hai un bel lavoro o un conto in banca con molti zeri
    Inoltre la vita sociale dei paesi industrializzati e’ completamente scomparsa..gli incontri sono organizzati oppure si fa tutto tramite internet
    Se hai 35 anni, un lavoro normale, pochi soldi da parte e senza una connessione veloce meglio andare ad abitare da un altra parte..
    😉

  21. Grazie a quelle che mi hanno risposto.
    Il dramma è che io la pensavo come voi fanciulle, e compativo quelli che erano costratti ad andare con starniere per stare bene, ed invece mi ritrovo, passato i trent’anni, a pensarla come loro..
    Trippi, il tuo ragionamento è valido; in effetti non ho proprio voglia di mettermi in gioco con coetanee italiche. E sai perchè? Le trovo TRISTI. Sì, tristi è il termine corretto.
    E io no sto con una per sentirmi triste; per quello basto da solo io.. Le italiane più giovani sono o pazze o arriviste o presuntuose..
    Mi rattrista un po’ scrivere queste cose, ma sono semplici constatazioni. Ed io, rispetto ad altri amici sono un moderato!! Per le donne che mi hanno dileggiato od offeso rispondo come il sommo poeta: non ti curar di loro, ma guarda e passa.. Sappiate che io, con le straniere, sono sereno, anzi felice!! Voi con il vostroatteggiamento mentale non so.. Baci

  22. […] recente post di Chica mala sulle attività ricreative dei 35-40 istruiti e con buoni stipendi è nata […]

  23. Ragazzi , sono straniera e lo vorrei proprio dire.ma vi siete mai chiesti se non siete voi che non reggete il confronto con l’uomo straniero?E non parlo ovviamente ne di sesso ne di aspett0 fisico ma di rispetto verso le donne…..io l’80 percento dei maschi italiani(almeno da quello che ho visto io) sono dei gran marpioni e malati di sesso, sfacciati e veramente poco rispettosi…e parlo anhe nel confronto delle loro donne italiane non solo verso le straniere….stamattina ero all’aeroporto di Sofia e posso dire che l’italiano si riconosce subito, nonostante sia con la moglie o la fidanzata non puo contenersi neanche per un secondo e deve fissare tutte quelle che passano come se non avesse mai visto una donna prima.comunque io dico povere italiane…..meno male il mondo e in paese e averete più scelta in futuro

  24. cara Gherry: haimé, anche tu parli per stereotipi. . . mi dispiace che tu abbia notato solo questo tipo di italiani; evidentemente ne hai visti molti altri solo che sono passati inosservati ai tuoi occhi
    🙂

  25. Non credo sia colpa delle italiane. Il maschio è spesso attratto dall’esotico e dal proibito, senza contare che non farebbe mai con la fidanzata quel che va a fare con una prostituta. Quindi cerca altrove quello che non accetterebbe a casa. Poi le donne sono anche un po’ stronze, è vero. Ma mica tutte.

  26. anche gli uomni sono un pò stronzi…. 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: