Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

corna & co

Un giorno, presa da folgorazione, mi son messa a fare un censimento degli uomini che mi è capitato di conoscere nell’ ultimo anno. Il risultato è a dir poco allucinante, perchè, single e divorziati a parte, tutti gli altri sono risultati essere sposati, conviventi, e separati apparenti.
Qualcuno potrà dire “embè, che problema c’è? tutta una questione di umanità…la nostra è particolarmente varia”
Il punto in realtà è un altro: ognuno di essi ha in comune non solo, ufficialmente, un legame che in teoria risulta solido, ma, ufficiosamente, il fatto che frequentino altre donne.
Come ne sono a conoscenza? Abbastanza semplice e logico direi, perchè ne sono testimone diretta……ma nn vittima, diciamo più partecipante consenziente????

So benissimo che il tradimento non è un argomento facile da affrontare, e non è neppure semplice fare delle previsioni comportamentali  così “a priori”, perchè, anche se le si facessero, sarebbero assolutamente falsate causa intervento del ns raziocinio, al quale siamo in grado di affidarci completamente solo se gli eventi dei quali stiamo disquisendo non ci toccano direttamente.
Sono però pienamente cosciente dei miei limiti in quest’ ambito……avendoli testati direttamente.
Nel relazionarmi con gli uomini sono sempre stata convinta di due cose: che sarei stata in grando di lasciare il mio lui piuttosto che tradirlo, e che accettare le avance di un uomo già impegnato è meno grave che fargliene.

Nel primo caso ho disatteso decisamente le mie convinzioni. Ho tradito il mio ex. E’ stata la prima volta della mia vita e non mi do giustificazioni. A distanza di quasi due anni, mi  ritengo ancora colpevole, indipendentemente dalla situazione congiunturale che stava vivendo la ns storia. 
E avendo posto in essere il tradimento con un uomo impegnato a sua volta, mi ricollego direttamente al secondo punto, del quale, pur cosciente del fatto che mi attirerò le ire di molte donne, confermo di essere pienamente convinta.
Certamente non è per partito preso che faccio la corte a “uomini non liberi”! Ma se fossero loro a farlo? Perchè dovrei rifiutare un  invito o sentirmi in colpa, quando sono loro stessi i primi ad errare e a mancare di rispetto a qualcun altro?
Vorrei solo chiarire che nn sto adducendo scusanti per il mio modo di pensare o agire, mi sono sempre assunta le mie responsabilità. Sono semplici constatazioni.
E poi la colpa non è mai di uno solo, si fa tutto in concorso!
D’ altronde, come afferma una persona che io stimo molto, “se gli uomini sono stronzi o puttanieri, le donne sono tutte troie”
Superfluo dire ovviamente che tanto le corna quanto il tradimento non sono assoluti, trovano barriere anch’ essi. Così come si rapportano all’ amore che nn è eterno, l’ amore non compete con l’ amicizia che è basilare.
Oramai abbiamo assodato pure questo.

pytta
 

Annunci

13 Risposte to “corna & co”

  1. Pytta: ah.. che dire.. sai come la penso, rifuggo come la peste bubbonica tutte le persone “impegnate sentimentalmente”, e forse così mi precludo una fetta di mercato non indifferente, visto che sono e continuo ad essere una “single sessualmente poco attiva”, cio non toglie che il tuo post ha espresso un punto di vista, il tuo, in maniera così cristallina che… quasi quasi mi convincevi!
    😉

  2. Alla domanda: “qual’è la tua donna ideale?“, Massi Troisi rispose: “La mia donna ideale? E’ la donna di un’altro…
    😆

  3. @pytta: E’ vero mai dire mai, ma personalmente non ho mai tradito, alla fine ho sempre scelto di lasciare.
    In compenso, in passato mi è capitato di frequentare uomini fidanzati (quelli sposati li rifuggo anche io) anche se per “lavare” un pò la mia coscienza non sono mai stata io ad iniziare le avances.
    rispettare il proprio partner ma non fregarsene più di tanto dell’altrui compagna. è una contraddizione!? forse si!
    ora tendo ad evitare anche i fidanzati … uomini sprecati! 😉

    @faucho: LOL

  4. Pytta, e speriamo che il tuo ex di due anni fa non lo scopra leggendo questo blog.

  5. chica:infatti il mio scopo era proprio e soltanto quello, esprimere un punto di vista! ^_^

    fauchone: Troisi era un grande………………….in tutti i sensi!

    alhandra: a me è capitata una volta sola….quindi siamo li. Per il lavaggio di coscienza, come lo chiami tu, io nn ci penso proprio, semplicemente perchè so già di essere in torto al 50%.

    demo: non lo sa e nn lo saprà, non è di casa in questo blog come nel mio.

  6. Pytta: la frase del tuo amico è simile a quella di un mio ex collega: “Se io mi trom*o le fidanzate degli altri, mica sono tutte tro*e solo le donne degli altri, qualcuno si tromb*ra la mia!”

  7. trippi, ha ragione il tuo collega. Chi pensa di essere il piu’ furbo di tutti spesso rimane fregato. Io ho una visione simile.

  8. ….scusate….ma ho forse fatto intendere che la frase fosse stata detta da un uomo? in realtà è una donna…………….

    alhandra: siamo sullo stesso piano…………..ehhe

  9. Dear pytta,
    innanzitutto trovo che sia di un’onesta assoluta il tuo assumerti il 50% di colpevolezza,se tale può essere definita.E’ sconcertante che noi single dobbiamo fare troppo spesso i conti con questo genere di questioni,se poi pensi che il “mercato over 30” è praticamente monopolio di personaggi annoiati dalla propria relazione,si salvi chi può.Da uomo e single che ha da poco fatto un bilancio delle sue relazioni degli ultimi 9 mesi,in tutta sincerità ti dico…Là fuori è un brutto mondo!Rifiutavo anch’io il tradimento,ma poi ho tradito.Tenevo le “signore” a distanza,ma poi…Chissenefotte…Anche se il pensiero di essere ciò che il marito non le da non è la mia massima aspirazione.E poi troppi sbattimenti…Si fa fatica ad andare avanti in due,figuriamoci in tre se non in quattro!
    Come chicamala ben sa,io sono convinto che commettere uno,dieci,cento errori sia umano.Ciò che importa è non commettere sempre gli stessi.La parola d’ordine è CONSAPEVOLEZZA,una volta che si è coscienti di ciò che si sta facendo,valutati i pro e i contro e pronti al peggio (es. nel tuo caso trovarti una moglie inferocita sotto casa)…Via!Se sorgono i sensi di colpa,forse non si è portati per quella vita e quindi… pensarci meglio la prossima volta.
    La tua espressione “se non se ne preoccupa lui…”dice tutto:pensiamo a ciò che vogliamo noi stessi,quello che vogliono gli altri non è un problema nostro.In fondo se si cerca qualcosa fuori casa un motivo ci sarà!Personalmente,da “tradito traditore” la mia filosofia è “la ruota gira,ieri il cornuto ero io,oggi tocca te caro mio!”.Ovviamente senza aspettarmi molto,in fondo io ci sono perchè qualcuno ha lasciato un varco aperto.Sbaglio?
    Mi piacerebbe sapere se quelli che si sono trombati la mia ex si ponevano tutte ste domande…
    Sul tradimento:meglio evitare l’evitabile e mollare tutto quando si capisce che il nostro compagno non ci appaga più.In questo caso,se ti accorgi che ti stai aprendo all’esterno,stai praticamente scegliendo che modello di corna regalare al tuo partner.In quel caso,almeno scegliere il modello migliore.
    Concludo dicendo che ciò che secondo me realmente conta è il rispetto di se stessi,camminare sulla retta via è fondamentale…Ma mica si diventa Buddha in una vita sola!In caso di errore,limitare al minimo i danni per se stessi e per gli altri.
    Se il problema persiste consultare un medico.Uno bravo.

    Un saluto

    Zio Buby e l’allegra brigata

  10. Parole sagge zio bubi!!

  11. il fatto che sia lui/lei impegnato/a a cercare l’avventura, a mio avviso non serve a scaricarsi dalle “colpe”….
    vorrei un rapporto esclusivo con l’altra persona e un uomo già impegnato non potrebbe darmi ciò che voglio, oltretutto, avendo subito tradimenti e avendo sofferto come un cane, il senso di colpa verso la donna, per così dire, defraudata, non mi farebbe dormire…
    non fare agli agli altri quello che non vuoi sia fatto a te….

  12. ….guarda che affermare che “è meno grave accettare le avance di un uomo impegnato” non significa scaricarsi le colpe. io sono cosciente della non correttezza del fatto. ma a differenza di molte altre persone lo ammetto.

  13. Risposta per pytta:

    Capisco al 100% la tua situazione e condivido pienamente il tuo punto di vista. Mi capita spesso di sentirmi in colpa per una situazione che non ho cercato, qualcun altro mi ha cercato assiduamente ed alla fine no ce l’ho fatta a dire no, forse perchè quello che ho provato è preso il sopravvento sulla ragione. Da fuori è cosi facile giudicare….. come se noi che ci troviamo incatenate in queste storie fossimo dei mostri insensibili dei sentimenti degli altri…. chissà forse quelle più sensibili siamo proprio noi che siamo costrette a soffrire in silenzio per tutto quello che non ci piace e siamo consapevoli che le cose sono così punto e basta. Difficile da accettare e soprattuto difficile con cui convivere… a volte mi chiedo se sia meglio darci un taglio netto una volta per tutte! Ma sono ancora troppo debole per farlo. Invidio chi riesce a lasciarsi alle spalle tutto senza troppe ferite!
    Vorrei in un certo senso riuscirci anche io per tutto il peso che sono costretta a portare! Ma lo faccio per non peggiorare la situazione! Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: