Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

Il vampiro affettivo, identikit del manipolatore sentimentale

libro

di Trippi

Leggo su Donna Moderna di questa settimana(9/04/2008) un dossier dal titolo “Le vie d’uscita da un amore sbagliato”. L’approfondimento tratto dal libro della terapeuta comportamentale francese Isabelle Nazare-Aga “La manipolazione affettiva. Quando l’amore diventa una trappola!”,  Castelvecchi editore, 15 euro.

Premetto che il manipolatore può essere tanto di sesso maschile quanto di quello  femminile, perchè è vero che ci sono donne che amano troppo, ma è altrettanto vero che ci sono anceh uomini che lo fanno.

Il manipolatore affettivo è una persona con caratteristiche narcisistiche che mette a dura prova la nostra autostima, disintegrandola giorno dopo giorno mettendo in discussione non solo le nostre decisioni ma persino la capacità di prenderle autonomamente.

Il problema è che non ci si accorge di essere caduti nella rete di un manipolatore se non quando è troppo tardi, ormai è finito il processo di seduzione ed è iniziata la fase successiva,  la convivenza, il matrimonio, l’arrivo di un figlio! Insomma interviene un punto di rottura degli equilibri precedenti e avviene la TRASFORMAZIONE. Non è che non ci si renda conto sin dall’inizio infatti, come spiega la psicoterapeuta, le avvisaglie e la percezione che ci sia qualcosa che non va si avvertono ma non si dà troppo peso alle sensazioni.

Ecco 4 modalità trappola o situazioni a rischio che vengono individuate dalla terapeuta e dalle quali bisogna guardarsi dal cadere dentro:

1 Il partner/la partner critica chi ci circonda- il manipolatore cerca di isolare dalle persone che possono rappresentare un pericolo, un “contro-potere”: medici, psicoterapeuti, amici e alcuni membri della nostra famiglia. La conseguenza è il vuoto pneumatico intorno!

2 seduce la nostra famiglia – il vampiro con cortesia, fascino e savoir faire riesce a conquistare parenti e familiari, così non solo avremo paura di non essere credute, ma finiremo pure con il vergognarci di essere così “lagnose” e si non aver saputo riconoscere il compagno della vita.

3 se è un lui: ci chiede di lasciare il lavoro – rientra tutto nel processo di isolamento e sgretolamento progressivo dell’autostima nel quale ci sta catapultando! Attenzione lo fa per evitare che la fiduzia in se possa essere ripristinata rafforzata nell’ambiente di lavoro, ma anche per paura che si conoscano altre persone che ci levino le fette di salame dagli occhi.

4 se è una lei: ci vuole sempre a casa – non ci impedisce di lavorare, ma ci blocca in casa nei week end con pretesti di lavoretti o altro per averlo sempre a disposizione e rafforzare il proprio potere. Impedisce di avere uscite/ amici o spazi tutti per se. Tutto deve avvenire nell’ambito della coppia.

Il test:

Come riconoscere un manipolatore

se tra queste 30 caratteristiche il partner ne ha almeno 14, avete a che fare con uno di loro:

1 colpevolizza gli altri, ricattandoli in nome del legame familiare, dell’amicizia, dell’amore etc

2 fa credere che bisogna essere perfetti, che non bisogna mai cambiare opinione, che bisogna sapere tutto

3 sa fare leva sui principi morali delgi altri per raggiungere i propri scopi

4 critica, svaluta e giudica le qualità, la competenza, la personalità altrui

5 può essere geloso anche se è un genitore o un parente

6 utilizza lusinghe per adulare, fa regali o improvvisamente è premuroso

7 fa la parte della vittima per essere compatito (esaspera il suo malessere e il carico di lavoro)

8 rifugge le sue responsabilità  riversandole sugli altri

9 non comunica chiaramente i suoi bisogni, sentimenti e opinioni

10 spesso risponde in modo vago

11 cambia argomento con disinvoltura nel corso di una conversazione

12 evita i coloqui e le riunioni

13 telefona o lascia appunti scritti invece di parlare di persona

14 invoca ragioni logiche per mascherare le sue richieste

15 deforma e interpreta la verità

16 non sopporta le critiche e nega l’evidenza

17 fa minacce velate o ricatta apertamente

18 semina zizzania, crea sospetti e conflitti per avere la situazione sotto controllo o per provocare la rottura della coppia

19 cambia idea, comportamenti e opinioni a seconda delle situazioni

20 mente

21 punta sull’ignoranza degli altri e li convince della sua superiorità

22 è egocentrico

23 i suoi discorsi sembrano logici e coerenti, mentre i suoi modi, le sue azioni e il suo stile di vita no lo sono affatto

24 si riduce sempre all’ultimo momento per chiedere o far fare qualcosa agli altri

25 non tiene conto dei bisogni e dei desideri altrui

26 ignora le richieste (ma dice di occuparsene)

27 produce uno stato di malessere o un senso di intrappolamento

28 ci fa fare cose che probabilmente non sceglieremmo spontaneamente

29 è efficiente nel perseguire i propri fini, ma a spese altrui

30 è costantemente oggetto di discussione tra le persone che lo conoscono.

Sarà, non sarà, ma io ho riconosciuto mio PADRE e una EX COLLEGA!!

About these ads

81 Risposte to “Il vampiro affettivo, identikit del manipolatore sentimentale”

  1. anche io ci ho riconosciuto qualcuno: è l’esatto identikit dell’uomo di una mia conoscenza, che l’ha fatta diventare, suo malgrado (forse), una brutta persona proprio come lui..
    purtroppo questo genere di persone ti vampirizza davvero. Sei non sei abbastanza forte per avere un briciolo di consapevoletta è un attimo cadere in questo vortice e a volte ci voglio anni per svegliarsi dalla catalessi.
    Un esempio : quando stavo con il mio ex convivente mi ero convinta di non essere più capace di guidare la macchina visto che mi portava lui ovunque e quando uscivo era sempre lui il mio autista e unica compagnia.. (guido benissimo!)

  2. io fortunatamente non riconosco nessuno!!si,qualche cosa si ritrova,ma si è di gran lunga sotto le 10!spero di non cadere mai in questa “trappola”…

  3. si chiamano anche amori malati, ma per fortuna ad un certo punto te ne accorgi da sola :D

  4. questi psicologi invece di scrivere queste stronzate devianti, dovrebbero pensare alla loro di vita sentimentale…

    scusate lo sfogo… :-)

    • probabilmente sei uno di loro…. e non lo sai…questi uomini mi hanno rovinato la vita…tredici anni con uno e in cura dallo psicologo con gli attacchi di panico e un altro fortunatamente un gran bluff….li ringrazio di una cosa …che ho cominciato a guardare finalmente cosa manca dentro di me ciao a tutti

    • chi è scettico e non crede a queste cose è stato fortunato e probabilmente non ha mai incontrato un vampiro: ti distugge

  5. Chica: perfettamente d’accordo con te!!

    Pav: te lo auguro anche io!!

    Occhi: sono le cosidette persone che amano troppo, donne e uomini che non riescono a sganciarsi da una relazione. Sulla Rai in seconda serata mi è capitato più volte di vedere il programma Amore Criminale, racconta amori malati tratti dalla cronaca e ne propone una ricostruzione. Tutte le storie hanno lo stesso finale: la donna muore. L’assassino è sempre lo stesso, un uomo di cui non hanno voluto o potuto liberarsi.

    Gandalf: su quanti punti ti ritrovi? La tua è esattamente la risposta che viene data dai manipolatori sentimentali quando viene proposta la terapia di coppia!! ;-)

  6. trippi: la negazione…

  7. su 30 non ne ho manco una: fate un po’ voi…

    rimango pur sempre dell’idea espressa ;-)

    • Gandalf non ti conosco ma sei proprio sicuro che l’articolo non ti riguardi? Comunque io non credo che questo argomento sia una stupidaggine e purtroppo io conosco una persona molto vicino a me con quasi tutte le caratteristiche sopracitate. Un saluto a tutti

  8. Gandlf:in tutta onestà io penso di avere almeno 12 di quelle caratteristiche! Sicuramente sono una campionessa con queste:

    15 deforma e interpreta la verità

    16 non sopporta le critiche e nega l’evidenza

  9. la 16 si applica a tgutti gli esseri umani, quindi non vale

    la 15 te la posso rigirare dicendo che in molti interpretano la realtá in maniera diversa e quindi la deformano :-)

  10. trippi sono a 12 :

    2 per tutte –
    9 non comunica chiaramente i suoi bisogni, sentimenti e opinioni

    23 i suoi discorsi sembrano logici e coerenti, mentre i suoi modi, le sue azioni e il suo stile di vita no lo sono affatto

  11. la mia ragazza dice che la mortifico

  12. Ciao Nicola benvenuto! Lo dico sempre anche io al mio uomo!! Ora che ci penso lo pensava di me il mio ex.. beh a seconda dei rapporti siamo più o meno forti! beso

  13. io non so cosa fare ho paura di perderla.aiutatemi

  14. Nicola: se la tua ragazza ti esprime un malessere forse dovresti ascoltarla

  15. si ma non fa altro che lamentarsi….lei vorrebbe che le dicessi sempre si
    ma io non sono uno zerbino

  16. scusate si dice “che le dica” e non “che le dicessi”

  17. Nicola, ti rispondo da donna e non da guru dell’umana conoscenza, quindi la mia è una opinione personalissima esicuramente non scientifica!! Tra l’essere definito uno che mortifica e uno zerbino corre una bella differenza, chiedi di essere aiutato e poi dici che non vuoi essere accondiscendente. Prova a cercare una via di mezzo! Parla e ascolta!! besitos e in bocca al lupo

  18. il problema è che la mortificazione inizia quando io non sono accondiscendente.
    quindi la condizione sarebbe…io dico sempre “va bene” e lei non dira’ piu che la mortifico.

  19. [...] ragazze perlomeno facciamoci furbe e se abbiamo a che fare con un manipolatore affettivo impariamo a usare le sue stesse armi e [...]

  20. io sono sposata da 15 anni con un manipolatore che ha TUTTE le caratteristiche del test. Leggere il libro e’ stata una doccia fredda. Come se mi si fosse acceso un faro in faccia. Vorrei fuggire ma ho paura. Ho tre figli da proteggere.

  21. sono una manipolatrice… pare così.
    lo dice lui.

  22. sono marito e papà di 2 figli con la moglie che ricopre spesso il ruolo di vittima mi fa passare per il carnefice, io mi riconosco in 12 punti e ne considero almeno 19 a lei. Che fare ? Siamo già in terapia e lo psicoterapeuta dice che non ci segue più perchè ha fallito. Intanto a me viene il mal di stomaco ogni volta che entro a casa perchè sò che le poche ore che passo qui saranno un incubo: colpe su colpe, e non faccio nulla non la aiuto ecc. Chi mi conosce dice l’esatto contrario. Vuole separarsi ma non lo fà mai e lo psicoterapeuta dice che noi viviamo bene questo ruolo. Il passo avanti è stato non cadere più nelle provocazioni e ciò non fà altro che auementare in lei le provocazioni ma almeno sono + sereno…

  23. Costa: sei nella stessa situazione di molte donne. Ora se ne può uscire. Hai provato a rivolgerti a qualche centro di sostegno per le donne vittime di abusi familiari. La violenza non è solo fisica, a volte da quella psicologica è più difficile uscire!

    Barbara: e tu cosa dici?

    Vittima: probabilmente sei anche un pò carnefice, se anche la psicoterapeuta si è arresa! dici che lei vuole separarsi ma non lo fa, fallo tu!

    Per tutti: ovviamente la mia è un’opinione, no sono una psicologa, non conosco le vostre situazioni ed è troppo facile parlare dall’esterno! Chiedete aiuto ai vostri cari o a centri specializzati.
    Besitos

  24. .. purtroppo io faccio prima a dire quali sono i punti mancanti delmio uomo… anzi aggiungo qualche schiaffone che in realtà non posso definire tale perchè se davvero avesse voluto darmi uno schiaffone me ne sarei accorta e sì che mi avrebbe fatto male.. insomma carezze pesanti le definirebbe lui, dimostrazioni di forza secondo me che tuonano come “zitta e a cuccia” .. e poi un disperato che mi ama follemente che ti prego tu non hai ragione te le meritavi perchè mi “hai Risposto” ma ti amo non lo farò più .. se ti comporti bene.. forse sono stata vampirizzata .. sono consapevole ma non riesco a liberarmene .. lo lascio e lo riprendo cedo alle sue suppliche disperate.. schiaffoni non ce ne sono stati più, solo due episodi in un anno … solo .. e sono troppi .. dopo sono stata “brava” ho perso la luce, il sorriso la gioia l’entusiasmo .. per ora ho ancora una vita e spero di riuscire a trovare la forza per riprendermela .. la mia peggiore nemica sono io .. sono spezzata dentro dilaniata divisa in due .. confusa non so se lui è un mostro irreversibile o se può essere l’uomo adorabile che sfodera all’occorrenza tipo adesso che ad ogni sfuriata lo lascio. Sono grande… quasi 40 anni e non sono più capace di gestire la mia vita di sapere che è sbagliato e di agire diversamente. Devo andare in un gruppo di ascolto ma per ora rimando .. fingo che mi stia sbagliando che non sia così.. ma le amiche sono in allarme mi avvertono che dopo sarà peggio..

  25. Ho preso un foglio e l’ho diviso in due colonne, una per me ed una per la mia compagna.Ho cercato di essere il più obiettivo possibile ed il risultato è stato 12 per lei, 11 per me.

    Devo pensare che ci stiamo manipolando a vicenda?

  26. Isa ti ho risposto conun post tutto per te! qui: http://moltorumorexnulla.blogspot.com/2008/10/molto-dolore-per-nulla.html

    JJ: l’ho fatto anche io per me e il mio compagno, il risultato è molto simile, quella però si chiama contrattazione affettiva, in cui, secondo me si finisce col bilanciare richiesta e offerta. il problema sorge quando ricatta e ottiene solo uno!

  27. Ciao a tutti, sto leggendo anche io il libro della psicologa francese perchè mi piace la psicologia e volevo capire cosa c’è stato di veramente sbagliato in un rapporto che è finito un mese fa circa. Cioè se e dove ho sbagliato io, se e dove ha sbagliato lui. Ho sempre avuto la sensazione di sbagliare quando ero con lui, di essere troppo esasperante, gelosa e a volte “cattiva” perchè quando iniziavo i miei “monologhi” ero un martello pneumatico…Però devo anche riconoscere che io non mi sentivo affatto amata da lui, forse la relazione è iniziata troppo presto più per il bisogno di amore che per una scelta consapevole e serena. Mi sono aggrappata perchè venivo fuori da una storia molto brutta con un manipolatore “di prima categoria” che mi ha portato a soffrire di ansia, quasi di attacchi di panico, disturbi del sonno e naturalmente depressione. Una persona fortemente disturbata. Poi ho conosciuto questa altra persona, era interessante, piacevole quando eravamo in compagnia e in fin dei conti una persona molto creativa e curiosa per certi modi di fare. Ma sapevo fin da subito che c’era qualcosa che non andava e che mi rendeva insofferente perchè non mi sentivo amata, sentivo che lui non si fidava di me, ad esempio, non mi stimava, non si apriva con me e poi…vedeva ancora la sua ex storica. Per tutto il tempo siamo usciti sempre in quattro, noi, lei e il suo attuale fidanzato. Se all’inizio mi sembrava di aver trovato la situazione e gli amici giusti mano a mano capivo che non potevo sostenere il peso del sentimento e il feeling che era rimasto fra loro. Piano piano ho cominciato ad essere sempre più insistente nel mostrare la mia insofferenza per questa situazione, lui da parte sua è diventato sempre più distante, critico nei miei confronti, io mi sentivo sempre meno capìta ma anche lui mi ha sempre detto di essersi sentito capìto, ma giudicato e mi accusa di aver sempre messo in dubbio quello che mi diceva per la mia gelosia che ha definito “al limite del patologico”. Di fatto non ha fatto mai niente per farmi capire che teneva a me, per rassicurarmi ma è diventato sempre più “odioso”. Non voleva che lo abbracciassi, non voleva che gli raccontassi le cose che mi succedevano perchè diceva che erano tutte stupidaggini e che ero io a non saper affrontare le situazioni, che lui avrebbe fatto sicuramente diversamente…ma non specificava come…Continuavamo a vedere la sua ex e gli altri suoi amici, (pochi) e anche quando eravamo con loro mi metteva a disagio facendo capire loro che mi disprezzava, che ero una persona pesante…forse malata…che ero io ad attaccarmi a lui ma che lui non mi voleva…del resto quando mai ha dimostrato di essere veramente innamorato di me? Forse mai, neanche i primi tempi…Fino ad una vacanza durata 15 giorni dove ho avuto sempre la nausea e forti dolori alle ginocchia perchè davanti agli altri mi mostrava solo indifferenza ma tutto sommato cercava di essere gentile…quasi per cortesia…mentre quando eravamo soli la sera mi girava le spalle e si addormentava serenamente..Io che pensavo che volesse fare la pace e che la vacanza potesse essere il momento migliore capivo che fingeva davanti ai suoi amici per non dare a vedere quanto fosse “odioso” in realtà, per non affrontare i problemi, una discussione, ammettere che aveva torto e che non poteva amarmi perchè forse da qualche parte nel suo cuore amava ancora la sua ex..e ricominciavano i dolori di pancia, non riuscivo a dormire, il cuore mi batteva in modo aritmico e non riuscivo a respirare bene, volevo piangere ma non ci riuscivo e anche se piangevo non mi ero veramente sfogata perchè io in realtà avrei voluto urlargli tutto il mio dolore e la mia rabbia ma tanto lui non sarebbe stato in grado di capire, né voleva ascoltarmi… Non capivo che in nessun modo voleva riavvicinarsi a me. Che era stata sempre una farsa la sua con me, che neanche lui ne era consapevole però gli faceva troppo comodo non essere solo e poter continuare a vedere la sua ex..usarmi per risolvere i suoi problemi, per non affrontare la sua depressione, le sue paure e la sua incapacità di amare e di sentirsi amato veramente, autenticamente.

  28. Per non parlare di tante piccole cose che piano piano mi hanno ferita sempre di più come una goccia che scava nella roccia, ad esempio gli sguardi fra loro, la foto in primissimo piano che lui le ha fatto durante la vacanza in un momento in cui erano soli…o perlomeno non c’ero io…quando le ha dato la mano per aiutarla a passare da uno scoglio all’altro un giorno al fiume…un messaggio in cui lei le diceva che le mancavano “i vecchi tempi”?! Dio mio se penso quanto ho sofferto, ancora mi si stringe il cuore…Sono io paranoica? Sono io ad avere dei problemi? E perchè scelgo delle persone che non sanno amare? Perchè sono stata così tanto in questa situazione che mi ha fatto soffrire così? Forse in questo ho sbagliato io per prima, così come a tormentarlo quando capivo che mi stava portando in giro…

  29. Ciao Maura, le tue domande sono quelle che ci poniamo tutte. Non esiste una risposta univoca. Non so se tu o lui avevato uno schema, se tu l’abbia molestato ed esasperato. Forse banalmente non vi amavate abbastanza da tollerarvi, per non essere soli. Non penso che tu scelga persone sbagliate, forse sono le persone sbagliate a scegliere noi!
    Questo blog, in realtà non è più operativo da oltre un mese, ho messo il tuo sfogo on line sulla nostra nuova piattaforma, http://moltorumorexnulla.blogspot.com/2008/10/ceravamo-tanto-odiati.html perchè a volte abbiamo solo bisogno di sapere che i nostri problemi sono quelli di tutti.
    Un abbraccio!

  30. Grazie Trippi,

    forse è vero che siamo stati tutti e due i manipolatori l’uno dell’altra e che al di là delle definizioni abbiamo sofferto tanto e anche adesso non è facile. Abbiamo sbagliato entrambi a non lasciarci prima per non stare da soli. Poi a volte penso che in fondo in fondo siamo molto diversi da come siamo stati nella nostra relazione ed io a volte lo penso ancora, forse sono ancora un pò innamorata e mi dispiace di averlo perso. Che fare ora?

    Un abbraccio anche a te
    Maura

  31. Certo che in realtà siete diversi da come lo eravate nella relazione, perchè ci si influenza e condiziona a vicenda. Il mio ex e io siamo irriconoscibli da soli, rispetto a quando eravamo una coppia. Lo sei anche nei confronti degli altri. La mia amica e socia Chica mala racconta sempre che il padre le diceva che accoppiata era insopportabile e lei ogni tanto si chiede se in realtà la sua vera natura si esperima solo da single. Non smettiamo di amare queste persone, anche quando non vorremo più riprendere una vita a due, perchè odiarle significherebbe rifiutare in toto quello che siamo state insieme a loro. Un’altra parte di noi! Che fare.. Devi lasciare decantare, continuare a vivere e ad aspettare che tutto quello che ci è capitato assuma un senso, perchè il rimpianto diventi malinconia o sollievo che le cose siano andate come sono andate.

  32. Mio padre ha 19 caratteristiche su 30: mi fa sentire una nullità e mi sta portando a lasciare il teatro e la professione artistica, cosa che amo in assoluto e dove ho fatto enormi sacrifici per realizzarmi. Ho paura che, attacco oggi, attacco domani, rischi di non avere più forze e cambiare lavoro.

  33. Ciao a tutti. Ho vissuto per 6 anni con un umo manipolatore che ha 23 caratteristiche su 30. smettetela di rimettervi in questione se lo fate non siete manipolatori e se lo fate per l’altro allora lui lo è. certo il tutto non è cosi’ riduttivo e bisognerebbe leggere il libro di Genevieve Pagnard altra francese psichiatra che ha identificato il processo della malattia. il suo libro non è stato ancora tradotto ma per noi italiani leggere il francese non è impossibile andate in questo link e approfondite le vostre ricerche. chi è manipolato conosce la sofferenza di questa violenza psicologica e non è facile allontanarsene ma il manipolatere quando capisce che sta per perdere la sua preda diventa violento fino alle minacce di morte che a volte si concretizzano e altre vlolte no. per chi ne è dentro fino al collo state attenti ma incominciate a prenderne le dovute distanze penso a isa e per pino non ti far schiacciare dalla manipolazione è pur sempre tuo padre ma non ha nessun diritto di distruggerti. informatevi il piu’ possibile
    http://groups.msn.com/Violencepsychologiquefamiliale/manipulationdestructrice.msnw

  34. Ho conosciuto un uomo cosi.. mi ha fatto innamorare usata sfruttata e buttata quando ha trovato la vittima successiva ora sembra che sia finita anche con lei o siamo quasi alla fine…
    cerca solo donne di dubbia moralità per accusarle di cose terribili essendo io sempre disponibile e controllabile non si è mai voluto mettere con me ma mi mortificava dicendomi che io non volevo essergli amica perchè sono egoista allora mi teneva accanto a lui…
    prima di mandarmi via per sempre dalla sua vita ha fatto l’amore con me… per poi sparire..
    Io ho conosciuto questa persona non lo auguro a nessuno

  35. io conosco in certe cose mia moglie che, nonostante sappia che non la amo +accetta compromessi, come corna, purchè io non me ne vada. dicendo che senza me è finita.io credo che sia una forma di egoismo. ma non mi farò convincere.

  36. Anch’io sono stata maltrattat e ridotta ai minimi termin..quasi annullata, deteriorata e confusa. Mi sentivo Stupida eppure sono laureata, lui era 18 anni più grande di me e solo questo gli ha dato grandi vantaggi…mi sentivo ignorante e incapace di amare. Eppure l’ho incontrato in un momento splendido della mia vita…Sembra che questi “vampiri”abbiano bisogno di spegnere la luce chehai attorno e ti spegono per vivere di luce riflessa. Credo che in fondo siano persone vuote, incredibilmete vuote e piene di cicatrici dolorose ancira aperte. Mi ha dato un grosso dispiacere sapere che al mondo esistano persone che non hanno niente di umano, ma ora saperlo mi fa essere prudente e anche più dalla mia parte: mi autoproteggo e autoconfesso cosa le mie sensazioni mi stanno urlando. Ora so che se dentro me c’è una vocina è la mia! e quella solo quella devo ascoltare. Ora dopo 2 mesi che la storia è finita comincio a respirare l’aria e a sentirmi di nuovo nel mondo, certo variopinto, ma pur sempre vivo e colorato. Con lui tutti mi sembravano cattivi e pericolsi…avevo perso il mio buon carettere e stavo cominciando a scolorirmi, piano piano mi ero isolata da tutti.
    Ascoltate la vostra coscienza, perchè alcune persone non ne hanno, non è vero che è scontato averla. Ascoltate solo voi stessi.

  37. Ad ottobre eravamo 12 a 11[col test]….adesso le cose sono peggiorate e pure da parte mia. Lei è cambiata in meglio, io in peggio, quasi fossi diventato lo specchio di come era lei un anno fa, oltretutto caricandomi di un risentimento che non riesco ad eliminare, quando vorrei finalmente amarla liberamente e dolcemente; sicuro di me in primis, e sicuro del suo amore. Usciamo e sono geloso dei suoi amici, di ogni individuo che possa essere un potenziale corteggiatore. Giudico i suoi amici, poi, magari un po’ bevuto dopo un giro di locali, una volta a casa, la ferisco. Magari dopo aver fatto pure una mezza scenata in pubblico. Mi isolo, non curando più nemmeno le mie amicizie.
    Tronco il dialogo in maniera aggressiva, salvo poi pentirmene, stare male, sentirmi in colpa ed avere una gran paura di perderla. Mi incazzo con me stesso, perchè io non sono così. Quando l’ho incontrata lei usciva da situazioni sentimentali terrificanti, io da una storia con una ragazza dipendente dal gioco, che mi mentiva e mi tradiva, facendomi credere quello che voleva. Eppure ho avuto la forza di ascoltarla, di capirla, di perdonarla quando a fare le scenate era lei, quella che feriva era lei….
    Non so cosa fare. Ma credo tornerò dallo psicologo, e anche molto in fretta. Se non recupero autostima la perdo. E di pazienza ne ha avuta anche troppa.

  38. Salve a tutti. Io sto passando indirettamente un perido terribile…la mia migliore amica, ha completamente perso ogni facoltà di intendere e volere! si lascia distruggere da un uomo conosciuto solo 2 mesi fà il quale la picchia, la sottomette sessualmente e la umilia costantemente, x poi implorare puntualmente perdono dicendole che nn lo farà più e che nn sa vivere senza lei! Il brutto è che fino alla scorsa settimana diceva: – sono malata, mi devo liberare di lui prima che mi distrugga!- …ora si è schirata contro tutte noi amiche dicendo che lo ama e che è lui quel che vuole! Siamo amiche da 20 anni….e questa è la prima volta che sono seriamente preoccupata x lei…

  39. Per Betacross, aiuta la tua amica! Non lasciarla nelle mani di uno stronzo così. Piuttosto ospitala a casa tua o indicale le residenze protette per donne maltrattate (ce ne sono in ogni città). Il manipolatore affettivo è in genere una persona che ha un disturbo della personalità narcisistico o borderline. Il disturbo della personalità è una faccenda seria, crea sofferenze indicibili non in chi ce l’ha (il disturbo) ma in chi si relaziona con loro. pericolosissimo !!! Nel web ci sono tante testimonianze di donne, forum, libri che parlano di queste relazioni malate. Falle leggere alla tua amica! In bocca al lupo.

  40. credo proprio di essere in questa situazione e voglio uscirne…. pensavo fino a poco tempo fa che certi atteggiamenti fossero dovuti alla sua immaturità ma la situazione continua così da un anno e mezzo e io sono stanca di credere ede accettare le sue scuse corredate di un “vedrai che non succederà più.
    La cosa che mi sta tenendo ancora qui è che non riesco a capire se abbia davvero dei problemi o se sia solo uno stronzo ignorante.
    I punti in cui lo riconosco sono:
    4-5-6-7-8-9-10-11-13-14-15-16-18-19-20-22-23-25-26-27-28-29.

    Vi prego, ditemi la vostra…

  41. Tutti mi dicono che mi frequento con un manipolatore, ma io, forse essendo veramente manipolata, non mi ci riconosco.
    Lui è egoista sicuramente pero’ a volte si “Concede” a uomo normale. Io sono spostata ed ho due splendidi figli ed una bella vita anche se non vado molto d’accordo con il marito. Pero’ lui fa “tira e molla” dice che devo lasciare il marito ma non per lui, perché lui potrebbe esserci ora ma non più domani. Esce a volte con le mie figlie… ma poi sparisce. Io non lo posso mai chiamare al cellulare… se chiamo o non risponde oppure è occupato e mi richiama il giorno dopo. Io devo sempre rispondere altrimenti fa le scenate. Mi organizzo per uscire con lui ma poi lui dice che non deve stare ai miei comodi ed allora se ne va in giro con i suoi amici ricchi e famosi e mi snobba.Potrei scrivere molte altre cose ma…
    Pero’ quando sto con lui (rare volte) mi copre di attenzioni…

  42. Oggi ne sono uscito anche io… in un modo brutto.. ma l’importante è uscirne.. penso di aver trovato il peggio del peggio: una psico-sessuologa vampira e ninfomane
    i punti in cui mi trovo con il test sono:

    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    14
    15
    16 nega l’evidenza
    17
    18 crea sospetti e conflitti per avere la situazione sotto controllo o per provocare la rottura della coppia
    19
    20 mente (qui solo sospetti ma sono un tipo che si fida molto e che quindi non va mai ad approfondire i fatti)
    21
    22
    23
    25
    26
    27
    28
    29

    La storia è durata 1 anno e mezzo ed ora non ho piu nulla.. ho rotto con famiglia, amici, ho perso il lavoro, ho lasciato tutti i miei hobby, ho rischiato di perdere la casa, sono visivamente invecchiato di 6-7 anni, dimagito di 10kg (e non ero per niente in sovrappeso) sono stressato, depresso, sfiduciato e con l’autostima sotto zero!

    La cosa che mi fa piu paura è che per difendermi mi sono reso conto che ho iniziato ad adottare anche io delle tattiche di manipolazione, fortunatamente non arrivo nemmeno vicino ai 14 del test ma alcune caratteristiche, fino ad un anno e mezzo fa, non mi appartenevano.

  43. Ciao, avendo già preso in gennaio un articolo dal web su come difendersi dai manipolatori, sono capitata qui, e ho incollato il tuo post nel mio blog. Naturalmente ho indicato la fonte, così tutti possono passare e leggere anche i commenti.
    Spero non sia un problema per te, ti devo anzi ringraziare, perché sto cercando di aprire gli occhietti a qualcuno, che non riconosce in rete alcuni manipolatori. Quello che attualmente conosco ha 24 punti! Brutta cosa, ho conosciuto gente che mi ha riempito di complimenti per poi degradarmi.
    Grazie e passa da me, se vuoi, così ti accerti che ho lasciato il link tuo. (Tutti sanno che non è farina del mio sacco).
    Buona giornata,
    Nadia

  44. ciao Nadia, dovrei dirti benvenuta, ma in realtà abbiamo traslocato su piattaforma blogspot da un paio d’anni ci trovi su http.//moltorumorexnulla.blogspot.com
    Su questi temi siamo ipersensibili, perciò vieni e saccheggia quando vuoi.

  45. Hahaha, rido per il “saccheggiare”…grazie di essere passato da me. Ora devo studiare un mese e mezzo per degli esami, poi passerò a saccheggiare, come dici: ho messo tra i preferiti il blog, è quindi al sicuro.
    Ancora grazie per la risposta.
    Conosco troppi manipolatori, uno ha 16 punti, l’altro 18 e uno 24…ho analizzato tre sinore ;(
    Buona serata.
    Nadia

  46. ne konosko uno. “sono gli altri” colpevoli,stronzi, incapaci, matte, ecc. Sa essere dolce e tenero in amore. Ma ha “deciso” di non lasciare trapellare nessun sentimento! risultato: un provocatore maledetto ke semina veleno! Truffatore, bugiardo spudorato, sempre nel vago, senza memoria. Non suda mai. ne arrossisce; non balbetta mai. anzi tiene doti oratorie. E Fa piangere le donne, le disprezza le usa abusa maltratta, mi ruba la tranquillità il tempo l’energia. merita una lezzione da nn dimenticare.

  47. Secondo me questo test è una cavolata assurda…a parte che almeno metà di quelle caratteristiche sono cose normalissime che hanno tutte…ma dai, alcuni punti comprendono addirittura un comportamento ed il suo opposto! Credo che quasi tutta la popolazione mondiale rientri in almeno questi 14 punti! Di cui alcuni sono proprio messi a caso (tipo fare le cose in ritardo che c’entra???). Il classico stupidario qualunquista da psicologia spicciola da best-seller.

  48. Anch’io ci ho riconosciuto qualcuno…io

  49. il che può suonare inquietante. Ma riflettevo, e mi veniva da pensare. Stiamo tutti qua a trovare schemi interpretativi per intrappolare e smascherare mostri intorno a noi. A me pare che più si ha paura dei mostri fuori e più vuoldire che ne stiamo celando uno dentro noi per primi…chissà in quale cazzuto cassetto recondito. é un periodo difficile, che mi ha portato a riflettere parecchio su me stessa e la vita che mi circonda e che spesso, per tanti tanti motivi non mi soddisfa. Rancore su rancore, sempre a pensare: aiuto che sfifga, ma quant’è stronzo quello, ma quant’è pericoloso quell’altro, ma quanto è insensibile quell’altro ancora. La verità è che oramai è diventata una gara a chi si colpevolizza meglio

  50. ma poi penso che siamo delle caccole che abitano un pianeta che a sua volta è una caccola nell’universo. E mi allora mi viene da sorridere e penso che spesso ci terrorizziamo tutti inutilmente per cose che infondo sono solo gioco, parole, vita. i vampiri non esistono, esistono le persone. Le persone hanno il potere di trasformare qualsiasi cosa. Persino di levare i cannini e il mantello a un vampiro e restituirgli i suoi vestiti, il suo sorriso

    • mi riconosco nella maggiorparte dei vostri racconti,da queste persone bisogna stare alla larga, scappare il prima posibile appena ci sono delle avvertenze che non ci quadrano nei loro comportamenti.per conquistarti, prima sono dolci entrano nei tuoi problemi, ti fanno sentire una regina e poi quando cominci a scoprire le loro manipolazioni ti calpestano, ti odiano di abbassano l’autostima che ti sei costruita. ma ricordate che questo non e amore, questa e’ solo manipolazione, per arrivare ai loro scopi. gli scopi sono sempre gli stessi, sesso soldi sopratutto, quindi , aprite bene gli occhi, per sconfiggerli, bisogna riprendersi in mano la propria vita, e fargli capire che noi siamo ritornati ad essere forti e combattenti, e non avere paura di loro. gli attacchi di panico li ho avuti e li ho ancora anche io, derivano soltanto dalla paura che loro infliggono a noi per isolarci, per tenere le situazione sotto controllo, perche cosi facendo,noi siamo sempre piu paurosi di loro, delle loro minaccie verbali, delle loro violenze psicologiche; tendono ad isolarsi, vogliono essere solo loro a tenerci in pugno, prima ti portano alle stelle, e un momento dopo se tu sei serena e felice, attaccano con le loro parole e ti fanno sentire in colpa, e come lo sanno fare… e tu ormai dipendi da loro , loro sono diventati l’unica ragione di vita per noi. perche panipolano le persone, ve lo siete chiesti?aprite gli occhi , non vi amano, e inutile farsi dei castelli falsi in testa, tanto prima o poi i conti con la realta’ bisogna farli, e successo a me, speravo che non fosse cosi’ , ma per stare male dopo e meglio cercare di risolvere la faccenda subito. vi siete innamorati della persona che loro hanno vuloto farvi credere di essere,solo per arrivare ad uno scopo, qualcosa di cui avete voi, che interessa a loro, una volta che il pesce ha abboccato all’amo il gioco e’ fatto; la preda se la giraro e rigirano come vogliono loro, perche ormai e facilmente plagiabile, succube dei loro sacrilegi. ci vogliono hai loro piedi in tutto e per tutto, il gioco lo dirigono loro,tu pensi di riconquistarli, ma sbagli, le regole subdole le fanno loro, e tu obbedisci, perche tu ormai sei fatta, sei come drogata, drogata di loro, che ti hanno fatta innamorare. innamorare per arrivare ai loro scopi. se non ci arrivano ti stanno alle calcagne ancora un po, per vedere se non tutto e perduto, e poi quando non ci arrivano inizia il degrado,ti calpestano come uno zerbino, per loro non esiti piu su questa terra.

      • be che’ dire ….. i dicevo troppo bello x essere vero….premuroso romantico , mille telefonat e sms ero spesso via per lavoro…fantastico poi con la mia famiglia ….mi raggiungeva dai miei al sud , quando accorrevo x vedere mio padre da anni allettato o quando c era un corri corri in ospedale , e lui pur di starmi vicino, quando gli dicevo ho una settimana a casa , ma x il week end vado giu …e lui ok mi prendo un giorno e ti raggiungo…mille premure col mio papa””, ferie dai miei , enn l ho mai obbligato , dovevo risollevare un po’ le mie sorelle …. e sostituirle nell accudire mio padre , e lui li”’ tanto mi rilasso sto bene cn i tuoi e poi so quanto e’ importante x te stare accanto a tuo padre …e bla bla bla ….persino le sue ultime 2 settimane di ferie , in ospedale cn me e mio padre…, mi aveva sostituita x 2 gg , turnandosi cn le mie sorelle , attendendo il mio rientro dall estero ..che prova d amore pensavo … STUPIVA TUTTI……., premetto gli dissi nn rimanere qui vai in ferie cn i tuoi figli ….io ce la faccio notte e giorno da sola ..ma lui niente….EPPOI A 3 GG DALLA SCOMPARSA DI MIO PADRE …..al telefono mi chiede unfastidito e scocciato se c erano i soldi x la casa che sarebbe andato a vedere il gg successivo, senza di me, casa che avremmo preso in affitto in campagna x andare a vivere insieme, affittando i ns reciproci appartamenti in citta”’, !!!!!! e poi altre piccolezze successive , ma io avento intanto alzato le antenne xche” da alcune sue frasi …nn mi fidavo….

  51. sono stata vampirata dal mio ex x quasi dieci anni…è finita xchè l’ho mandato via di casa…iniziò tutto con una storia basata sul senso di protezione..io così sperduta sola lontano da casa..mi ha coinvolto in tutto ciò che faceva..poi mieloso ha conquistato i miei vendendosi da bravo ragazzo..mi riprendeva x piccole cose all’inizio, piccoli appunti sempre legati alla sua mania dell’ordine e a tante piccole fissazioni..poi un figlio dopo l’altro…è cominciata pian piano la sua opera di demolizione nei miei confronti..prima sulle cose che nn facevo abbastanza bene, poi su quello che nn ero, poi sull’aspetto fisico..ogni giorno che passava mi sentivo sempre peggio..poi ho cominciato a passare ore al buio a piangere..nn credevo più in me..rapporti occasionali e fuori dal letto nemmeno una coccola un abbraccio..avevo una fame di affetto disperata…poi cominciò l’ansia..poi paure occasionali..attacchi di panico paura di tutto…alla fine, pur non capendo cosa succedeva mi sono rivolta a un medico per curare i sintomi..e sono arrivata a capire la causa…in guarigione ho scoperto il tradimento..che è diventato più di uno…e lì ho detto basta..tanto sacrificio per lui..nn meritava nulla..mi sono ripresa me stessa e la mia vita..sono trascorsi 3 anni..nn sono ancora completamente a posto però sto lottando per guarire dalla tristezza della delusione..in realtà nn l’avevo abbandonato io ma lui aveva abbandonato me ogni volta che avevo bisogno di aiuto…auguri a tutti quelli che da oggi decideranno di guarire

  52. Grazie per la tua testimonianza Luna. Sei stata più forte di lui, ti sei ripresa la tua vita! Spero che altre donne leggendo la tua testimonianza trovino il coraggio per fare la tua scelta. Ho pubblicato sul blog la tua storia, spero non ti dispiaccia. Puoi leggerla qui
    http://moltorumorexnulla.blogspot.com/2010/10/vampirizzata.html

  53. Ho 66 anni. Ho incontrato il vampiro quando ne avevo 17. !0 anni fa ho trovato il libro “molestie morali”, da quel punto ho inoziato a capire. Forse ora ho capito quasi tutto ma ancora non mi sono staccata. Ho passato e sto passando l’inferno. Sono ancora viva anche se ho rischiato la pazzia e il suicidio.
    Ho chiesto aiuto cento volte a psicologi e parenti, nessuno ha capito, ma probabilmente non sono stasta capace di farmi capire perchè stavo malissimo ma non ne capivo le ragioni.

  54. evidentemente “luna” di ottobre e “luna” di dicembre sono due persone diverse, storia completamente diversa, forse “luna” di ottobre è stata fortunata ad incontrare il medico giusto. Auguro all’altra di uscire da un rapporto tanto malefico. Forse questo blog la sta aiutando: forza, devi farcela, di vite ne abbiamo solo una!

  55. Per caso sono finita su questo sito…e leggendo la lista delle “caratteristiche” delle persone manipolatrici, ritrovo il mio ex ragazzo! La storia è durata 7 mesi, non tantissimo penserete, ma è quasi riuscita a distruggermi.
    Ci siamo conosciuti e qualche giorno dopo mi faceva pressioni per essere la sua ragazza (io mi ero già presa una cottarella quindi lo trovavo dolce ad insistere così ma già allora avrei dovuto pormi delle domande…). Due settimane dopo mi ha FORZATA a dirgli che lo amavo, io dicevo di non sentirmi pronta ma lui è riuscito a giocarsi la carta dell’uomo con esperienza (ha 10 anni più di me) e che se non mi sentivo pronta era perché io avevo un problema di rigetto e che in una relazione adulta non è normale. Pochi giorni dopo ero diventata “il tesoro di sua madre” (che mi chiamava Gattino e qualche mese dopo gli diceva che avrebbe voluto strangolarmi perché lo faacevo soffrire…ecco da chi ha preso, forse). Un mese dopo l’inizio della nostra storia parlava di convivenza e se dicevo di non essere pronta – a 20 anni – rispondeva che “non sono più una bambina” e che lui aveva voglia di una storia stabile, che mi amava e che non aveva mai voluto vivere con nessuna prima…Io sono arrivata nella sua città per studi, non ho la mia famiglia, dei VERI amici lì, e giocava molto su questa mia “debolezza”. Un altro esempio: se la domenica mattina volevo alzarmi e lui voleva ancora dormire mi faceva crisi dicendo che aveva paura che me ne sarei andata, che dovevo restare a fargli le coccole, mi ha costretta a buttare tutto il mio intimo dicendo che gli string sono solo per le prostitute e che gli dava fastidio che altri uomini avrebbero ANCHE SOLO POTUTO IMMAGINARE che ne portavo, mi vietava di uscire a ballare dicendo che è da prostituta, criticava il tipo di musica che ascolto, il tipo di persone che frequento…criticava tutto quello che si muoveva attorno a noi, e invece lui era sempre perfetto! Alla fine mi ha lasciata lui, dicendo che “l’ho ucciso”, che gli ho fatto del male quando lui volea solo amarmi (e il peggio è che è sempre stato dolcissimo nei mie confronti, mi copriva di attenzioni, belle parole, mi ha dedicato poesie…ma non mi ha mai dato la mia libertà, la possibilità di essere me stessa)…e io sono ancora abbastanza stupida ad avere ancora sentimenti per lui, a sentirmi in colpa e a soffrire per lui :-(

  56. Oh mamma, non mi rendevo conto che il testo che stavo scrivendo era così lungo…spero che riusciate a legggerlo senza perdervi a metà :)

  57. Luna, quello che hai scritto è davvero molto toccante…arrivare anche solo a considerare di togliersi la vita è troppo! Probabilmente credi di non potercela fare senza di lui, di averne bisogno, è quello che crediamo tutti se incontriamo un manipolatore – e se purtroppo abbiamo problemi personali che ci portano ad accettare di essere manipolati – ma quando stare con una persona arriva a toglierci la voglia di vivere, bisogna cercare di agire! Se sei qui, vuol dire che lo sai anche tu in fondo, CORAGGIO!!!

  58. cara Svizzerotta, grazie per aver risposto al mio blog. Purtroppo quello che hai passato in quei sette mesi è quello che io ho provato per 40 anni. Ti è andata bene se lui ti ha lasciata, non so se in quei momenti ti rendevi conto di quello che ti stava facendo, ti stava annientando, distruggeva la tua identità, ti toglieva la voglia di vivere ma tu ti sentivi in colpa percheè lui così ti faceva sentire. Stai allegra e impara a riconoscere i manipolatori, sono il Male in persona, con una maschera di falso amore. Io sono ancora viva e spero di
    andare avanti cercando di rafforzarmi sempre di più avendo preso coscienza della manipolazione. Un abbraccio Luna

  59. ci sono dentro fino al collo..e sto cercando disperatamente di uscirne..

    • aggressore e vittima sono uno legato all altro da soli è un pò difficile usire da questi ruoli c,è una forte dipendenza affettiva frequento un sert e con l aiuto di un medico tossicologo sto lavorando su questa forma di dipendenza che è tale e quale ad ogni altra forma di dipendenza imparate a chiedere aiuto buona vita a tutti

  60. Sto uscendo dopo 25 anni dalle grinfie di un manipolatore, VERO! eppure tutti mi reputano una donna intelligente, socievole, amabile. Pensavo che prima o poi avrebbe modificato il suo tremendo carattere. mi ha buttato fumo negli occhi ogni giorno facendomi credere che sarebbe cambiato e ogni tanto si tranquillizzava e io ci credevo e aspettavo, troppo direi. ora che l’ho lasciato è uscito allo scoperto ed è davvero una persona ignobile. Quello che ora non tollero, e non so come uscirne, è il suo comportamento con mio figlio di 9 anni. Lo usa per destabilizzare me. e io devo riparare ai danni che combina sul bambino affinchè il piccolo non capisca, per ora, che il padre non lo ama. Ho incontrato una persona che non ha la capacità di amare e usa che persone intorno a lui come oggetti.. Si è creato una facciata di perbenismo, ma dentro è un mostro, lui non è che non aveva la capacità di migliorare, NON VOLEVA, NON GLI INTERESAVA,. Ci vorrà tempo prima di superare il trauma di aver vissuto con un essere ignobile per così tanto tempo

  61. Salve. Sto vivendo anche io un’esperienza simile, con un manipolatore. Per quanto so che è così, che mi fa male pensare a lui, purtroppo per ora non riesco a evitarlo. ne sono ancora dentro. Mi ritrovo in tante vostre frasi e parole. E’ un percorso bruttissimo e dolorosissimo, speriamo almeno che serva a qualcosa. Se volete vi racconto più nei dettagli … vedo se qualcuno di voi mi risponde.

  62. Un mio amico purtroppo è caduto nella trappola di questo vampiro affettivo, lui è cambiato tantissimo, il mio amico è un ragazzo buono e sensible , e lei lo sta manipolando bene bene, gli ha fatto credere che il padre è stato assassinato ( se il padre era stato assassinato credo che aveva un atteggiamento di paura di fronte agli altri,di sfiducia , e credo se era impazzita si trovava in qualche ospedale ), che lei ha una figlia in america che però le è stata tolta perchè non aveva un posto dove vivere, intanto continua ha tradirlo con altri uomini e davanti ai suoi occhi, io che tengo al mio amico ho cercato di metterlo in guardia, morale della favola , sono stata trattata malissimo e lui non vuole più la mia amicizia , come posso fare per aiutare il mio amico ?

  63. Ma è la mia descrizione!

  64. Grazie per il post, lo avevo condiviso con fonte e tutto anni fa nel mio blog. La manipolazione affettiva è tremenda…per la vittima. Solo chi è dentro capisce la prigionia interiore e i disagi profondi…mai arrendersi, lottare sempre! Per fortuna nel mio caso non sono sposata, ho lasciato il tipo, ma il taglio finale non è ancora avvenuto…riesce ancora a manipolare…e io so quando…nega, nega e nega…umilia umilia e umilia, carota e bastone…poi torna il dolce…no…non giustifico più! Scusate lo sfogo…

  65. Io purtroppo ne ho conosciuto uno, ha manipolato la mia volontà arrivando a farmi fare quasi qualsiasi cosa per lui, ha succhiato la mia energia affettiva e vitale per mesi portandomi allo sfinimento.
    La cosa incredibile e’ che nonostante avessi la consapevolezza del vortice negativo in cui venivo risucchiata, ogni giorno di più , non riuscivo a farne meno e a staccarmi da lui. Ero come inebetita.
    Mi ha sfiancata ma non mi ha distrutta. Grazie all’aiuto, alla presenza ed alla comprensione di mio marito sono riuscita a riprendere il controllo di me stessa e a fuggire da lui.
    Questo tipo di uomo non tollera la felicita’ altrui perché e’ un infelice cronico, il suo scopo e’ soddisfare il proprio ego annientando e distruggendo la persona che ha la sfortuna di capitargli accanto.
    Al primo sentore FUGGITE VIA…di corsa!!!!

  66. E una questione difficile. Le variabili sono infinite. I comportamenti del vampiro sentimentale sono dettati da impulsi profondi. Esso non agisce secondo regole razionali, ma segue impulsi, sentimenti che vengono dal cuore, dal profondo dell’anima. Si potrebbe associarlo ad un maniaco sessuale, a quei individui che non arrivano assolutamente a controllare i propri impulsi, i quali, potenti e onnipotenti, diventano incontrollabili.
    Sono povera gente, che vivono male, che verrebbero uscire da questo tunnel che li tormenta. Non agiscono secondo un progetto premeditato, ma secondo schemi affinati da esperienze passate. Rapporti difficili durante il periodo dell’infanzia, abbandoni, isolamenti, integrazione difficile e altro ancora. Sono persone rovinate che purtroppo, e questo loro lo sanno bene, non arriveranno mai ad uscirne!!!!!!!!!
    Informare potrebbe salvare le potenziali vittime, non perché esse avranno la conoscenza per evitarli, ma per permettere a costoro di responsabilizzarsi di fronte alla propria malattia, che sovente non sanno di avere e che tanti dolori provoca e vite distrugge. Non sono tutti banali narcisi, e sono sicuro che questa malattia ben che sia incurabile, può essere controllata e circoscritta.
    Saluti
    Un vampiro

  67. conosco un uomo del genere, ho vissuto per due anni un rapporto a distanza illudendomi (perchè lui giurava) che mi avrebbe sposato. Lui è subdolo, adulatore, abitiamo a 200 km di distanza e logicamente la sua vita è fuori controllo per me, poi ho scoperto per vie traverse, che ha una compagna, più volte l’ho pregato di dirmi la verità ma lui ha sempre e ancora oggi continua a negare. dice di amarmi, che sn la donna della sua vita, tuttavia ci vediamo raramente (per lavoro) e nn si sogna nemmeno un secondo di trascorrere un fine settimana cn me… la mia grande disgrazia sta nel fatto che mi ha coinvolta nel suo lavoro, un lavoro che mi piace e che ho saputo portare a dei buoni livelli, non è mai puntuale nei pagamenti e in passato ho lavorato anche gratis rimettendoci del mio, questo perchè ci credevo, credevo alle sue parole, alle promesse … che dovrei fare ora? lasciare tutto, lavoro compreso o continuare lavorando per lui e tagliare ogni sorta di legame affettivo?

  68. conosco un uomo del genere, vivo da tre anni un rapporto a distanza con un bugiardo. mi illude (perchè lui giura) che mi vuole sposare. Lui è subdolo, adulatore, abitiamo a 200 km di distanza e logicamente la sua vita è fuori controllo per me.infatti so poco di lui e della sua famiglia, se non le cose che lui stesso mi ha raccontato ad esempio che la ex moglie è una brutta persona e che i suoi genitori sn persone negative,. a volte scopro che ha amicizie cn altre donne e quando chiedo informazioni si arrabbia e dice che nn sono affari miei. quando gli chiedo se ci possiamo vedere dice che ha sempre tanto da fare, che nn posso andare a casa sua perchè è troppo occupato cn i figli piccoli… poi scopro per vie traverse che ha una compagna che ama davvero e cn la quale vive, e questo mi ha annientata. l’ho messo di fronte all’evidenza chiedendogli di dire la verità ma lui ha sempre e ancora oggi continua a negare. dice che ama solo me, di pazientare, di aspettarlo perchè il giorno arriverà, che sn la donna della sua vita, nonostante questo, ci vediamo raramente (se non per lavoro) e nn si sogna nemmeno un secondo di trascorrere almeno un fine settimana cn me… sento la sua mancanza e quando glielo dico al telefono sembra goda di questa cosa, mentre io la maggior parte delle volte nn riesco a frenare le lacrime. la mia grande disgrazia sta nel fatto che oltre ad essere innamorata di questa brutta persona, lui mi ha coinvolta nel suo lavoro, un lavoro che mi piace e che ho saputo portare a buoni livelli. purtroppo non è puntuale nei pagamenti e spesso lavoro anche gratis rimettendoci del mio, questo perchè ci credevo, credevo alle sue parole, alle promesse, diceva che tutto quello che stavamo costruendo era per il nostro futuro … ora ho capito che sto lavorando per il suo futuro e quello della sua donna, nn certo per me… non so cosa fare, lasciare tutto, lavoro compreso o continuare cercando con grande fatica di tagliare ogni sorta di legame affettivo?

  69. sicuramente ne sono vittima,nei sentimenti,da parte del famigiare piu’ stretta.

  70. Dopo 17 anni di “relazione ” con un individio ,che supera i 30 ponti,me ne sto “liberando mentalmente” a 61 anni e dopo l’ennesima umiliazione!
    L’ultima e decisiva,in vacanza in Egitto dopo avermi messo il piede sul ventre,rimproverandomi
    “di fare schifo”,cioe’ colpevolizzandomi ,dei suoi innumerevoli tradimenti, per non essere piu’ giovane ne’ tonica! Finalmente ho trovato la forza di “urlareIl
    La mia”eccessiva disponibilita” e’ stato un’ottimo terreno di coltura per il suo ego.Le sue continue critiche al mio lavoro,ai miei precedenti ed attuali aggiornamenti universitari,alle mie storiche amicizie ,ai miei rapporti familiari,…….erano chiari tentativi di “demolizione”! …..ebbene ,con tanta sofferenza,insicurezze e frustrazione ho resistito ed ho” elaborato” la “sua “patologia … che non e’ la mia !
    Ora e’ iniziata l’opera di recupero della mia persona.

  71. Ho fatto questo test su una ex-coppia di mia conoscenza. Il risultato? 21 per lei e 2 per lui, infatti si sono lasciati dopo un anno e mezzo di matrimonio e pochi mesi di fidanzamento. Il problema non è questo, il problema è che dopo il divorzio lei ha fatto passare lui per manipolatore e io ci sono cascata come una pera! Lui era un grandissimo amico e ora non sento più nessuno dei due. Quella str… mi ha plagiata così tanto che perfino ora sono insicura sul risultato di questo test. Che fare per riaggiustare il tutto? Qualcuno ha qualche consiglio?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: