Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

A tutti gli uomini… A tutti gli uomini…

di Lupetta

Mi spiegate cari maschietti perchè è entrata in voi l’idea che a noi donne piaccia il cosidetto uomo misterioso? L’uomo da Breil, l’uomo che non deve chiedere mai?

Ma chi ve l’ha detto? Chiii?

Beh! News del giorno cari maschietti… non funziona!

Non funziona più!

Non ha mai funzionato!

Solo negli spot pubblicitari è possibile il successo.

Si, il successo di vendita del prodotto!

Ma poi, uomini del mistero perchè lo diventate quasi sempre dopo esservi fidanzati?!

Mistero!

Esempio: la ragazza (ufficiale) vi chiede quali programmi avete per la serata, vi sta, quindi, semplicemente chiedendo se avete o meno intenzione di uscire la sera.

E qui sta l’errore… eh si, perchè l’uomo del mistero come può mai sapere cosa farà tra 5 minuti? Te lo dirà domani, forse, se è uscito o meno. Perchè lui vive il momento, il futuro non lo conosce…

Povere le mie ragazze.. ha ragione lui, perchè probabilmente questo tipo di uomo, prima di arrivare a queste teorie zen da rompicapo, ha letto libri e manoscritti antichi buddisti.

E solo in preda a stati di meditazione yoga è riuscito a darvi questo tipo di risposte, convinto ormai, che la vita sia come un libro scritto da un californiano adottato da monaci buddisti dopo essere stato abbandonato nella foresta amazzonica.

Per favore, uomo del mistero, vai a dirlo al tuo datore di lavoro che non sai se ti presenterai domani a lavoro perchè devi ancora vivere oggi.

Forse mi sono persa qualche libro ma… che fascino pensate possiamo trovare in un uomo che ci crea dubbi e incertezze.

Un uomo che tiene la sua ragazza sopra un sottilissimo filo e dove solo a volte può trovare delle piccole, molto piccole, piattaforme su cui riposare, riprendere fiducia e forza prima della nuova acrobazia.

Ho io una risposta per voi cari maschietti.

A noi donne i fili, le acrobazie, i salti nel vuoto non piacciono ma credo che questa sia il tipo di realtà che a voi piacerebbe giocare.

Voi, desiderate una donna che vi tenga costantemente su quel filo sottile, pieno di ma, forse, non so. E probabilmente la piattaforma la usereste solo per fare del bungee jumping.

Ma a noi non piace!

Ficcatevelo in zucca!

NOI VOGLIAMO CERTEZZE

NOI VOGLIAMO SICUREZZE

Abbiamo già stipendi da fame e contratti di lavoro da water pubblici, mutui e peli da combattere, almeno nella nostra vita privata dateci conferme.

Abbandonate l’idea dell’uomo da spot pubblicitario, noi vogliamo Leonardo Dio Caprio di Titanic, Patric Swayze di Ghost, piuttosto un Tom Hanks in Forrest Gump ma non l’uomo Denim, l’uomo Breil mai l’uomo misterioso. Il fascino, è un’altra cosa…

Arrivederci alla prossima puntata

Annunci

10 Risposte to “A tutti gli uomini… A tutti gli uomini…”

  1. STANDING OVATION A TE LUPETTA!!

  2. L’allegoria dello scoglio e della cozza funziona benissimo anche in questo caso. 😛

    Scherzi a parte, condivido con quanto hai detto in tutto per tutto!

  3. Già, chi me l’ha messo in testa??
    Forse l’esperienza? I fatti?? Le batoste???
    Uhmmm….

    Comunque, felice di sapere che c’è chi la pensa così.

    Ciao 🙂

    (non chiedermi come sono arrivato qui… giravo e… credo di essermi perso! ‘iuto…)

  4. La mia personale esperienza mi porta a credere che il modello femminile che va per la maggiore sia in stile “Cara Ti Amo” di Elio e le Storie Tese, e leggere che c’è chi non la pensa così, che c’è gente un attimo più “concreta” non può farmi altro che piacere…

    …a trovarne di donne così! 🙂

  5. Ti amo fauchone!

  6. […] brutto capitato la notte scorsa al termine di una classica serata salsera con la mia amica Lupetta e il Signore delle tempeste in un locale sui navigli (zona frequentatissima di […]

  7. […] Anche se buona parte della gente che mi conosce mi considera una donna cazzuta (tosta, con gli attributi NdA), ciò non significa che non mi sia mai sbucciata le ginocchia, ci rimango male anche io se il bastardello di turno mi dice “ti chiamo” e poi non lo fa o se ti promette “usciamo stasera” per poi trovare mille scuse per rimandare o addirittura disdire, diciamo che un minimo di stabilità affettiva non mi dispiacerebbe, come a quasi tutte le donne. […]

  8. […] vi sono mancata forse no, altri non sanno neppure chi sono ma ora mi conoscerete e riconoscerete. Ma non è facile […]

  9. Sembra che tu parli da donna ferita…semplicemente chi ti tiene sul filo può anche aver altri pensieri…hai mai provato a parlare veramente con un persona? a volte poi cercare certezze e conferme, a cosa porta? a matrimoni che si trascinano…credo sia giusto provare a costruire qualcosa di stabile in un rapporto di coppia, ma credo anche che ognuno di noi abbia il proprio concetto di stabilità…bisogna parlare tra lui e lei…non lamentarsi dopo di quel che uno pensa, mentre l’altro intendeva diversamente…bisogna parlare, nessuno ha la palla di vetro…saluti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: