Molto rumore per nulla
riti, miti.. liturgie di abbordaggio metropolitano

A letto con il Dottor Stranamore: le piattole

del Dottor Stranamore  

Il sesso è bello. Ma nasconde qualche insidia,

che la grande paura dell’Aids non ha cancellato ma solo nascosto. Questo mese parliamo perciò di piattole.

Cari amici/amiche lettori/lettrici, da questo mese inizia questa nuova rubrica sulla salute e sul sesso sicuro.
Ormai la frase “sesso sicuro” ci fa venire in mente solo l’Aids, e in
effetti ovunque doverosamente si parla soprattutto di questo, perché ancora la protezione dall’Hiv non è entrata nelle abitudini di tutti (soprattutto dei più giovani che, credendo di aver a che fare con una malattia ormai curabile, lasciano al caso il rischio di infettarsi o no: e difatti è in un aumento il numero di nuovi infetti).
Anche altre malattie sessualmente trasmissibili sono in aumento e molti di noi, soprattutto i più giovani, ne sono all’oscuro. Alcune sono anche molto gravi, altre sono solo grossi fastidi, tutte hanno in comune il fatto che si trasmettono con i rapporti sessuali.

Questo mese iniziamo con quella che non è una vera e propria malattia ma solo un fastidioso incidente, ma che per molti è ugualmente raccapricciante:
le piattole.

Cosa sono?

Sono “insetti” che si attaccano alla pelle e si nutrono succhiando il nostro sangue. Si accoppiano e incollano le loro uova (che si schiuderanno entro una settimana) ai nostri peli.

Come ci si accorge di averle?

Di solito per un prurito persistente, soprattutto all’inguine e soprattutto alla notte, e in genere quando la parte è bene al caldo. A questo punto si sono già moltiplicate, e trascurando il sintomo il prurito si estenderà a tutte le zone con peli, anche ai peli delle gambe o sotto le ascelle (ma non sui capelli: quelli dei capelli sono pidocchi, è un’altra specie). Mettetevi alla ricerca: meglio con una lente e con una luce molto forte, cercate dove sentite prudere, e se
vedete come delle minuscole crosticine bianchicce, semitrasparenti o con due puntini marroncini, sono loro.

Come si prendono?

In tantissimi modi! Perché le piattole quando sono sazie si staccano e cadono per attaccarsi a un nuovo ospite, e camminano pure! Per cui, oltre al caso classico del rapporto sessuale con qualcuno che è infestato, può trasmettere le piattole l’uso di un letto, o di un lettino di sauna, dove sono rimasti ospiti in attesa. Ma può succedere anche sedendosi sui mezzi pubblici coi calzoncini corti, oppure sdraiandosi sulla spiaggia senza frapporre un asciugamano fra noi e la sabbia. A dire il vero questi ultimi sono casi rari (il contatto sessuale è il modo normale di trasmissione), ma sono utilissimi per giustificare imbarazzanti incidenti!
Alcuni, per ph della pelle e per abbondanza di peli, sono più recettivi di altri, per cui saranno più esposti.

Dove?

Di solito si sistemano nel pube e nelle ascelle, ma in realtà
potrebbero annidarsi ovunque, eccetto i capelli. Un mio amico fece sesso orale con un orso americano (per orso si intende un omone grande e grosso tipo boscaiolo del Wyoming, ndr) e si ritrovò la barba infestata con piattole d’importazione. Le piattole americane sono più dure a morire, sono selezionate dagli insetticidi e quindi più resistenti.

Come debellarle?

Il procedimento classico è spalmarsi di Mom, una polvere (o
shampoo) insetticida che si acquista in farmacia, e lavarsi e disinfettare tutta la biancheria intima, le lenzuola e gli asciugamani usati dal momento dell’infezione. Dopo una settimana rifare il trattamento insetticida per uccidere eventuali piattole nate dalle uova deposte (non tutte nascono, perché l’insetticida uccide parte delle uova) e cambiare di nuovo la biancheria.
Per comodità si può usare Cruzzy, che è una lozione con spruzzatore incorporato, ma essendo alcolica brucia un po’ sullo scroto. Se non muoiono con un sistema, provate con l’altro.
Un’altra soluzione molto efficace è l’utilizzo di una pomata chiamata Aftir Gel, di odore abbastanza sgradevole, ma veramente efficace, un paio di applicazioni a distanza di due/tre giorni e potete essere sicuri di avere debellato l’indesiderato ospite.
Ovviamente se avrete rapporti sessuali in questo periodo, infesterete il vostro partner. Se li avete già avuti, dovete avvisarlo perché di sicuro sta “incubando” anche lui i poco simpatici inquilini.

Come disinfettare la biancheria?

Se è possibile lavare a 90° è tutto risolto, per i capi colorati o delicati basta aggiungere un bicchiere di disinfettante tipo Lysoform greggio nella lavatrice. Per scrupolo, se avete
usato coperte, piumini, golfini e quant’altro che non volete o non potete lavare, spruzzateli con uno spray insetticida per animali (al piretro) e chiudete tutto in un sacco di plastica, tipo quelli neri dell’immondizia, e mantenetelo sigillato col nastro adesivo qualche giorno. Stesso spray se vi sedete nudi o in mutande su mobili imbottiti che non sono sfoderabili.
L’alternativa è il freddo. Se avere un terrazzo e non è agosto, lasciate per due o tre giorni esposti i capi che potrebbero essere infetti, meglio se di notte quando fa più freddo. Le piattole resistono male al freddo, a differenza di altri parassiti.

Alcuni, soprattutto per il ribrezzo delle prime volte, si limitano a radere completamente il pube. Operazione inutile perché potrebbero essercene altrove: gli insetticidi vanno usati comunque, anche se personalmente il fatto di radersi facilita l’applicazione della crema o dello spray rendendolo più efficace.

Esiste una prevenzione?

Sì e no. Non c’è preservativo che tenga, ma la pulizia aiuta a diminuire il rischio. Prima regola, cambiare le lenzuola dopo aver avuto ospiti (anche non sessuali).
Il metodo drastico è darsi una spruzzata d’insetticida dopo aver avuto rapporti con uno sconosciuto, soprattutto se ci si infesta facilmente.
Ispezionarsi, come già spiegato, al primo accenno di prurito: potrebbe essere una piattola sta camminando e cerca un posto dove attaccarsi. Meglio stroncarla sul nascere senza aspettare che depositi decine di uova.

Questo mese ci siamo per così dire divertiti, la prossima puntata parleremo invece delle epatiti.
E se qualcuno desidera rivolgermi quesiti da pubblicare in questa rubrica, può farlo.
Saluti e buon divertimento a tutti/tutte dal Vostro Dottor Stranamore.

NDR: Questo articolo è stato redatto basandosi in larga parte sull’articolo del Sig. Pigi Mazzoli pubblicato sulla rivista omosessuale Pride nel gennaio 2002 ed è stato qua e là modificato per renderlo più attuale e funzionale ad un pubblico eterosessuale.
About these ads

27 Risposte to “A letto con il Dottor Stranamore: le piattole”

  1. ….ehm……mah……mai avuto piattole……ma grazie delle indicazioni………. -_-

  2. Benvenuto al Dottor Stranamore e alla sua rubrichetta utile!!
    Aspettiamo le sue nuove perle!
    Besitos

  3. Un Caloroso benvenuto al DOC anche dalla Chica

  4. …welcome……

  5. [...] di single eterosessuali, perchè mi sembra scontato che a furor di popolo (in realtà del mio amico Dottor Stranamore) la città ideale per quelli omosessuali è la nostra Milano (trovatemene un’altra che ha [...]

  6. [...] avvertirete un prolungato dolore al fianco destro. Consolatevi, dopo aver scritto la puntata sulle piattole io mi sono grattato per una settimana, eh [...]

  7. io ho letto solo ora il dottor strano amore , ho saputo delle piattole dai miei amici , io le ho avute ma non sapevo che erano piattole mi sono rasato tutto dalla testa ai piedi , ho disinfettato i miei vestiti nella lavatrice con sapone e spirito, però ogni tanto avverto un pò di prurito ma non vedo nulla sul mio corpo, vorrei sapere se i miei vestiti lavati sono al sicuro e se le piattole sono pericolose e in piu’ vorrei sapere se si infilano nelle orecchie o nel mio pene e nel mio sedere. Grazie. Rispondimi al piu’ presto prima che mi infetti del tutto. PS : SPERO CHE LA MEDICINA FACCIA EFFETTO

  8. grazie mille per tutte queste informazioni, sono state molto utili.

    Di piattole non ero mai stato informato, non sapevo nemmeno della loro esistenza, ne sono venuto a conoscenza per amici, ma del resto è un tabù qui in Italia.

  9. sai una sera mi trovai un insetto su un braccio senza sapere che fosse e lo dissi al mio ragazzo lui mi disse che li aveva anche lui sulle parti basse ma mi disse che non sapeva come li avesse adesso con internet ho scoperto tante cose che significa che mi a tradito se si prende solo con il sesso vorrei tanto una risposta stranamore e vorrei tanto che non fosse cosi mi puoi dare una risposta lui me lo ha giurato adesso abbiamo anche una bambina e questo è successo 2 anni fa.

  10. Io sono mancato molto qua ma lo stesso nn ho ricevuto la mia risposta sulle piattole vorrei sapere oltre ..di tutto ….perchè ancora ora sento ogni tanto del prurito ma addosso nn ho nulla …che dite passo all’ospedale per controllo al microscopio??:-) grazie ciao

  11. Cari Kekko ed Elisabetta, questo è un blog, non è un centro medico. Abbiamo dato delle piccole informazioni utili a individuare qualche piccolo problema di origine sessuale, ma il consiglio è sempre quello di rivolgersi a un medico competente. Mi dispiace ma oltre quello che si legge nell’articolo non siamo in grado di dirvi e non siamo competenti per farlo! In bocca al lupo a entrambi e la raccomandazione di “tenere gli occhi aperti!”

  12. ho preso le piattole,forse per un rapporto sessuale con una ragazza di colore…..mah,. cmq mi sono rasato tutto e sto usando aftir gel….il dermatologo mi ha garantito ke dopo 3 gg ripetendo poi dopo 7 gg solo per un gg tutto sparisce…..

  13. buona sera…
    mio fratello è 1 studente di medicina e dice di aver avuto a che fare (nel reparto di parassitologia) con un paziente infestato dalle piattole…
    dice di essere stato infettato lui insieme a tutti i suoi colleghi e che hanno contaggiato la famiglia…..è davvero possibile che la mia famiglia e io siamo stati contaggiati dalle piattole anche se (ovviamente) non abbiamo avuto rapporti sessuali???
    L’accaduto è avvenuto circa 4 giorni fa e mio fratello l’ha saputo solo ieri,
    ma io all’insaputa di ciò che accadde già avevo avvertito ugualmente questi fastidiosi pruriti,comprendenti anche la testa…
    La prego di darmi risposta al + presto possibile….

  14. ciao..io e la seconda volta che riprendo le piattole…questa volta me ne sn accorto per via delle macchette di color marrone sulle mutande chiare..e poi l’ho subito detto al mio partner e mi ha dett confermato che aveva notato anche lui le mutande cosi..io mi sn ripruzzato un po di cruzzy e lui e andato in farmacia…,meno male che nn mi prude nulla,,credo di averle prese in tempo,,,bacio

  15. Grazie, per le informazioni utilissime. strappare dal pube quegli animaletti e vedere che muovono le zampette e veramente poco divertente. dirlo al partener è un obbligo. dirlo a chi potrebbe avertele passate è da fare per lo meno per fargli capire quanto è una bestia che non si lava.

  16. Sono fidazato da un anno con lo stesso ragazzo, non l’ho mai tradito, non avuti rapporti occasionali con nessuno, se non con lui, ieri ho scoperto di avere le piattole, mi sono curato e credo sia tutto ok…Mi rimane un unica ferita, quante possibilità ci sono che lui mi abbia tradito? Le piattole del pube, in inverno mi sembrano un po assurde, nn siamo in giro con pantaloncini corti, etc… Trasmissione solo per via sessuale? Risolva i miei dubbi, la ringrazio anticipatamente. Francesco

  17. SALVE A TUTTI, IO HO SEMPRE AVUTO PAURA DI PRENDERE QUESTE COSE E IN PARTICOLARE LE PIATTOLE, METTIAMOCI PURE CHE SONO VERAMENTE SENSIBILE A INSETTI E ALTRO, QUINDI SI PUO CAPIRE.
    FINO L’ALTRO GIORNO NE PARLAVO CON UN AMICO E MI SPAVENTAVO.
    FIGURARSI… UNO COME ME NN LE PUO’ PRENDERE.
    BUONGIORNO, ORMAI SONO LE 6 DI MATTINO MA SI PUO DIRE CHE ALLE 22 ERO IN BAGNO E MI GUARDAVO IL CORPO PRIMA DI FARE LA DOCCIA..
    MI E’ CADUTO L’OCCHIO SULLA PANCIA… HO VISTO UNA COSA ATTACCATA AL PELO… STRAPPO CON LE DITA… E VEDO CHE SI MUOVE..
    IL PANICO… MEZZA TRASPARENTE E MARRONCINA… NN SAPENDO COME SONO LE PIATTOLE… CMQ MI E’ VENUTO IL PENSIERO, COSA CHE HO FATTO? CERETTA AL TORSO (MENO MALE CHE NN SONO UN ORSO UN MALE DELLA MADONNA) E MI SONO RASATO IL PUBE.
    IN TUTTO NE HO CONTATE 3 E ANCORA SONO TERRORIZZATO, HO BUTTATO LE MUTANDE (ERANO ANKE FIRMATE PORCA…) PRESO I VESTITI LE LENZUOLA E TUTTO QUELLO CHE ERA A CONTATTO CON ME IN QUESTI GIORNI E LI HO CHIUSI IN LAVATRICE A BOLLIRE.
    ASPETTO CHE APRA LA FARMACIA PER PRENDERE IL CRUZZY, IL MOM DICONO CHE NN FUNZIONA NEI FORUM.
    CHE DIRE? SENTO PIZZICORE CAUSATO DALLA RASATURA, MI SONO GUARDATO SPESSO E NN VEDO NULLA CHE CAMMINA MA NON SONO IN PACE SE CI PENSO MI VIENE PRURITO D’APPERTUTTO.
    NN VEDO L’ORA CHE FINISCA TUTTO E ANCORA NON CI POSSO CREDERE E LA COSA PEGGIORE… E’ CHE HO UN IDEA… DI DOVE POSSO AVERLE PRESE. NON RISCHIO MAI PIU E LA MIA DOMANDA E’…
    MA IL CRUZZY DOVE LO DEVO METTERE APPARTE IL PUBE (CHE VABBE ORA NON C’E’) PER ESSERE SICURO? SONO.. SKIFATISSIMO E MI PRUDE LA TESTA NN SO SE E’ PERKE’ CI STO PENSANDO TROPPO O PERKE’ MI SON FINITE ANKE LI. MA UNA COSA CHE MI SEMBRA.. DICIAMO POSITIVA.. E’ CHE NE HO VISTE SOLO 3 QUINDI FORSE ME NE SONO ACCORTO IN TEMPO E IN TESTA NN CE LE HO :( GRAZIE. SCUSATE PER IL PAPIRO.

  18. Ho trovato le classiche macchioline minuscole di sangue sulle mutande, poche e per soli due giorni (consiglio di indossare SOLO mutande bianche, sono le uniche che consentono di accorgersi delle chiazze di sangue lasciate dalle piattole!), poi non ho trovato più chiazze, senza aver fatto nulla. A distanza di una settimana ho trovato 3 larve, che ho tolto a mano, senza trovare altre chiazze. Ho usato il MOM per precauzione.
    La domanda è: ho avuto una debole infestazione da piattole obbligatoriamente trasmessa da un partner occasionale con cui ho fatto sesso, oppure potrei averla presa sul treno che uso tutti i giorni, visto che indosso da settimane i pantaloni corti ed i sedili sono in stoffa? Oppure potrei averla presa sulla sabbia della spiagga, sabbia calda che consentirebbe la sopravvivenza e lo spostamento delle piattole? La o le piattole che potrei aver avuto per due giorni (viste le rare macchioline) e poi non hanno più dato segnali (macchioline), potrebbero, in treno, aver lasciato il mio corpo e migrato sul sedile o su altri corpi?
    Andrea

  19. Mi sono accorto di avere le piattole che schifo poi io amo molto l’igiene sentivo un forte prurito e mi continuavo a grattare allora mi sono recato dal dottore che mi ha detto che era piattole sono corso a prendere il mom polvere e lo messo dappertutto sono morte tutte penso le mutande erano piene che orroreeeee.
    Fra 7 giorni lo rimetto anche se al momento non ne ho più.
    Spero passi in fretta questo momento.

  20. Anche io ho avuto questa spiacevolissima esperienza e ancora mi domando dove le abbia prese…
    I sintomi sono il prurito intenso all’inguine di notte e al mattino presto e le minuscole macchioline di sangue sulle mutande bianche. Mom e Cruzzy sono efficaci. Consiglio a tutti in questo caso di radere immediatamente il pube e le ascelle.

  21. ciao… non lo so come funzionano Mom o Cruzzy, ma posso dire che Aftir gel e shampoo sono molto efficaci. Non le ho avute io, ma mio marito. E non si prendono solo per via sessuale. Lui le aveva prese in albergo tramite le lenzuola o asciugamani d’albergo…perche’ viaggia spesso per il lavoro e dorme nei alberghi di tutto il mondo. Ma si puo prendere questa sorpresa anche nei centri estetici, faccendo il lettino, faccendo i nostri bisogni nei bagni pubblici, in treno, in pulman e via… Aftir gel e shampoo non costano tantissimo, saranno 27 euro e qualcosa tutti e due. Si fa la cura per 4 giorni di seguito e poi 2gg di seguito fra 8 giorni di pausa. Prima si applica il gel, si lascia per 20-30 min., poi si sciacqua e si applica lo shampoo. Si massaggia bene per ottenere bella schiuma abbondante e si sciacqua. E poi subito si applica lo shampoo la seconda volta, si massaggia e si lascia per 5 min., quindi si sciacqua bene. Pero’ bisogna toglerle anche a mano, dipende quante ce ne sono… Adesso sono passati quasi due mesi, pero’ sono stata cosi’ tanto schiffata di questi vomitevoli insetti maledetti che una volta al mese lo faro’ ripettere il trattamento.

  22. Salve, mi son accorto di avere le piattole da pochi giorni.Il dottore mi ha ordinato uno shampoo anti-pediculosi Mediker a.p. ho usato tale prodotto più volte al giorno e ho visto che le piattole si depositavano morte sui boxer.dopo 2 giorni di tale trattamento minimo 3 lavaggi al giorno..sentendomi abbastanza sicuro di aver eliminato tutto mi accorgo dopo un lavaggio di una sola piattola mezza viva tra gli sleep.. Vorrei sapere se questo tipo di trattamento è sufficiente ad eliminare l’ospite indesiderato oppure devo prendere qualche altro prodotto.Vorrei sapere se mi devo per forza depilare il pube oppure no visto che sono abbastanza peloso.Sento ancora pizzichi e prurito ma ad occhio non riesco a vedere se ci son rimasti ancora questi maledetti parassiti. ho avvertito la mia nuova partner di tale problema ma lei sembra non avere nessun fastidio ma le ho detto di fare prevenzione. Tra qualche giorno raggiungerò la mia ragazza e molto probabilmente avrò voglia di fare l’amore con lei..come faccio a sapere se il mio problema è definitivamente scomparso?Per quanto tempo mi devo curare ancora per essere tranquillo io e la mia partner? Grazie
    Francesco

  23. ciao, vorrei capire cosa fare dei miei indumenti, visto che ho avuto le piattole ed ora nn so se queste rimangono o meno sui vestiti. cosa devo fare? help me!!!!!!!11

  24. Io ho scoperto di avere le piattole.. e credo di aver capito come.. ho avuto un rapporto sessuale con un ragazzo che studia veterinaria ed è sempre tra gli animali per questioni di studio… inizialmente non ci facevo caso.. poi mi sono reso conto delle macchiette sulla mia roba intima.. fino a quando non mi sono messo con la pinsetta alla ricerca… e ne ho beccata almeno una decina… domani mattina mi reco in farmacia a comperare il MOM. Grazie!!

  25. Salve a tutti.Io esattamente una settimana fa,ho avuto un rapporto sessuale e solo l’altro ieri,ovvero la notte di Natale,ho scoperto questo regalino tra i peli del mio torace.Onde evitare plurificazioni ho depilato tutto,poi ho applicato il mom in polvere,tenuto addosso per 6 ore,poi mi sono lavato e dopo ri applicat0 il mom a distanza di 5 ore e tenuto addosso per alte 6 ore e dopo rilavato.Ma prima di lavarmi per la seconda volta,mi sono cosparso di aceto e tenuto addosso per circa 5 minuti.Ora secondo voi,l’ospite sgradito è scomparso?

  26. non sapevo cosa nè come fossere le piattole fino a quando le ho prese. La dottoressa, medico di base, pensava fosse un fungo e, complice il prurito leggero… le ho tenute più di due mesi nel pube, a fare uova e quant’altro. Ho fatto due trattamenti con Aftil Gel: il primo lavaggio ha sterminato quelle vive, il secondo pare sia stato inutile. Mi sono rasato i peli del pube e dei testicoli ma qualche lendine c’è ancora. Il medico mi ha detto di fare un altro lavaggio con Aftir e se dovessero essercene ancora passare alla schiuma Milice. Ho paura che questa cosa non passi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: