Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

la “professora” pornodiva impazza su youtube

By Chica Mala

edwige-fenech-small.jpg

Come Trippi, oggi mi sto dannando perchè il blog ha preso vita, si è ribellato e sta impazzendo (a noi piace vederla così).

mentre leggevo repubblica.it, mi imbatto in un articolo che parla di una prof. di Pordenone che di giorno insegna lettere in una scuola media e di notte è un’icona hard della rete.

Già cinque anni fa era stata, diciamo pizzicata dagli alunni che avevano tappezzato i bagni della scuola di sue foto, ed era quindi seguito un trasferimento “diplomatico” ai corsi serali per adulti.

Ora, a seguito della sua partecipazione alla fiera dell’eros di Berlino, gira in youtube un suo video osé di cinque minuti, evvai di nuovo con le polemiche sull’etica degli insegnanti. Poi ci si mette anche un suo collega nel  blog… personale..

Potrei anche risultare impopolare ma io dico, fuori dal lavoro sta donna non può fare quello che le pare? Se non esistesse internet, il web, youtube e quant’altro di certo non l’avrebbe beccata nessuno!

Nei primi anni di liceo avevo un professore di inglese molto charmante che faceva il divo da fotoromanzi…ogni volta che entrava in classe era un tripudio di risatine soffocate e nel nostro piccolo eravamo tutte un poco eccitate da questa cosa; certo non è il paragone più adeguato ma, anche in quel caso non erano fatti nostri quello che il profe figo faceva fuori dall’aula.

Annunci

25 Risposte to “la “professora” pornodiva impazza su youtube”

  1. mi piace la risposta del collega! viva la scuola!

  2. Io sono dell’idea che una cosa è il lavoro è tutt’altra la vita privata, chissà… sarò troppo “moderno” ma trovo troppo bigottismo in giro…

  3. non ci fosse stato internet… ma c’è! E lei è libera di fare ciò che vuole quando non ricopre il ruolo d’insegnante. Possibile che ci sia ancora qualcuno che si ponga questi problemi?

  4. Chit & spiritofstluis: il bigottismo lo fa chi poi a casa picchia moglie e figli o rinchiude in un ospizio i vecchi genitori e poi non li va a trovare… trovo più scabrose queste cose che un insegnante che si tiene le tette in mano e si fa palpare da un gruppo di arrapati 😉

  5. Questa storia mi fa venire in mente una vecchia (ma non troppo) di Frankie Hi Nrg: Quelli che benpensano

  6. Concordo con chicamala, alla fine non ha mica ammazzato nessuno. C’è gente che stà in tv dal giorno alla notte, che è figura pubblica e che nella vita privata ha certo ben più seri e gravi scheletri nell’armadio, eppure nessuno si scandalizza.

  7. Allora aveva ragione Oscar Wilde quando diceva “ognuno è ciò che appare”. Non dobbiamo più preoccuparci di alcun valore, l’importante è salvare le apparenze. Ora che lo so sarà tutto più semplice…(tranne che convivere con me stesso)

  8. paz83: verissimo..non sai quanto mi disgusta vedere certi politici in tv…fanno quasi più impressione di milly d’abbraccio che pratica una fellatio..

  9. per la cronaca: non sono una pornografa è solo che quando ero ragazzina mi fecero vedere un pezzo di un film con la d’abbraccio appunto e rimasi, come dire, un pò scioccata! 🙂

  10. Io posso capire che vita professionale e privata son separate … ma qua si passa agli eccessi. Copri un lavoro di responsabilità e rappresenti un ruolo ben definito nel lavoro. Se la sera vuoi divertirti sei libera di farlo … ma almeno copriti il volto. O non renderlo pubblico … oppure … cambia settore di attività … … …

  11. Molto de matonne 🙂

  12. innovatel: rispetto la tua opinione ma non la condivido. Anche io ricopro un ruolo di un certo tipo e, lavorando nell’ambito dei servizi e della vigilanza privata, quindi in divisa e dovendo mantenere un determinato decoro.. che faccio se qualche collega o un collaboratore mi becca in un locale la sera con minigonna giro passera che me la spasso ballando un reggaeton moolto sudato (ed è già capitato diverse volte)? mi devo vergognare di andare al lavoro il giorno dopo? ma va la!!!
    qualcuno in passato si è permesso di farmi notare la cosa, beh, la mia risposta è semplicissima: “se questo va contro il regolamento aziendale licenziatemi!”

  13. ah.. leggo stamattina che la “professora” è stata sospesa dall’insegnamento e messa a disposizione del dirigente scolastico..
    mah.. http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/scuola_e_universita/servizi/bullismo-4/porno-prof-espulsa/porno-prof-espulsa.html

  14. credo che il mondo del lavoro in generale sia ambito dove si possono utilizzare infiniti escamotage… poi..quando, come in questo caso, ci si mettono di mezzo parlamentari e nientepopodimeno, ministri…
    ieri su cult davano il film della comencini: mi piace lavorare
    non riesco mai a guardarlo, mi fa stare male

    http://it.wikipedia.org/wiki/Mi_piace_lavorare_(mobbing)

  15. Scusate, ancora una volta vado controcorrente: ma di che cazzo stiamo parlando??? Chicamala, tu lo sai come sono libertario io e come la penso: ne ho scritto a iosa. Quello che capita nel mio letto deve interessare solo me e quelle che ci sono dentro. Ma qui c’e’ un pero’ importante e grosso come una casa.

    Come dice il collega della pornoprof nel suo post, i professori – che piaccia o non piaccia – hanno un ruolo guida sia per i ragazzi a cui insegnano sia per i genitori. Dire – come ha fatto lei – che i professori non possono/debbono essere dei modelli per i bambini a cui insegnano, e’ una boiata pazzesca. Una boiata che, per quanto mi riguarda, sarebbe motivo piu’ che sufficiente per sbatterla fuori dall’insegnamento.

  16. ma demonio! è fantastico avere pareri discordanti.
    la tua opinione come quella di tutti gli altri è degna di rispetto anche se non la penso come te 🙂

  17. Nella vita privata lei, come chiunque, può fare quello che le pare.
    Non condivido ma rispetto i vostri punti di vista. sinceramente, non mi farebbe piacere lasciare ad una pornostar l’educazione di mio figlio. E poi, a meno che lei non sia anche un’eccellente insegnate dubito riesca a mantenere l’ordine ed il rispetto nell’aula. i ragazzini fanno ancora gli sciocchi se incontrano l’insegnate a fare la spesa, figuriamoci se la vedono nuda e a farsi palpare!
    Però è anche vero che lei ora insegnava ad adulti, persone con un bagaglio di valori ed esperienze già formate, quindi perchè sospenderla?
    Per le ragioni/scuse se ne trovano a bizzeffe, basti pensare che l’istituzione scolastica ancora ad oggi tende, se può, a non assumere gay, considerati non adatti ad essere “modelli di vita” per giovani menti plasmabili.

  18. @chicamala -> a mio avviso uscire in minigonna o fare porno in rete son due cose diverse … ed anche tanto … 🙂

  19. innovatel: resto comunque della mia opinione 😉

  20. Per come la vedo io gli insegnanti dovrebbero esclusivamente fornire modelli (e NON esserlo) e cultura.
    Per l’educazione ci deve pensare la famiglia, fondamentalmente, e poi gli insegnanti.

    E non ci vedo nulla di perverso nel fatto che la prof di cui sopra nel suo tempo libero faccia la pornostar… c’è chi fa “di peggio”, solo che non ha il coraggio di ammetterlo… altrimenti cosa direbbero mai i “benpensanti”?

  21. […] dovuto tenere uno spettacolo hard la professoressa pornodiva di Pordenone sospesa dall’insegnamento, invece ha raccolto 500 firme per il reintegro nel suo […]

  22. io voto te,,,,,,,ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: