Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Dov’è il confine tra desiderio e fantasia?

sogni amore e fantasia

di Trippi

Mi è capitato di sentire alla radio i risultati di una ricerca condotta dall’Aispa (associazione italiana sessuologia psicologia applicata) presso l’ospedale San Carlo di Milano su un campione femminile di 50 donne tra i 20 e i 40 anni. Che le fantasie erotiche possano aiutare a migliorare la propria vita sessuale non è una novità.  

Mentre per gli uomini spesso i due ambiti coinciderebbero, per le donne non sarebbe così, anzi.. spesso i due termini sarebbero lontanissimi tra loro.

Una fantasia gettonatissima 

Così tantissime donne immaginano sesso estremo e situazioni di pericolo.

Fantasticano:

 

di essere prese con la forza da uno sconosciuto, di fare sesso con più uomini contemporaneamente, di guardare un’altra coppia nell’intimità.

Se lei tradisce solo col pensiero

In realtà poi, il desiderio che queste fantasie si realizzino è lontano anni luce. Infatti le trasgressioni piacciono se restano relegate al campo dell’immaginario!

Perchè va bene fantasticare di fare sesso con uno sconosciuto, ma nella realtà i desideri sono molto più banalmente collegati all’ambito dell’affettività e della tenerezza. Così si sciolgono per una cena a lume di candela o per qualche parola dolce sussurrata in quei momenti.

Loro sognano ammucchiate e il frustino

Gli uomini fantasticano di fare l’amore con più donne, di sottometterle. Nelle fantasie dei giovani maschi italiani avrebbero un’occasione di rivalsa nei confronti di una realtà ben differente. Queste fantasie andrebbero poi attenuandosi con gli anni e la donna dei sogni assumerebbe un ruolo ben più attivo!

Sarà colpa della troppa gente che conosco, dei troppi ex colleghi e delle troppe amiche chiaccherone di eccezioni me ne vengono in mente un pò:

  1. quello che faceva il sottomesso con la donna e poi realizzava casting via chat per realizzare le sue fantasie erotiche: “Scusa Trip, sono impegnato, sto cercando una zocc_ _ _  da portare nei club di scambisti”,
  2. l’amica dell’amica che arrivava a cena a casa dell’amante dopo essere stata con lui,
  3. il conoscente che non pago di essersi sollazzato con la moglie dell’amico per placarle i sensi di colpa le faceva ascoltare i racconti  sulle allegre scorribande erotiche dalla viva voce telefonica dell’ignaro maritino (reduce da una serata a zocc_ _ _ e trans)!

E voi, vi ci ritrovate?

Annunci

6 Risposte to “Dov’è il confine tra desiderio e fantasia?”

  1. Per quello che mi è dato appurare, le fantasie maschili – ben più modeste e scontate – quasi mai trovano sfogo: anche perché noi maschietti siamo molto più bravi a parlare che a concludere.
    Quelle vostre, invece, per quanto più scabrose (almeno per dei bacchettoni), trovano invece più facilmente sbocco nella realtà.
    Quella del sesso estremo, bruto, violento – io credo – sia una fantasia che si realizzi: che si tratti di un occasionale rimorchio o del proprio uomo, poco conta.

  2. oggi non saprei dire se trasgredire e’ solo una regola maschile, diciamo che i piu’ sono loro, e credo, almeno per quanto mi riguarda, che a volte non si va’ oltre cio’ che si pensa perche’ o sia ha paura de essere definite ragazze facili o perche’ si e’ mamma e per i figli non si fa’…del resto a me donna le fantasie non mancano….lasciatemi almeno quelle!

  3. Gli uomini trasgediscono… a parole… 😀

  4. camelot: tu conosci donne che amamerebbero fare sesso violento e poi mettono in atto le loro fantasie?

    giovanna: è vero, noi donne siamo ancora condizionate da quello che gli altri, specialmente uomini, potrebbero pensare di noi

    fauchone: sono d’accordo con te … tutti “chiacchiere e distintivo” 🙂

  5. Camelot, Fauchone, Giovanna: Sono dell’idea che ci siamo molti più mariti compagni che la sera tornano a casa dalla moglie e a mala pena hanno la forza di farci sesso una volta alla settimana, che uomini che saltano da un’amante all’altra o da un letto di motel a un altro! Lo stesso discorso vale per le mogli/compagne. Che poi l’uomo si faccia la scappatella ogni tanto, quando è proprio certo di non essere beccato, beh, può essere una volta ogni tanto. Tra un ogni tanto e l’altro, nelle coppie normali che vivono una vita normale, possono passare anche anni. Poi ci sono gli stronzi e le stronze che non sanno stare da soli. Sono le eccezioni di cui ho parlato, in questi casi mi chiedo perchè scegliere un/una compagno/a fissa? Stai da solo e fai quello che ti pare! Ma la mia, appunto è un’opinione..

    Camelot: Non sono d’accordo. Non penso che ci siano donne, per quanto trasgressive che vogliano concretizzare la fantasia di essere prese con la forza da uno sconosciuto. Uno stupro, nella realtà non è esattamente piacevole, e non è il corrispondente del principe azzurro di biancaneve a risvegliarti con un bacio! Quando poi avviene nell’ambito esclusivo della coppia, beh li sono fatti loro! All’interno per me, quando c’è il consenso di entrambi, tutto è concesso!

  6. […] già affrontato il tema qui e oggi leggo qui i dati che confermano quanto avevamo detto allora e  qui dell’uscita di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: